RECENSIONE "Per ricominciare guarda tra le pagine di un libro" di Ali Berg e Michelle Kalus

Titolo: Per ricominciare guarda tra le pagine di un libro
Autore: Ali Berg e Michelle Kalus
Editore: Garzanti
Genere: Narrativa
Prezzo ebook: € 9,99
Prezzo cartaceo: € 15,81
Data pubblicazione: 16 gennaio 2020
Pagine: 400
Serie: Autoconclusivo
ORDER





Bea sta per compiere trent'anni. Un'età in cui si fa un bilancio del passato, ma soprattutto si decide su che cosa puntare per il futuro. Lei sa che c'è solo un luogo dove guardare per ricominciare davvero: tra le pagine di un libro. Forse è per questo che, durante una passeggiata nella sua libreria di fiducia, The Little Brunswick Street Bookshop, la sua attenzione viene colpita da un piccolo volume dalle pagine sgualcite. Quel libro sembra aver scelto proprio lei e Bea non avrebbe mai immaginato che potesse custodire un tesoro: una serie di note a margine scritte in un'elegante grafia. Parole che, seppure di uno sconosciuto, sembrano parlarle direttamente. Parole che nessuno le ha mai rivolto, ma che lei ha sempre sognato di leggere. Bea è convinta che sia un segno. Deve capire chi ha scritto quelle righe, ma non può farlo da sola. Ha bisogno dell'aiuto di altri lettori come lei. Per questo lancia una serie di appelli in rete, accompagnandoli sempre con una citazione. Perché gli autori che più ama, da Louisa May Alcott a Lewis Carroll, a Marcel Proust, sanno che cosa è giusto fare. Non è una ricerca facile. Ma un giorno Bea riesce a scovare la persona che ha scritto gli appunti. L'uomo perfetto per lei. Tutto sembra andare come ha sempre desiderato, anche se Bea sa che i libri, dietro una copertina accattivante, possono nascondere un segreto. Bisogna avere pazienza e leggerli fino all'ultima pagina, godendosi il viaggio. Ovunque le parole vogliano portare. Perché solamente tra le pagine di un libro si può trovare la forza di ricominciare.

Buongiorno care lettrici e cari lettori, oggi mi piacerebbe parlarvi di un romanzo narrativo scritto dalle quattro mani di Ali Berg e Michelle Kalus, intitolato "Per ricominciare guarda tra le pagine di un libro".
Mi sono voluta immergere nella lettura di questo libro incuriosita dalla primissima riga della trama
"Bea sta per compiere trent'anni. Un'età in cui si fa un bilancio del passato, ma soprattutto si decide su che cosa puntare per il futuro."
Trovandomi io stessa in questa situazione visto che fra un paio di mesi (ahimè) andrò anche io per la cifra tonda dei 30!
Ammetto che mi aspettavo una direzione di storia leggermente diversa, una sorta di focalizzazione su questo traguardo di età, invece lo sviluppo è un po' differente. Nonostante tutto, sono rimasta davvero molto colpita da questo piacevolissimo libro.
Partiamo dall'inizio, come avrete potuto percepire la quasi trentenne Bea è la protagonista assoluta di questo libro.
Nel primo capitolo il lettore fa la conoscenza di Bea in veste di damigella della sua migliore amica, ma una parola di troppo ed ecco che il matrimonio termina in modo molto più che disastroso.
A seguito di ciò che scoprirete accadere in occasione del matrimonio, Bea prenderà la drastica e affrettata decisione di trasferirsi a Melbourne e iniziare una nuova vita in una città dove non ha amici, né un lavoro.
Una volta trasferita, Bea trova impiego in un'agenzia di marketing, dove l'unico obiettivo della giornata è quello di trovare nuove trovate pubblicitarie per dentifrici e prodotti sbiancanti: decisamente non il lavoro della sua vita, ma tutto pur di pagare l'affitto.
L'unica cosa piacevole di questa nuova vita è il Nook, il piccolissimo bar locato sotto l'ufficio dove Grover Dinopoli, detto Dino, proprietario del locale e barista, è pronto a deliziarla quotidianamente con caffeina e citazioni scritte sopra al suo bicchiere.
Un giorno, durante una passeggiata in una libreria della città, Bea rimane affascinata da un libro usato, ornato da tantissime note a margine scritte a mano.
Bea, super appassionata di libri, sente un legame profondo con questo libro e ne fa un suo obiettivo personale: cercare il proprietario di tutte quelle note.
Ovviamente non sarà per niente una ricerca facile, ma il destino sembra metterle sulla strada "Lo Scrittore Misterioso" che porta il nome di Zach, affascinante uomo che rispecchia in tutto e per tutto ogni desiderio di Bea.
Che sia stata davvero così fortunata Bea ad avere trovato l'uomo della sua vita? E se, invece, tutto ciò che desidera lo avesse realmente davanti agli occhi, ma prima di accorgersene bisognasse batterci e risbatterci la testa?
Vorrei dirvi tante altre cose e darvi altri indizi, ma vi rovinerei la sorpresa della lettura e vi assicuro che questo è uno di quei libri che va assaporato pagina dopo pagina.
Io, infatti, ne sono rimasta molto affascinata, sempre attenta a ogni dettaglio, a ogni situazione e a ogni stato d'animo dei protagonisti, tutto ciò merito di una ben precisa e curata descrizione di ogni particolare.

La scrittura è semplice, ma raffinata e precisa al tempo stesso, e sebbene la narrazione sia in terza persona, che solitamente preferisco di meno perché mi sento meno coinvolta nella lettura, qui non ho trovato mai difficoltà di partecipazione.
I protagonisti sono ben descritti, ma sicuramente la nota principale va per la brillante Bea: è deliziosa e di un’ironia unica tale da farmi spesso sorridere!
Zach e Dino così come si insinueranno pian piano in Bea, si insinueranno nello stesso modo anche per il lettore, sebbene io fin da subito abbia tifato per uno solo di loro, per la sua sensibilità, per quelle poche parole che invece mi trasmettevano tanto sentimento.
In questo libro è possibile trovare una romantica storia d'amore, ma anche una coinvolgente caccia al tesoro, o meglio, caccia allo scrittore misterioso di quelle eleganti note sul libro ritrovato da Bea. E una volta che Bea arriva finalmente al traguardo, sfido io, cari lettori, a non rimanere sorpresi e colpiti dal vero protagonista di quelle note!
Siete alla ricerca di un libro appassionante, a metà tra commedia-romanzo-narrativa contemporanea, in grado di tenervi incollati alla storia e ai personaggi dalla prima all'ultimissima pagina? Allora, secondo me, "Per ricominciare guarda tra le pagine di un libro" fa decisamente al vostro caso!!
E vi auguro una buona lettura con un piccolissimo estratto che identifica Bea, ma che potrebbe identificare ognuno di noi, lettrice e lettore:

«Sai, i tuoi occhi si illuminano quando lo fai.»
«Faccio cosa?» chiese Bea.
«Quando guardi un libro che ami. Diventano più grandi di quanto già non lo sono, cosa che penseresti impossibile, e poi è come se si mettessero a danzare. Non ho mai visto nessuno così felice. È contagioso.»

Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni