REVIEW PARTY- RECENSIONE "Un passo più vicino" di Kahlen Aymes


Titolo: Un passo più vicino
Autore: Khalen Aymes
Editore: Hope Edizioni
Prezzo ebook: 3,99€
Serie: Autoconclusivo
Genere: Contemporary Romance

ORDER



SORELLASTRA... Odiava quella dannata parola!
Quando il padre di Caleb Luxon sposa la madre di Wren Brashill, l’unica cosa che i due hanno in comune è l’odio per i loro genitori.
All’età di sedici anni, Caleb scopre il segreto gelosamente custodito di Wren e giura di proteggerla per sempre: da quel momento, lei diventa la ragione di ogni sua scelta.
Con il passare del tempo, il legame tra i due ragazzi cresce sempre più, fino a culminare in una notte d’amore che lascerà in loro conseguenze enormi. Impaurito da ciò che prova per Wren, Caleb si allontana, spezzandole il cuore.
Anni più tardi, solo la morte improvvisa del padre riesce a riportare a casa Caleb, che si troverà faccia a faccia con Wren per la prima volta dopo lungo tempo.
Caleb verrà messo davanti a una scelta che lo obbligherà ad affrontare i dolorosi ricordi della giovinezza e i suoi tanti rimpianti con Wren.
Sarà in grado di aprire il suo cuore o lascerà andare Wren per sempre?

Buongiorno lettori oggi voglio parlarvi di "Un passo più vicino" di Kahlen Aymes, edito Hope edizioni.
Sono rimasta attratta da questo libro, prima dalla copertina e solo dopo dalla trama. In quanto solitamente se una copertina mi ispira, vado a fiuto, e non leggo la sinossi in modo da essere completamente all'oscuro del racconto.
Eppure, devo ammettere che questa storia mi ha catturato dalle prime pagine. 

Caleb appare subito come un ragazzo molto rancoroso, nei confronti della vita che le ha portato via sua madre troppo presto e nei confronti di suo padre, reo di essersi creato, a parere di Caleb, una nuova vita troppo presto. Risposandosi con una donna odiosa, fredda e calcolatrice, che teneva più al patrimonio del padre che al suo cuore. La donna però non è sola, porta con sé anche sua figlia Wren. La ragazza non è altro che l'ombra di se stessa, cerca sempre di non dare nell'occhio, mangia il minimo indispensabile perché sua madre che è una modella non vuole che ingrassi e si nasconde dietro abiti più grandi e neri. Il rancore che provano entrambi per i propri genitori li porterà quasi a creare una silenziosa alleanza tra loro, dove Caleb cerca di andare contro al padre in ogni sua azione e Wren, invece, cerca di sfuggire il più possibile alle regole rigide della madre.

Il legame tra i due diverrà sempre più stretto, fino a sfociare in sentimenti proibiti che entrambi non vogliono ammettere. Tutto arriverà al culmine una notte, dopo una festa e dopo la feroce gelosia di Caleb, sfociando in una notte di passione dalla quale però Caleb codardamente fuggirà, negando di ricordarsi quanto avvenuto. Questo sarà l'inizio della fine della loro unione. I ragazzi prenderanno strade diverse, college diversi e infine un lavoro che li porterà entrambi lontani, fino a non incontrarsi per ben 5 anni. Giorno segnato dalla morte del padre di Caleb, colui che è stato motivo di rancore per il ragazzo ma l'unico padre che Wren abbia mai conosciuto e amato.

"Caleb era stato il centro del suo mondo per così tanto tempo e le mancava più di quanto avrebbe ammesso".

Tornare in quella casa dopo tanto tempo da quella notte, ora che non sono più dei ragazzini e rivedersi porterà in superficie sentimenti rimasti assopiti e molte questioni che devono finalmente essere affrontate e risolte.

"Sorellastra, la sua mente urlò di nuovo. Era giunto a odiare quella parola più di qualsiasi altra presente nel dizionario. Aveva lottato con le implicazioni di quella dannata parola per anni, e ancora gli faceva risalire la bile lungo la gola".
E il padre ha lasciato per lui in serbo delle scelte da fare che includono anche Wren, in cerca forse di redimersi, perché in fondo ha sempre conosciuto i sentimenti che legavano entrambi i suoi "figli"... Quello che Caleb vede ora come un dispetto potrebbe nascondere invece altro...
Ma sarà così semplice? Come faranno a colmare i loro dissapori e a vedersi con occhi diversi rispetto a come li vede la gente che li ha sempre ritenuti "fratellastri"? E in tutto questo che ruolo avrà Macy?

La storia è in terza persona ma non pesante, viene completata con dei ricordi del passato che ci aiutano a comprendere meglio i fatti avvenuti, sono molto riconoscibili perché scritti in corsivo rispetto al resto della storia che si svolge al presente. A mio parere un piccolo sfoltimento nell'editing e la correzione di qualche piccolo refuso lo renderebbero ancora migliore.

Spero di avervi incuriositi abbastanza! Consiglio questo libro a tutti coloro che amano le storie intense e un po' sofferte, non certe sul finale proprio come a "Un passo più vicino". Complimenti all'autrice e un grazie infinite alla Hope Edizioni perché ci delizia sempre di storie bellissime ;)

Buona lettura. 

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni