RECENSIONE "Infiltrata a nozze" di Giulia Paradiso

Titolo: Infiltrata a nozze
Autore: Giulia Paradiso
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary romance
Prezzo e-book: € 2,50
Pagine: 198
Serie: autoconclusivo






Elettra ha un solo desiderio: trovare un lavoro. Il suo sogno più grande è quello di lavorare nell'ambito dell'editoria, ma non è per niente facile e giorno dopo giorno le sue speranze cominciano a crollare. Per fortuna, però, la vita è sempre pronta a darti una chance, anche se a modo suo. Infatti, un giorno per caso, Elettra si ritrova ad un matrimonio sbagliato e qui incontra un'anzianotta signora. Lei è Rosa, ex Wedding Planner, che si infiltra ai matrimoni per criticare location e allestimenti. Elettra sente che quell'incontro può dare una svolta alla sua vita, così comincia ad infiltrarsi insieme alla singolare vecchietta, scrivendo un libro su tutte le cose divertenti che accadono ai matrimoni. Nel frattempo incontra anche un ragazzo misterioso che riuscirà a fare breccia nel suo cuore e a dare un po' di pepe e amore perfino al suo romanzo. 


Buongiorno chiacchierine, oggi vi parlo di “Infiltrata a nozze", di Giulia Paradiso, un’autrice esordiente al suo primo romanzo, che ci ha gentilmente fornito il file ARC. 

La protagonista, Elettra, è una giovane ragazza che ha un sogno che a volte le sembra più grande di lei: lavorare nel mondo dell’editoria. Come spesso accade, però, lo scontro con la realtà è molto duro. Finita l’università inizia a lavorare in un bar, nella speranza di riuscire nel frattempo a realizzare il suo sogno che ogni giorno le sembra essere più difficile da raggiungere. Il destino spesso però ci riserva delle sorprese, e a Elettra riserva due incontri molto particolari destinati a cambiare la sua routine.

“Nell’ultimo periodo mi sembra stia accadendo qualcosa di strano. La mia vita è stata così monotona per un’infinità di tempo, che ora sento che si sta muovendo qualcosa nell’aria e Leonardo ne è una prova.” 

Uno è l’incontro con Rosa, un’eccentrica anziana signora dà a Elettra una sferzata di vitalità, e anche una prospettiva diversa delle cose.

“Serve tutto sai? Anche quelle strade che pensi non portino a niente, poi in realtà, ti fanno trovare comunque qualcosa.” 

E poi c’è l’incontro con Nicolas, che potrebbe scalfire la corazza che Elettra ha messo per evitare di farsi illusioni. 

“Sorrido, ripensando a come io abbia dovuto prima perdermi per poi riuscire a trovare tutto questo, a cui non so dare un nome, so solo che mi rende felice.” 

Considerazioni 
Ho trovato questa storia originale e divertente. Il romanzo non è troppo lungo ma ben strutturato, e i personaggi non sono banali e vengono ben caratterizzati soprattutto Elettra e Rosa. Il personaggio maschile, avrei preferito avesse un po’più di spazio nella storia. Si alternano momenti comici e momenti più riflessivi, creando un bel mix, mentre i momenti romantici ci sono ma non sono eccessivi. La storia è raccontata in prima persona, interamente dal punto di vista di Elettra. La scrittura è semplice e scorrevole, a volte però il lessico mi è sembrato eccessivamente colloquiale. Nel complesso una storia leggera, divertente, non banale che consiglio a chi vuole passare qualche ora in modo spensierato. 

In bocca al lupo a Giulia e buona lettura. 
 Alessia

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni