RECENSIONE "Mister Tentazione" di Tara Sue Me

Titolo: Mister Tentazione
Autore: Tara Sue Me
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton
Data Pubblicazione: 10 Gennaio
Formato: Ebook
Prezzo: 2.99

Mia Matthews odia gli uomini come Tenor Butler. Arroganti, donnaioli, terribilmente insopportabili: tutto quello da cui ha sempre cercato di stare alla larga. Ma quando Mia scopre che la sua famiglia deve un mucchio di soldi a Tenor non può più far finta che lui non esista. Per ripagare il gigantesco debito nei suoi confronti è costretta ad accettare il bizzarro accordo che Tenor le propone: lavorare cinque anni come sua dipendente e rinunciare alla sua azienda. Sembrerebbe l'inizio di un incubo, ma Mia non ha ancora fatto i conti con la forte attrazione verso il suo nuovo capo... Giorno dopo giorno ignorare i propri sentimenti diventerà sempre più difficile.

Ben ritrovati a tutti, cari lettori! 
Oggi vorrei parlarvi del libro "Mister Tentazione" di Tara Sue Me.
Mia è la giovane donna protagonista di questo libro, comproprietaria con sua madre di un'agenzia di incontri.
Purtroppo la madre morirà in un incidente d'auto assieme a una loro carissima amica e successivamente a questo evento Mia scoprirà di essere piena di debiti: la madre aveva chiesto un prestito molto alto, oltre che mettere l'attività come garanzia.
Il problema non sarà solo il debito decisamente rilevante da restituire, ma il beneficiario di tutto ciò: Tenor Butler.
L'uomo, protagonista maschile del romanzo, è il diretto concorrente di Mia, anche lui proprietario di un'agenzia di incontri, anzi, una delle più importanti e conosciute agenzie. Ma non è per questo che Mia lo detesta profondamente, il suo risentimento è dovuto al metodo di approccio impersonale che lui utilizza per organizzare appuntamenti, sebbene sia decisamente più funzionante del suo.
È così che, venuta a conoscenza di questo importante prestito, Mia si presenterà nell'agenzia di Tenor, pronta ad accordarsi su come restituire la somma, per ora non in suo possesso.
Ciò che la ragazza non si aspetterà, invece, è di trovarsi di fronte a un uomo affascinante e gentile, che le proporrà di diventare sua dipendente per saldare il debito, rinunciando così alla sua personale agenzia di incontri.
Fin da subito si percepisce attrazione fra i due protagonisti, ma quando Mia accetterà la proposta, entrambi dovranno fare i conti con il mantenere a bada la loro attrazione trovandosi nei ruoli di capo-dipendente.
Galeotto sarà un viaggio di affari, che cambierà il loro rapporto, causando particolari conseguenze.

Considerazioni:
Cari lettori, questo libro è senza dubbio piacevole per chi non ha molte pretese o per chi desidera una storia semplice e poco impegnativa, ma devo ammettere che mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca.
Ebbene sì, se ripenso alla storia nel suo complesso, devo dire che non c'è molto di sviluppato: i protagonisti, sono parzialmente caratterizzati; la storia, a parte quei due/tre eventi, è ben poco approfondita e non accade granché nella sostanza; le emozioni sono descritte in modo superficiale.
La scrittura, invece, è semplice e scorrevole.
Peccato perché, secondo me, c'era davvero molto da raccontare.
Consiglio quindi questo romanzo solo a chi cerca una lettura veloce e semplice, gradevole e poco impegnativa.

Buona lettura a tutti!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi