REVIEW PARTY - RECENSIONE - "Ombre - Oltre la paura" di Catherine BC


TITOLO: Ombre-Oltre la paura
AUTORE: Catherine BC
GENERE: Romance Storico
EDITORE: Self Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 21 Marzo 2020
PREZZO EBOOK: € 1,99
PREZZO CARTACEO: € 12,00
VOLUME: Unico

ORDER

All’alba di un’epoca buia, oltre le lunghe ombre che la guerra allunga fino al piccolo borgo di Castelvetro, Emma e Giulio vivono una storia d’amore dolce e forte, colma di vita e profumata di giovinezza. Un sentimento potente contrastato fin da subito dalla madre di lei e dal destino. Si trovano così a dover fronteggiare le maldicenze di paese, le convenzioni religiose, le chiamate al fronte e l’invasione tedesca. Tutto il dolore sordo causato dalle amenità umane viene vinto dalla forza di ciò che li lega, dalla fiducia assoluta che pongono uno nell’altra, dalla volontà di appartenersi nonostante il fatale epilogo cui tutto il loro mondo sembra essere destinato. La loro storia è quella di un’intera generazione temprata nel fuoco.
Catherine BC nasce e vive in provincia di Verona. Scrive per passione fin dall’adolescenza. Ha partecipato a contest e concorsi organizzati da riviste e siti letterari.
Pubblicazioni:
  •         Sapore proibito (Forbidden Trilogy 1), agosto 2013, Self Publishing
  •         Boule-de-neige, in Natale e dintorni, dicembre 2013, Alcheringa Edzioni
  •         Un nuovo inizio, in Halloween’s Novels, dicembre 2013, Le passioni di Brully (a cura di), Amazon
  •         La sindrome di Stendhal, gennaio 2014, Self Publishing
  •         L’amore sa di tappo, in 10 motivi per cui essere bassi è più sexy, dicembre 2014, Butterfly Edizioni
  •         Samhain, la soglia, dicembre 2014, Delos Digital
  •         Pietre leggendarie, in Italia. Terra d’amori, arte e sapori, maggio 2015, EWWA
  •         Ricatto proibito (Forbidden Trilogy 2), agosto 2015, Self Publishing
  •         La più dolce tentazione, ottobre 2015, Collana Youfeel, Rizzoli
  •         Riemergere dal passato, in Racconti dal Veneto, settembre 2016, Historica Edizioni
  •         Scars-Frammenti di noi (con Emma Altieri), ottobre 2017, Self Publishing
  •         Inganno proibito (Forbidden Trilolgy 3), gennaio 2018, Self Publishing
  •         Changing, febbraio 2018, Self Publishing
  •         A marriage case, settembre 2018, Self Publishing
  •         Finalista nella prima edizione del premio letterario Insolito Forese con il racconto L’estraneo
  •         Lovin’ Xmas, (con Emma Altieri), dicembre 2018, Self Publishing
  •         Spicy, aprile 2019, Self Publishing
  •         Wounds-American scars, giugno 2019, Self Publishing
È giunto il mio turno di parlarvi di Ombre-Oltre la paura, di Catherine BC, pubblicazione self publishing. Il file mi è stato fornito dall'autrice che ringrazio.

Emma è una ragazza ingenua che vive in un piccolo borgo dove l'apparenza è più importante di qualsiasi cosa. Regole non scritte che condizionano la vita di tutti secondo una morale rigida che rischia di fa perdere la rispettabilità di una persona solo per un saluto. Emma, che ha l'argento vivo addosso, si sente soffocare con tutte queste limitazioni che si trasformano in egoismo ed emarginazione verso chi non le rispetta.

"Lui non soltanto mi stava guardando. Lui mi vedeva, riusciva a trapassarmi con lo sguardo in un modo che mi stava scombussolando."

Una giovane donna di una bellezza esplosiva che si trova a vivere con una madre rigida che la vorrebbe sottomessa e alla propria mercé. 

"Lui sapeva di libertà e io volevo essere libera."

Giulio è un veterano della guerra d'Africa, un soldato in congedo che proviene da una famiglia forestiera che nel paese non è mai stata veramente accettata. Un uomo che ha un proprio vissuto che l'ha indurito e smaliziato, una persona che non vuole chinare la testa verso regole morali che non lo rappresentano. Pericolo, virilità e mistero sono le componenti che lo rendono un sogno proibito.

"Non ero pronto a lasciarla andare. Volevo avere ancora del tempo con lei per sentirla parlare e vederla muoversi."

Quando i due si incontrano esplode un magnetismo che li attrae e li fa riconoscere e desiderare oltre ogni logica. Inizia così una lotta che li vede schierati quasi da soli contro chiunque li voglia separare. 

"...l’avevo abbracciata. Lei aveva tremato per qualche istante per il freddo o per l’effetto che le stavo facendo e poi si era accoccolata sul mio petto.
...
Avevo appoggiato la guancia al palmo della sua mano e chiuso gli occhi. Avevo trovato il mio posto nel mondo: tra le braccia di Giulio."

Un destino avverso li porterà alla deriva. Eventi inimmaginabili li farà dubitare del loro futuro. La gente pronta a tutto pur di separarli li farà soffrire. Ma chi è destinato a completarsi sarà pronto a lottare contro tutto e tutti sfidando qualsiasi cosa pur di riuscire a stare tra le braccia del proprio amato.

"L’ultimo mio sguardo era andato al dipinto che sovrastava i due archi in pietra bianca che indicavano l’accesso ai binari: un uomo barbuto e con le ali reggeva una falce con la mano sinistra mentre con la destra mostrava a un gruppo di persone una clessidra. L’immagine del tempo della vita che per qualcuno stava scadendo in modo inesorabile. Non era un buon auspicio."

Il fato gli concederà la vittoria o prevaricherà imponendo il proprio disegno? Lo dovrete scoprire voi.

Considerazioni

In questo momento difficile per tutti, mi sono trovata quasi apatica anche per quanto riguarda la lettura. 
Emma e Giulio sono riusciti a catturarmi e a portarmi a fare un grosso confronto tra oggi e il passato in cui si svolse la loro storia. Un passato che sembra lontanissimo, ma in realtà non lo è affatto. L'inizio del secolo scorso, il momento delle guerre che hanno segnato la nostra storia falciando molte vite umane che dovevano combattere per gli ideali altrui, finendo per perdere la vita, gli affetti e se stessi nelle difficoltà e brutalità a cui erano sottoposti.

"Chiunque poteva tradire l’altro in cambio di una licenza premio o anche di qualche pacchetto di sigarette. La dignità umana, la lealtà, l’amicizia o lo spirito di corpo, si riducevano soltanto a belle parole quando si stava in guerra."

Uno strazio a livello psicologico e fisico, con tutte le difficoltà delle comunicazioni che erano affidate per lo più a lettere che o si perdevano o venivano intercettate.
L'incertezza dell'esito, il silenzio devastante e la paura dell'ignoto.
Una situazione capace di alterare ogni cosa e di distruggere anche i sogni più forti.

"Era l’inferno, tutto veniva distrutto e non si riusciva neppure a capire se quelli che ti stavano piovendo addosso fossero zolle di terreno o pezzi d’uomo."

Catherine mi ha dato due persone reali con tutti i difetti e i pregi, i dubbi e le certezze, le paure e la forza di lottare. I POV sono alternati, in prima persona e il tempo è l'imperfetto, connubio che trovo ideale sia per il periodo storico sia perché ognuno ha il suo spazio, i propri pensieri e le esperienze che a un certo punto si fondono in un crescendo che fa battere il cuore o mette i brividi.

Nulla è certo fino alla fine e l'empatia che si crea fa sì che da lettrice mi sono trovata più e più volte a condividere la frustrazione, la gioia e il senso di impotenza di Emma e Giulio, che ho trovato ben caratterizzati in ogni sfumatura. Bella anche l'introspezione che mette a nudo entrambi. I dialoghi sono idonei al contesto e risultano di impatto. Una storia d'amore sì, ma in un periodo storico brutale.

"Quando, all’ennesimo appello mi ero ritrovato ancora una volta escluso, avevo iniziato a piangere in silenzio. Non mi interessava essere giudicato debole, né far credere agli altri di essere diverso da quello che ero: un essere umano solo, abbandonato al proprio destino."

Emergono le ricerche storiche accurate che si evincono dalla cura nel ricreare gli scenari, una scrittura evocativa che incanta. La lettura è stata intensa anche se risulta scorrevole, secondo me è un libro che richiede una lettura ponderata a cui va dedicato il giusto tempo per essere apprezzata a pieno.
Il testo risulta corretto e ben editato, anche se c'è un particolare che non mi ha soddisfatta del tutto, ma di cui l'autrice mi ha dato una buona motivazione che per me risulta valida. 

Una storia che rientra a piè pari nella lista dei miei libri preferiti anche per un retro scena che non vi svelerò. Per tutto ciò che ho detto, sono ben felice di fare i miei complimenti a Katy per il lavoro fatto.

Consiglio questa lettura a tutti i lettori senza distinzione di genere preferito o altro. Questa è una di quelle storie che va letta perché merita davvero, con la speranza che gli errori del passato ci aiutino a non commetterne nel futuro.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino