RECENSIONE - "Ogni volta cerco te" di Alessandra Cigalino

Titolo
: Ogni volta cerco te
Autore: Alessandra Cigalino
Editore: self pubblishing
Genere: romanzo contemporaneo - Love to love
Prezzo ebook: € 2,99 (€0,99 in offerta lancio) + KU
Prezzo cartaceo: € 12,90 (promo FRI € 10,00)
Data pubblicazione: 24 febbraio 2023
Pagine: 357
Serie: Gossip love

#1 Il mio cuore alla deriva - Recensione

Lorenzo Valenti non ha nulla a che fare con l’amore. Per lui questo sentimento è sopravvalutato.
Il suo passato nasconde il motivo di tutta la sua diffidenza verso il prossimo. Ma nessuno sa chi si cela realmente dietro alla maschera da famoso erede della Valenti Worlwide Hotels.
A Valenti non importa del giudizio degli altri. Per lui, l’unica cosa davvero importante a questo mondo sono gli affari.
Ma l’interior designer che la Art & Dreams gli manderà per la ristrutturazione delle suites del suo Hotel di Milano stravolgerà ogni cosa: equilibri, certezze e forse anche il cuore.
Ma lui non si lascerà traviare. Lui sa perfettamente che non deve mai abbassare le sue difese.

“Le emozioni rendono l’uomo debole. E io l’ho capito sulla pelle molti anni fa. Ma crescendo ho imparato a respingerle, diventando sempre più forte, sempre più indistruttibile, allontanando da me tutto ciò che avrebbe potuto intaccare la mia corazza.”

E se lo dice lui… dobbiamo crederci, no?


Dopo “Il mio cuore alla deriva (Tutta colpa della Casa Editrice)” e “Vuoi vedere che ti amo” arriva “Ogni volta cerco te”, il terzo romanzo della “Gossip Love Series”.

*Ogni romanzo della Serie è autoconclusivo, ma è preferibile seguire l'ordine di lettura.

CONTEMPORARY ROMANCE - SLOW BURN - HATE TO LOVE
Alessandra nasce a Pavia in un freddo e buio pomeriggio di dicembre, dove la neve aveva coperto ogni cosa, a pochi giorni da Natale. Forse è per questo motivo che ancora oggi preferisce una bella giornata invernale a una estiva. Se potesse rifugiarsi in una baita di montagna, con caminetto acceso, tazza di cioccolata fumante al fianco del suo computer a scrivere, scrivere, scrivere... resterebbe lì segregata a mo' di eremita senza alcun problema.
Alessandra è autrice di romanzi di genere fantasy, contemporary romance (che schiacciano l'occhiolino al chick-lit) e romantic suspense.
Ha esordito nell'agosto del 2014 in self publishing e da quel momento non è più riuscita a smettere. Ma lei stessa non vuole assolutamente appendere la tastiera al chiodo, perché è l’unico modo di evasione per il suo cuore colmo di amore e storie da scrivere.
Ogni volta in cui si mette davanti al foglio bianco di Word, si immerge nel suo mondo parallelo, fatto di amore e magia, in cui i personaggi chiedono di prendere vita tramite i tasti del suo inseparabile PC. Ama leggere, scrivere, pattinare e ascoltare musica. E sono proprio note scelte attraverso accurate playlist che le permettono di viaggiare ancor meglio con la fantasia.
Il suo motto è “per ogni sogno mancato o perso bisogna averne tanti altri di scorta! Sempre!”.
E i libri, per lei, sono sogni a occhi aperti.

Buongiorno a tutti,
Vi parlo del terzo capitolo della serie Gossip love di Alessandra Cigalino, si tratta di Ogni volta cerco te.
Avevo letto i primi due volumi nella prima versione e rileggendo le recensioni ho ritrovato quella sensazione di piacere che mi avevano dato le storie. Questo terzo volume è inedito e mi ha incuriosita subito anche perché la sinossi prospetta una storia dinamica, turbolenta e per certi versi misteriosa. 

Lorenzo Valenti è un nome che incute del timore reverenziale e a sua volta, l'uomo esige rispetto, non ammette errori ed è pronto a punirli. Un magnate che dirige i suoi affari con pugno di ferro, dall'alto della sua torre inespugnabile.

Le sue certezze vengono demolite da Andrea, l’interior designer che lui stesso ha richiesto per rimodernare i suoi hotel.

"Nessuna merita il mio amore. Perché ribadisco: l’amore vero non esiste."

Andrea, nonostante la giovane età ha alle spalle dei lavori di successo e questo la rende una professionista seria e affermata. Il lavoro per la Valenti Worlwide Hotels è quanto di meglio potesse capitarle perché le permetterebbe di far luce su una questione che le sta a cuore.


"In presenza di Valenti compio azioni e dico parole che non mi appartengono. Non mi riconosco più. Sto dando
un’idea completamente diversa da ciò che sono realmente: una professionista, in primis."

Il loro rapporto inizia in un clima tutt'altro che piacevole e riesce persino a peggiorare con il trascorrere del tempo. Nessuno dei due è disposto a cedere terreno all'altro, ma questo li porta inesorabilmente a cedere parte della ragione e della loro anima. Un'equazione che potrebbe funzionare se pur in un'equilibrio precario, ma se tra i vari fattori entrassero anche cuore e sentimenti, cosa succederebbe?

Considerazioni

Ho iniziato la lettura con grandi aspettative, forse troppo alte che si sono mano a mano ristrette. Il romanzo è lungo e questo comporta necessariamente tempi morti, ma devono essere sostenuti da elementi forti, capaci di mantenere accesa la curiosità.
All'inizio del libro è sempre necessario far conoscere i personaggi delineandoli per caratteristiche fisiche, caratteriali e iniziando a far luce su eventuali traumi o problematiche. Sono i protagonisti a raccontarsi, in prima persona e a pov alternati, in pochi capitoli si aprono un ventaglio di informazioni alcune piacevoli e altre meno. Peccato che questi elementi restino inutilizzati o non trovino riscontro nelle azioni.

"Il suo sguardo ora è di ghiaccio. Impenetrabile. Mi ha guardata per un istante appena, ma ho sentito il gelo
dentro di me."

A spiccare su tutte sono gli obiettivi che si pongono Lorenzo e Andrea, se dovessi tradurli in due sole parole direi: celare e scoprire. Perché oltre alla storia d'amore che ci si aspetta e che i lettori avranno, ci sono anche diversi enigmi che richiedono una soluzione. 
È qui che, per me, iniziano i problemi perché i protagonisti si dimostrano poco incisivi e ancor meno determinati. Il castello di sabbia, rappresentato dalla determinazione, alla prima avversità si sgretola in un  nulla di fatto. Di contro, il carisma e le capacità tanto enunciate spariscono come neve al sole. Sono consapevole di aver letto un romanzo contemporaneo e di non potermi aspettare adrenalina nelle indagini o spionaggio alla 007, ma quando vengono inseriti determinati elementi mi aspetto poi di trovarli e che siano tangibili.

"Ne ho abbastanza! E quello che mi fa più imbestialire è che io stesso desideri sapere la verità da lei, per darle
ancora delle chances."

L'altra problematica che ho riscontrato è il tira e molla tra i personaggi: ti voglio ma non posso, resta con me ma stammi lontano, ti odio e ti amo. Anche qui nulla di nuovo, ma bisogna trovare un giusto equilibrio e soprattutto dare al testo un filo logico. Purtroppo mi sono trovata a leggere scene molto simili, ripetute con piccole variazioni, che hanno accentuato la sensazione di stasi. Anche il cambio di ambientazione non mi ha dato nulla se non per le descrizioni dei paesaggi.
Lo scorrere del tempo è uno degli ostacoli più ingombranti nella stesura di un testo e in questo caso non si è riusciti ad aggirarlo.

Vi ho parlato di misteri e delle loro soluzioni, giunge tutto intorno all'80% del testo e viene liquidato in modo frettoloso, quasi non avesse peso. Il fatto è che a questo punto della storia ci sono giunta proprio per scoprirli quindi qualche sforzo in più lo avrei apprezzato. Come lo avrei gradito anche sulla costruzione degli antagonisti che di fatto sono figure eteree se non per rare e fugaci apparizioni.


"So di non essere in grado di spiegare a parole le mie emozioni, i miei comportamenti, i miei gesti, ma con lei la difficoltà diventa impossibilità."

Ho preso l'ebook tramite kindle unlimited, si tratta di quello definitivo e in vendita, ma ho trovato un testo non propriamente corretto, cosa di cui ho messo al corrente l'autrice. Auspico che per quando pubblicherò la mia recensione il file online sarà stato corretto.

L'idea di partenza ha del potenziale, ma credo che andasse sviluppata meglio nella stesura e successivamente andrebbe fatto un lavoro di rifinitura e correzione, per togliere gli eccessi e far emergere i dettagli più significativi. È in questa seconda fase che chi affianca l'autore deve saper lavorare al meglio e senza mezze misure.

A differenza di ciò che potreste pensare, non mi diverto a criticare il lavoro altrui, e questa recensione nasce dopo un'attenta meditazione e dalla richiesta esplicita dell'autrice di conoscere dettagliatamente cosa non mi avesse convinta del romanzo.

Sono anni che ve lo dico e lo farò anche oggi: non fermatevi alle mie impressioni, ma leggete il libro e fatemi conoscere la vostra opinione.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE "Deviant" di Ellie B. Luin

RECENSIONE - Il narratore di storie, di Rita Nardi

RECENSIONE - La sposa gitana, di Carmen Mola