RECENSIONE "Predestinati" di Abbi Glinnes

Titolo: Predestinati (contiene all'interno la novella "Leif")
Autore: Abbi Glines
Serie: The Existence Serie #2
Genere: Paranormal romance
Data di uscita: 25 maggio 2022
Traduzione: Nino Naso
Cover: Catnip Design


«A ciò che è protetto dalla Morte non può essere fatto alcun male. E tu, piccola mia, sei la sola cosa che proteggo.»
In questo secondo capitolo della saga troviamo Pagan Moore che, dopo aver salvato il suo ragazzo dall’eterna dannazione, spera che nella sua vita le cose tornino normali. Beh, per quanto normale possa essere la vita quando vedi le anime e il tuo ragazzo è la Morte. Ma per Pagan, il destino ha altri piani. Il quarterback del liceo e rubacuori indiscusso, Leif Montgomery, è scomparso. Mentre la città è in un subbuglio, Pagan ha i nervi a fior di pelle per altri motivi. A quanto pare, il caro vecchio Leif non è affatto un normale adolescente e non è nemmeno umano. Secondo la Morte, Leif non ha un’anima. Il quarterback potrebbe aver lasciato la città, ma continua a farsi vivo nei sogni di Pagan… senza invito


Buongiorno lettori, oggi vi parlo del 2 vol. della Glines, Predestinatiche segue  "Esistenza" (qui recensione). Il primo vol ci  aveva lasciato col fiato sospeso, Pagan era stata presa e Dank era tornato per pagare i suoi errori, ma quando Gee dice a Pagan che ha solo due scelte: tornare nel proprio corpo o diventare un'anima vagante, la ragazza decide di tornare per non far sì che il sacrificio di Dank diventi inutile. 

Ma la notte ne sa sempre una più del diavolo e riesce a ritornare accanto a lei, la sua anima gli appartiene e farà di tutto per proteggerla. Le cose si complicheranno quando Dank comunicherà che Leif, il suo ex ragazzo in realtà non è umano. Si renderà conto che tutti intorno a lei cominceranno a dimenticarlo, tutti tranne lei. Perché? Gee spiegherà che viene dimenticato perché non avendo anima gli altri non hanno ricordo di lui non essendo reale... Allo stesso tempo i sogni di Pagan verranno animati da ricordi. Ricordi dell'infanzia quando ogni volta che era in difficoltà veniva salvata da un ragazzo. 

Dank nel cercare di scoprire chi è che anima i suoi sogni scoprirà un oscuro segreto riguardo a Pagan, la sua anima fu già promessa da bambina dalla madre. La quale si rivolse a una fattucchiera per cercare di salvarle la vita. Questo complica le cose, l'anima di Pagan è stata promessa al Signore degli spiriti, che a sua volta l'ha tenuta per suo figlio, ed è qui che rientra in gioco il nostro Leif. 

 "Come avevo potuto permettere che succedesse? Conoscevo la risposta. Pagan. Ero consumato da lei. I miei pensieri. I miei desideri. Il mio scopo. La sua aura mi aveva accecato completamente, rendendomi incapace di vedere tutto il resto. Ora dovevo scoprire perché e come risolvere la situazione. Perché Pagan Moore apparteneva a me. La sua vita, la sua anima, il suo cuore, tutto apparteneva a me. E niente si sarebbe frapposto tra noi. Nessuna antica maledizione. Nessun ragazzo senz'anima. E soprattutto nessun Signore degli spiriti Vudù."

Un altro volume ricco di colpi di scena, suspense ed episodi col fiato sospeso. Mi affascina tantissimo questo libro. Mi affascina per la trama e i continui eventi ma anche per i chiarimenti e le nozioni che la Glines ci dà sulle fasi "dell'anima" che ho già riscontrato un altro libro e saggi che parlano dell'argomento e questo dimostra quanto la nostra autrice sia preparata sul tema in questione. Anche stavolta l'autrice ci lascia senza parole, in attesa del prossimo volume.
Buona lettura!

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "Un tè con Mrs. Brown" di Simona Fruzzetti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Crash bang wallop" di Laura Rocca