RECENSIONE - La piccola libreria dei segreti, di Jenny Colgan

Titolo: La piccola libreria dei segreti
Autrice: Jenny Colgan 
Editore: Newton compton editori
Traduttrice: Alice Benassi
Genere: romanzo contemporaneo
Pubblicazione: 31 ottobre 2023
Prezzo ebook: € 5,99
Prezzo cartaceo: € 9,40
Pagine: 349
Serie: autoconclusivo


Quando il grande magazzino della cittadina scozzese in cui vive chiude i battenti, Carmen si ritrova all’improvviso senza lavoro, con pochi soldi in tasca e nessuna valida alternativa. Sua sorella Sofia le offre un’opportunità che potrebbe fare al caso suo: c’è una piccola libreria nel centro storico di Edimburgo che è a corto di personale. Carmen potrebbe trasferirsi temporaneamente a casa di Sofia, nella stanza degli ospiti, e vedere come va. Per Carmen non è facile prendere una decisione: chiedere aiuto non è mai stato il suo forte e accettarlo proprio da sua sorella, così diversa da lei, le pare una sconfitta. Però il tempo stringe e le opzioni scarseggiano, così un mese prima di Natale Carmen arriva nell’innevata Edimburgo e inizia a lavorare nella storica libreria del signor McCredie. Non sa ancora che la libreria è sommersa dai debiti e le vendite natalizie sono l’ultima possibilità per scongiurare la chiusura… A complicare le cose ci sono Blair e Oke, due clienti davvero speciali, che confondono i suoi sentimenti e si contendono il suo cuore. Carmen sa bene che servirà ben più di un miracolo per salvare la piccola libreria – e il suo cuore –, ma forse questo Natale potrebbe riservarle una dolce sorpresa...
Jenny Colgan
È un’autrice bestseller di numerosi romanzi entrati immediatamente nelle classifiche del «Sunday Times» e del «New York Times», nonché vincitori di diversi premi, tra cui il Melissa Nathan Award 2012 per la commedia romantica e l’RNA - Romantic Novel of the Year. Dal 2015 è nella Love Story Hall of Fame. È nata in Scozia, e prima di tornare a vivere a Edimburgo ha vissuto in Francia, Olanda, Inghilterra e Stati Uniti.

Buongiorno a tutti,
con molto piacere vi parlo di un libro che esce oggi e ho potuto leggere in anteprima grazie alla Newton compton editori che ringrazio per la copia ARC, si tratta de "La piccola libreria dei segreti" di Jenny Colgan.

Carmen è un'eterna ragazza dei tempi moderni nonostante abbia quasi trent'anni. È un po' rassegnata nella sua situazione lavorativa e di vita che in verità le stanno strette e che non ritiene soddisfacenti. Sorella minore di Sofia, avvocato affermato che si è creata la famiglia perfetta, dopo aver organizzato alla perfezione la propria vita attraverso scelte oculate e impegno. Tra le due c'è una sorta di competizione che si protrae dall'infanzia e che, nell'età adulta, le ha fatte allontanare al punto da non conoscersi più.

"...il negozio sembrava un’area disastrata, non certo un luogo in cui un essere umano sano di mente avrebbe voluto trascorrere il proprio tempo o spendere il proprio denaro."

La convivenza non è per nulla facile ed entrambe devono ingoiare più volte le vere parole che vorrebbero rivolgersi. Carmen in modo lento, ma non indolore arriverà a fare i conti con se stessa e con il resto delle persone che la circondano. In questo cammino sarà affiancata da figure molto differenti tra loro, che non sempre saranno positive o sapranno darle ciò di cui avrà bisogno. 
Quanto è difficile capirsi, reinventarsi e accettarsi?

"In lui non c’era rabbia, come quella che invece trasmettevano alcuni uomini, né amarezza. Solo tristezza, come quella di un bambino a cui era stato tolto un dolcetto e che non sapeva bene come comportarsi."

Considerazioni

Non è stata una lettura idilliaca e indolore, ma mi sono divertita a seguire le vite dei personaggi che sono spesso diluite dalle descrizioni meticolose e lunghe dei paesaggi di Edimburgo. Se da un lato mi è piaciuto conoscere la città, ogni monumento e scorcio, dall'altro, a volte, questo intramezzo è stato piuttosto pesante. Fortuna vuole che Carmen e la sua famiglia siano un concentrato di realtà; è facile immedesimarsi nei sentimenti che provano e seguirne i pensieri.

I dialoghi sono frizzanti con battute ironiche e frecciatine che vengono scambiate con molta naturalezza. La parte psicologica è importante in un testo come questo e l'autrice ha saputo gestirla bene anche nei personaggi secondari che apportano un contributo sostanziale. 

"Cosa le sarebbe rimasto dopo Natale, quando tutto sarebbe scomparso?"

Ho apprezzato la presenza di richiami a testi famosi del passato che si adattano al periodo natalizio e condividono degli elementi con questa storia.
Un testo che sembra leggero, ma tratta temi attuali e fornisce un percorso di crescita, lo fa attraverso etica e morale. In un momento storico dove il politicamente corretto richiede che tutto sia accettabile e negli schemi, Jenny Colgan è riuscita a ridarmi il piacere di una narrazione a tratti spinosa, malinconica e divertente attraverso Carmen e le persone che la circondano.
La traduzione è riuscita a rendere la storia fluida e senza intoppi.

Ne consiglio la lettura a chi cerca una storia natalizia e irriverente.

Buona lettura!
Monica S.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

REVIEW TOUR - RECENSIONE "Jaded" di Robin C.

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola

RECENSIONE - La piccinina, di Silvia Montemurro