RECENSIONE "Il mio universo sei tu" di K.A. Tucker

Titolo: Il mio universo sei tu
Autore: K.A. Tucker
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Prezzo e-book: € 4.99
Prezzo Cartaceo: € 14,90
Data di pubblicazione: 4/10/2018
Pagine: 412
Serie: Burying Water

ORDER

 Ivy è una tatuatrice di talento e, dopo anni passati in continuo movimento, forse ha trovato un posto dove fermarsi. Adesso lavora a San Francisco, al Black Rabbit, lo studio di tatuaggi di suo zio Ned: insieme funzionano alla grande e lei finalmente si sente a casa. Tutto cambia però quando Ivy si ritrova a essere testimone di un terribile crimine. È pronta a fare i bagagli di nuovo e sta per partire, ma un incontro casuale con un affascinante sconosciuto la trattiene in città, dandole un motivo per restare. Almeno finché Ivy non scopre che il loro incontro non è stato affatto casuale..

Vive vicino a Toronto con il marito e le due figlie. I suoi romanzi, inizialmente autopubblicati, grazie al grande successo sono stati acquisiti da Simon & Schuster, uno dei maggiori gruppi editoriali di lingua inglese. La Newton Compton ha pubblicato Dieci piccoli respiri, Una piccola bugia, Quattro secondi per perderti e Cinque ragioni per odiarti, anche raccolti in un unico volume, 99 giorni, La ragazza che amava la pioggia e La cosa più bella che ho.



Buongiorno lettori/lettrici, oggi vi parlo dell’ultimo libro della Tucker, “Il mio universo sei tu”, e l’ultimo della serie Burying Water, ma leggibile anche singolarmente. Io, infatti, non avevo mai letto nulla di questa autrice, e ne sono rimasta piacevolmente colpita.
Ivy è una giovane donna, forte e indipendente, che non ha mai voluto essere di peso a qualcuno, nella sua vita ha sempre cercato di cavarsela da sola. Non ha paura di nulla, e anche quando ce l’ha, è bravissima a non far trapelare le sue emozioni. Ha sempre viaggiato senza stabilirsi in un posto preciso, non si è mai legata a niente e nessuno. Da sette mesi però, da quando si è trasferita da suo zio Ned, che le ha trasmesso la passione per i tatuaggi, e ha iniziato a lavorare nel suo negozio, Ivy per la prima volta si sente a casa.
Sebastian è un ex militare che lavora per un’agenzia privata, abituato a non far trapelare nulla di sé, delle sue emozioni, anche lui come Ivy non si è mai stabilito in un posto preciso, ma ha sempre girato per il mondo. Quando il suo capo e vecchio amico Bentley lo contatta, è per una missione delicata. Una missione che lo porterà a conoscere Ivy, per poter consegnare quanto gli è stato richiesto. Ma più la conosce e più Ivy gli entra dentro, più sta con lei, e più si rende conto di quanto questa ragazza può essere in pericolo.
“Un uomo che è entrato e mi ha aiutata senza che glielo chiedessi, ma quando ne avevo bisogno. Quando detestavo il fatto di averne bisogno”
Più conosce Ivy e più deve fare appello al suo autocontrollo per non sentirsi coinvolto. Il suo passato e il senso di colpa per le continue bugie che è obbligato a raccontare, poi, gli pesano come un macigno.
Tra momenti di passione e momenti pieni di azione, i nostri protagonisti si sentiranno sempre più legati, ma cosa succederà quando Ivy scoprirà tutta la verità?

“Mi sono rassegnato a dirle tutto mentre percorrevo il lungo tragitto fino a qui. Se questa cosa tra noi è destinata a continuare, lei deve sapere. E se poi non vorrà più avere niente a che fare con me…Al solo pensiero, mi si stringe lo stomaco.”

Considerazioni
Ho letteralmente divorato questo libro, e se ne avessi avuto la possibilità, probabilmente l’avrei letto in un giorno. L’autrice è riuscita a creare due personaggi per niente scontati. Soprattutto Ivy, è del tutto diversa dai classici personaggi femminili, fragili e ingenue, che sembrano aspettare il principe azzurro. Mi è piaciuta moltissimo, forte e indipendente, anche fisicamente pur essendo una bella ragazza non è per niente ordinaria e scontata. La trama non è la classica storia d’amore un po’ melensa, ma è una storia piena di azione, intrigo e passione. Lo stile è scorrevole, le descrizioni dettagliate che sembra di vivere direttamente le situazioni. Un libro assolutamente consigliato a chi ama questo genere.
Buona lettura.




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni