RECENSIONE - "BFF Best friend’s father – Claimed" di Devon McCormack

Titolo: BFF Best friend’s father – Claimed
Autore: Devon McCormack
Editore: self publishing
Traduzione: Federica Madarena
Genere: Romanzo contemporaneo MM
Prezzo ebook: € 3,99 + KU
Data di uscita: 3 giugno 2020
Pagina: 293
Serie: BFF #2

#1 Il padre del mio migliore amico - Recensione
#2 BFF Claimed  
#3 BFF: Forever 9 settembre 2020

ERIC

Ho fatto una cazzata. Una cazzata enorme.
Quando ho incontrato il migliore amico di mio figlio, l'attrazione è stata immediata. Jesse Morgan è affascinante, spiritoso e sexy come il peccato. È giovane, ma è saggio per la sua età. E, dannazione, cosa non riesce a farmi con qualcosa di semplice come un tocco o uno sguardo di quegli occhi castani.
Per quanto mi sia sforzato, non riuscivo a togliergli le mie avide mani di dosso e, una volta assaggiato, non ho più potuto farne a meno.
Lui risveglia in me un fuoco diverso da quello che ho provato con altri uomini. Mi suscita una calda lussuria che mi rende difficile passare del tempo con lui senza strappargli i vestiti di dosso e dargli il piacere che merita.
Ma c'è dell'altro.
Mi fa credere in qualcosa a cui avevo rinunciato.
Nell'amore.
Lo amo. E voglio che lui mi reclami, anima e corpo.
E per quanto possa sembrare incasinato, l'uomo che ha distrutto ciò che era rimasto del mio rapporto distante con mio figlio potrebbe essere proprio quello che può aiutarmi a ricostruirlo.
Sì, ho fatto uno dei più grandi errori della mia vita iniziando a percorrere questa strada, ma per certi versi, Jesse Morgan è lo sbaglio più meraviglioso che potessi fare.


Tipico ragazzo del sud, Devon McCormack è cresciuto nelle periferie dello stato della Georgia con i suoi due fratelli più piccoli e una sorella più grande. 
Fin dalla più giovane età, inventava storie alla vecchia maniera, mentendo a tutti quelli che incontrava. 
Sosteneva di essere orfano, di essere il Re di un altro pianeta. Fingeva di avere dei superpoteri. 
Da allora ha sfruttato la sua spumeggiante fantasia per inventare storie e personaggi che avrebbero potuto fargli vivere qualsiasi vita avesse voluto. 
Devon è un uomo dichiarato e fiero di essere gay e vive con il suo compagno ad Atlanta, in Georgia.

Buongiorno a tutti, eccomi a parlarvi di Claimed, secondo volume della serie il padre del mio migliore amico. Il file mi è stato fornito dall'autore che ringrazio.

Faccio il punto della situazione per chi ha letto il primo volume, per chi non lo avesse fatto cercherò di evitare spoiler in rispetto a voi.
Abbiamo conosciuto Eric e Jesse all'apice di una tormenta ormonale dove la passione li ha travolti fino al punto di non ritorno.
Il rapporto (padre e amico) che li lega a Ty ha reso tutto molto complicato e per certi versi poteva essere anche torbido.
Il finale aperto del primo volume ci ha lasciato senz'altro scossi quanto loro.

"Vedo un bambino che vuole conoscere suo padre, che è ferito e si sente rifiutato. Ho sempre pensato che mi respingesse , e forse era così, ma ora vedo anche qualcos’altro : il suo desiderio di conoscermi."

Il secondo volume inizia precisamente da quel punto: entrambi decisi a stare insieme, ma consapevoli delle difficoltà oggettive e soggettive per via delle spade di Damocle che hanno sulle loro teste.
Difficoltà che non sono trascurabili e Jesse, nonostante la sua giovane età, mostra una determinazione che lo rende unico. Non è disposto a lasciare da solo Eric nella sua lotta e non vuole che a causa della loro storia quest'ultimo perda il figlio di cui tanto ha bisogno.

"Non appena l’ho paragonato a un ragazzino, lui mi ha dimostrato che mi sbagliavo. Non è così ingenuo e innocente come a volte credo che sia a causa della sua età. C’è della saggezza in quella sua testolina; saggezza che so essere la ragione della mia presenza qui, del perché siamo qui, insieme."

Eric è spezzato, un segreto così gelosamente custodito lo ha portato allo stremo e una volta svelato si sente per un verso leggero e per l'altro ancora più provato.
L'obiettivo comune è mantenere viva la loro relazione, guarire le ferite e non perdere l'anello che li unisce.
Ty è onnipresente perché entrambi lo ritengono fondamentale nella loro vita, ma il ragazzo riuscirà a trovare un equilibrio in questa nuova situazione?

"Ho detto a Eric che ci saremmo ripresi il nostro Ty, ma ho paura che forse non ci riusciremo, o che quando succederà, le cose non saranno più le stesse."

Nella vita reale l'amore deve battersi con l'accettazione, il giudizio altrui e tutta la quotidianità che rischia di farli soffocare.
E del resto non è detto che un amore estivo resisti a tutto ciò.

Considerazioni

Pov alternati in prima persona al presente portano il lettore a vedere grazie agli occhi dei protagonisti.
Ogni emozione, dubbio, paura o riflessione ci invade come se fossero nostre.
Il sesso in questo libro è il terreno di confronto tra i due personaggi che si cercano, dominano, scontrano in quest'ambito. Le descrizioni sono come al solito dettagliate e le scene torride.
Sì aggiunge una componente psicologica molto forte  che crea dei momenti di tensione estremi.
L'autore ha trattato con delicatezza argomenti per nulla facili, si vede la ricerca che ha fatto in ambito specialistico per ricreare al meglio ogni situazione.
In tutto ciò mi è piaciuto assistere a ogni sfumatura emotiva che i tre provano.
I due "ragazzi" Jesse e Ty ne escono egregiamente e lo stesso Eric ne è stupito quanto me. Eric dal fronte suo affronta due grossi ostacoli e il sostegno che accetta insieme all'impegno che ci metto lo rendono reale, lui che effettivamente sembra un sogno.
Una storia intensa emotivamente e non solo. Un libro di mezzo dove alcune cose iniziano a trovare soluzione e altre ancora la cercano.
La lettura è stata veloce anche grazie alla traduzione ben fatta.
Per tutto ciò faccio i complimenti a Devon.
Ne suggerisco la lettura a chi segue la serie e a chi aspetta che sia conclusa per farlo, dico che il terzo volume è già in pre-order.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni