RECENSIONE "Unbreakable" di Maia


Titolo: Unbreakable 

Autrice: Maia

Genere: romanzo rosa (forbidden romance)

Data di uscita: 14 gennaio 2021

Serie: Unfaithful #2

Editore: Self

Prezzo ebook: 0.99 €

ORDER


Natale in Paradiso, Capodanno all’Inferno.
Layla e Andrew stanno cercando di costruire un rapporto, ma non è facile con il fantasma di Michael che incombe su di loro: lei non riesce a troncare un’unione che è stata felice, lui non riesce a sopportare di non averla tutta per sé.
Cocciuti, orgogliosi e testardi, si feriscono, fuggono per poi rincorrersi, mettendo in gioco tutto il loro mondo. Layla giungerà a un bivio: una strada la porterebbe a perdere il cuore, l’altra l’anima. Quale sarà il giusto cammino per ritrovare se stessa?
Michael, Layla e Andrew: tre meteore impazzite dilaniate dall’amore. Un viaggio indimenticabile da New York a Volterra sulle onde della passione. Una storia devastante, una scrittura travolgente, una lettura travagliata e… meravigliosa.
Dopo Unfaithful, tornano Layla, Michael e Andrew, in attesa del terzo e ultimo libro della serie: Unforgettable, presto online.


Buongiorno lettori, oggi vi parlerò del secondo Vol. della serie Unfaithful, Unbreakable di Maia.
Michael, Layla e Andrew sono i protagonisti di questo irresistibile triangolo. Per quanto non sia molto d'accordo sui tradimenti riconosco in Michael diverse mancanze nei confronti di Layla, troppo preso dal lavoro e dal voler compiacere il padre continuamente, tanto da lasciare costantemente sola la moglie. Nonostante sia dolcissimo ogni volta che è con lei riserbo ancora diversi dubbi sulla sua perfezione, anche riguardo la sua fedeltà, ecco perché questi dubbi portano a non voler cancellare del tutto l'interesse per le attenzioni da parte di Andrew che è sempre presente ogni volta che Layla è sola e ha bisogno di compagnia e aiuto.

Questo secondo volume ci aiuta a scoprire meglio Andrew e a farcelo vedere con occhi diversi dal playboy senza scrupoli che ci è parso nel primo. Nuovi lati di lui e le sue premurose attenzioni ci porteranno in certi momenti a tifare per lui riportandoci poi con i piedi per terra quando vedremo la sofferenza di Michael. Sarà un continuo altalenarsi che la protagonista ci farà vivere in pieno in prima persona. Mi sono ritrovata molto nelle continue sensazioni contrastanti di Layla, spesso, comprendendo i suoi dubbi, i suoi timori e le sue incertezze.

“𝗙𝗶𝗻𝗶𝗿𝗲 𝗽𝗲𝗿 𝗮𝗺𝗮𝗿𝗹𝗶 𝗲𝗻𝘁𝗿𝗮𝗺𝗯𝗶, 𝗮𝗻𝗰𝗵𝗲 𝘀𝗲 𝗶𝗻 𝗺𝗼𝗱𝗶 𝗱𝗶𝘃𝗲𝗿𝘀𝗶, 𝗲𝗿𝗮 𝘀𝘁𝗮𝘁𝗼 𝗶𝗻𝗲𝘃𝗶𝘁𝗮𝗯𝗶𝗹𝗲”


Layla finalmente si rende conto che la sua vita fatta di successi lavorativi è una vita per la quale ha commesso più rinunce e sacrifici mettendo da parte i suoi sogni e la sua libertà. Andrew è capace di tirare fuori in lei tutto ciò che ha sempre sognato e accantonato. Ma Micheal riesce sempre a riportarla con i piedi per terra e a farla ragionare sul fatto che ha sacrificato tanto nella vita per cancellare tutto con un colpo di spugna. 

𝘼𝙣𝙙𝙧𝙚𝙬, 𝙈𝙞𝙘𝙝𝙖𝙚𝙡. 𝙈𝙞𝙘𝙝𝙖𝙚𝙡, 𝘼𝙣𝙙𝙧𝙚𝙬…

𝙁𝙪 𝙞𝙣 𝙦𝙪𝙚𝙡 𝙥𝙧𝙚𝙘𝙞𝙨𝙤 𝙞𝙨𝙩𝙖𝙣𝙩𝙚, 𝙢𝙚𝙣𝙩𝙧𝙚 𝙧𝙞𝙥𝙚𝙩𝙚𝙫𝙤 𝙦𝙪𝙚𝙞 𝙙𝙪𝙚 𝙣𝙤𝙢𝙞 𝙣𝙚𝙡𝙡𝙖 𝙩𝙚𝙨𝙩𝙖 𝙘𝙤𝙢𝙚 𝙪𝙣𝙖 𝙥𝙚𝙣𝙖 𝙖𝙪𝙩𝙤𝙞𝙣𝙛𝙡𝙞𝙩𝙩𝙖, 𝙘𝙝𝙚 𝙢𝙞 𝙖𝙘𝙘𝙤𝙧𝙨𝙞 𝙙𝙞 𝙖𝙫𝙚𝙧𝙚 𝙙𝙞𝙢𝙚𝙣𝙩𝙞𝙘𝙖𝙩𝙤 𝙪𝙣 𝙚𝙡𝙚𝙢𝙚𝙣𝙩𝙤 𝙛𝙤𝙣𝙙𝙖𝙢𝙚𝙣𝙩𝙖𝙡𝙚 𝙙𝙚𝙡𝙡’𝙚𝙦𝙪𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚.

𝙈𝙖𝙣𝙘𝙖𝙫𝙤 𝙞𝙤.

Diversi segreti e colpi di scena ci porteranno a rivalutare di volta in volta il nostro punto di vista, e il finale... che dirvi del finale! Dovete assolutamente leggerlo perché vi manderà fuori di testa. Fortunatamente ora posso immergermi immediatamente nell'ultimo capitolo, curiosa di scoprire cosa o chi sceglierà Layla? E i dubbi rimasti verranno chiariti? 

Voglio attendere il terzo volume per dare un voto pieno alla storia completa. Intanto consiglio questo trilogia a chi ama gli amori sofferti, intensi e i triangoli. Il punto di forza di questo "triangolo" è che veramente non riesci a capire da che parte stare, il fatto che già non sia tutto scontato ti porta ad appassionarti intensamente. 

La scrittura fluida e pulita dell'autrice aiuta in una lettura veloce e vorace che non ci fa pesare il fatto che siano tre libri (riferito a chi ama i conclusivi). 

Ora vi auguro una buona lettura e tra pochi giorni vi farò sapere il mio giudizio finale.

Buona lettura.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino