REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Il nostro mondo a parte" di Lisa Arsani


Titolo: Il nostro mondo a parte
Autrice: Lisa Arsani
Editore: Les Flâneurs Edizioni
Genere: New Adult
Formato: ebook
Prezzo: € 2,99
Protagonisti: Zaccaria e Leni
ORDER


Zaccaria vive una vita a metà. Un incidente gli ha portato via le sue sicurezze. Leni, invece, vive per due. Una grave malattia le ha strappato la gemella e un pezzo di anima. Entrambi conoscono il dolore della perdita e hanno blindato i loro cuori: Leni ha il terrore di lasciarsi andare e di ritrovarsi da sola un’altra volta, mentre Zac è convinto che nessuna donna potrà mai più desiderarlo. Ma l’amore sceglie vie traverse e, come il destino, non può essere fermato. E ciò che sembrava perduto per sempre tra le macerie dei loro mondo distrutti forse ne costruirà uno nuovo. Solo per loro.


Buongiorno Lettori, oggi vorrei parlarvi di un romanzo molto introspettivo, che riesce a trattare temi delicati come quello del dolore, delle paure che circondano l’essere umano e l’amore che potrebbe riuscire ad abbattere questi muri.


“se tu vivi per due, io, vivo a metà”

La nostra protagonista Leni ha vissuto una perdita che ancora non la fa vivere come dovrebbe, da piccola ha perso la sua gemella e da quel momento vive una vita doppia: sia per lei che per la sorella. Fa mille lavori, volontariato e tutto quello che sarebbe piaciuto anche alla gemella. Pensa di dover fare a meno della felicità e dell’amore.
Zaccaria, detto Zac, ha avuto un incidente che gli impedisce di vivere a pieno la sua vita, è convinto che nessuna donna potrà mai più desiderarlo e pertanto è deciso a non innamorarsi, perché sicuro di non meritare l’amore.

“L'amore sembra forte, ma è la cosa più fragile che ci sia”

Eppure è proprio tutto questo dolore che unisce i nostri protagonisti, si capiscono, e così dopo un primo incontro, i due iniziano a vedersi e a passare il loro tempo insieme, l’attrazione tra i due è palpabile, ma nonostante questo non riescono a lasciarsi andare completamente. Entrambi hanno il terrore di lasciarsi andare, lei per la paura di soffrire di nuovo e rimanere nuovamente da sola, mentre lui dell’essere giudicato e disprezzato, e quindi di essere lasciato.

“È un'illusione, che però chiede pegno. Si prende tutto, carne e anima, e ti fa credere che ci sarà per sempre, ma poi quando se ne va rimane solo una briciola di quello che eri. Tu ricominci, ma è un'altra illusione. Non appena la felicità torna a bussare, il senso di perdita si fa ancora più profondo e se non ti inghiotte ci pensa quello di colpa a divorarti”

Ma gli eventi spingeranno Leni e Zac a lasciarsi andare alla passione, ma l’amore è un’altra cosa. L’amore fa paura. E nonostante siano entrambi innamorati l’uno dell’altro il loro passato sembra non riuscire ad abbandonarli.

“Qualcosa di invisibile ci lega. Sintonia di battiti e corrispondenza di vene. Magnetismo dei corpi ed elettricità della pelle. Qualcosa che fa coincidere i nostri pensieri e poi collimare le anime.”

Riusciranno ad abbattere i muri dei loro cuori e vivere un amore travolgente?

Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi buona lettura!

CONSIDERAZIONI

A chi non è capitato di non riuscire a lasciarsi andare perché non ci sentivamo abbastanza, perché eravamo invasi da mille paure, o perché semplicemente non pensavamo di meritarcelo?
Ecco i protagonisti di questo romanzo vivono proprio con questi pensieri, ma l’autrice riesce a farci immedesimare in Zac e Leni e farci vivere questa storia con emozioni vere, avendo peraltro scritto il romanzo in prima persona intervallando i pensieri dei due ragazzi.
Le descrizioni sono ben fatte, soprattutto quelle relative alle emozioni che i protagonisti vivono o hanno vissuto nel loro passato così da avere un quadro completo della storia.
Cos’altro posso dirvi? Leggete questo romanzo e vivete le emozioni che vi trasmetterà.

Buona lettura!





Commenti

  1. Buongiorno! Grazie di cuore a Costanza per le sue bellissime parole e a Opinioni Librose per la disponibilità e lo spazio!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni