RECENSIONE "When in Rome" di Emma Black

Titolo: When in Rome
Autrice: Emma Black
Editore: Self Publishing
Genere: Fantasy
Prezzo cartaceo: 12,48 €
Prezzo ebook: 1,99 €
Data pubblicazione: 29 Novembre 2016
Pagine: 188
Serie: Legio X
#1     Rimozione forzata
#2     Sotto la pelle
#2.5  When in Rome
#3     La voce del sangue
#4     In pubblicazione



I membri della Legio X si apprestano a vivere il primo Natale tutti insieme (o quasi) a Chicago: Tom è addetto alle decorazioni, Amulio alla cucina, Brianna alla sala da pranzo.
Qualcuno, però, non trova l’atmosfera così magica. Gina, infatti, è nervosa e scostante, Gus freme d’impazienza per qualcosa che intende fare e Alice… Be’, lei sa sempre come movimentare la situazione! Sollecitata da Luke, inizia a svelare cosa sia davvero successo quando era in luna di miele a Roma e si sa, dove ci sono lei e Tom, non c’è pace per nessuno! Tra fughe, incomprensioni e accoltellamenti, racconterà di come, dopo un inizio traballante, lei e suo marito abbiano imparato una delle più importanti lezioni della vita matrimoniale: che bisogna accettare chi si ama nel bene e nel male, in salute e in malattia, in ricchezza e in povertà, finché una ex non provi a separarvi…


Cari lettori, eccomi qui a parlarvi un fantasy scritto da Emma Black: When in Rome. Si tratta di una novella natalizia che si colloca temporalmente dopo i primi due volumi, Rimozione forzata e Sotto la pelle, e che ci racconta cosa è successo a Roma durante la luna di miele di Tom e Alice.
Loro sono i protagonisti del primo volume, ma ovviamente li ritroviamo in ogni libro. Lo stesso vale per altri personaggi come Luke e Gina, protagonisti del secondo volume.
Innanzitutto, visto che parto con il recensire la novella, vorrei presentarvi con poche parole la storia e i personaggi cercando di evitare spoiler.
La serie Legio X parla di vampiri, legionari che hanno creato un gruppo molto solido, una vera e propria famiglia. Sono molto uniti e ognuno ha delle abilità particolari che evolveranno durante lo svilupparsi della storia.
Troviamo, inoltre, protagonisti meno sovrannaturali, ma che sapranno inglobati nel mondo della Legio X.
I vampiri creati dall'autrice non sono i soliti che siamo abituati a conoscere, hanno una loro storia, una loro organizzazione e le loro leggi. La Legio X ha il suo ruolo nella società vampiresca e ogni membro, con le proprie abilità, dà il suo contributo.
Il primo volume ci presenta tutti i legionari: TomDoc, Luke, Gus, Corvus e Amulio, la protagonista femminile Alice, un'umana, e la sua amica Gina. Ci sono molti altri personaggi che compaiono più tardi oppure che non appartengono strettamente alla Legio X, ma hanno un ruolo importante. Non può mancare l'antagonista che farà di tutto per raggiungere i suoi scopi, anche le azioni più ignominiose.
I primi due volumi della storia mi sono piaciuti molto perché li ho trovati interessanti, originali, e con la giusta dose di sentimento, erotismo, oscurità, violenza e ironia. Non mancano mai scene d'azione, imprevisti, rivelazioni sconcertanti e colpi di scena. Vi confesso che il secondo volume mi è piaciuto anche più del primo. Se lo leggerete, magari, capirete perché. 

Tornando alla novella, siamo di fronte a un breve capitolo che ci presenta tutti i protagonisti, o quasi tutti, riuniti per il Natale. Dico quasi tutti perché qualcuno manca all'appello. Chi e perché è un mistero che non vi svelerò di certo io.
Comunque questa è l'occasione per ritrovarsi e Alice comincia a raccontare del suo viaggio con Tom a Roma. La loro vita di coppia è stata messa a dura prova durante questo periodo.

“Doveva aver capito male. Ci doveva essere una spiegazione logica per tutto quello che aveva appena visto ma...Che un fulmine la prendesse in pieno, lei non la trovava. Si sentiva rifiutata, tradita e ingannata. Ed erano a Roma da un paio di ore solamente. Una netta sensazione di freddo calò su di lei come una scure, pervadendo corpo e anima.”

Incertezze, dubbi, fraintendimenti e segreti del passato, renderanno molto movimentata la loro luna di miele. Gli ostacoli non finiscono mai ma il loro è un rapporto molto profondo, totalizzante e intimo. Il loro amore sopravvivrà  a tutto?

“Senza nemmeno rendersene conto, furono di nuovo l'uno nella coscienza dell'altra, uniti nella gioia quanto nelle paure, che erano comunque tante e di varia natura.”

In circa 200 pagine l'autrice ha creato un bel racconto con momenti allegri, ironici ma anche profondi e pieni di pathos. Non vi nascondo che ho odiato un certo personaggio incontrato dai due piccioncini a Roma, ma alla fine si è riscattato, in un certo senso.
La narrazione in terza persona ci dona una visione d'insieme necessaria per non perdere di vista nessuno dei personaggi. La scrittura è fluida e corretta e accompagna senza difficoltà alla fine della storia.
Una lettura molto piacevole che smorza i toni e la tensione accumulati precedentemente.
Consiglio di leggere questa serie a chi è appassionato di vampiri e anche a chi non lo è, ma ha la curiosità di provare.
A presto con la recensione del terzo volume: La voce del Sangue.

Buona lettura!

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino