RECENSIONE "Il mio dolce peccato" di Penelope Bloom

Titolo : Il mio dolce peccato
Autrice: Penelope Bloom
Editore: Newton Compton
Genere: Contemporary Romance
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo: € 4,99/ € 9,40
Data Pubblicazione: 04 giugno 2020
Protagonisti: Emily e Ryan
Pagine: 222 pagine
Serie: Attraction Series



Qualcuno potrebbe pensare che avere un capo tremendamente sexy sia già abbastanza difficile... evidentemente non sanno cosa significa avere come datore di lavoro la propria prima cotta. 
Ryan continua a essere tremendamente affascinante, ma questa volta devo trattenermi dall'istinto di
saltargli addosso. E anche se mi fa impazzire, questa opportunità è preziosa. Fa tutto parte del piano: devo creare dei poster per una megafesta di Halloween e dopo potrò partire per Parigi inseguendo il mio sogno di diventare un'artista. Si tratta solo di resistere tre mesi, dopotutto. Ma Ryan è una di quelle tentazioni continue che non posso permettermi. Come una studentessa che, dopo un ottimo semestre, rischia una brutta insufficienza. E il fatto che possa essere proprio lui a darmela non fa che aumentare la tentazione... Ma ormai ho deciso: devo solo consegnargli i miei disegni e fuggire il più lontano possibile da qualunque fantasticheria su di lui.


Penelope Bloom è un'autrice bestseller di Usa Today. Adora immaginare e scrivere storie d'amore.
Dopo aver lavorato come insegnante in un liceo, ha deciso di dedicarsi completamente alla scrittura di romanzi, spinta dall'entusiasmo delle sue due figlie. Non cambiare mai più è il primo libro pubblicato dalla Newton Compton.


Buongiorno Lettori, oggi vorrei parlarvi del nuovo romanzo di Penelope Bloom "Il mio dolce peccato", terzo volume della serie Attraction
Questo, così come gli altri due, è un romanzo ironico, divertente, romantico. Nel primo libro l'oggetto di riferimento era una banana, nel secondo le ciliegie, e nel terzo un cupcake (oggetti che troverete anche nelle copertine). 
I protagonisti di questo nuovo romanzo li abbiamo già conosciuti nei precedenti, oltre che ritrovare, stavolta come personaggi secondari, anche i protagonisti degli altri libri. Tutti e tre possono essere tranquillamente letti singolarmente, ma io vi consiglio di leggerli tutti e tre. Vediamo allora chi sono i protagonisti questa volta...
Vi ricordate di Ryan, l'aiutante di Hailey? No? Allora vi rinfresco la memoria. 
Ryan ha iniziato a lavorare come aiutante nella pasticceria di Hailey, ma quando lei si è dedicata alla televisione lui ha preso in mano le redini dell'attività facendola prosperare. Ha deciso di fare una mega festa per Halloween presso la Galleon Entrerprises di William e Bruce (protagonisti dei libri precedenti).
Per creare l'atmosfera giusta vuole dei poster ma non sa a chi rivolgersi. E qui entra in gioco William che gli presenta Emily.
Emily è un'artista. Dipinge e il suo sogno è quello di frequentare la scuola d'arte di Parigi. Deve solo aspettare altri tre mesi perché il suo sogno finalmente si realizzi, infatti a gennaio partirà per la capitale francese. Emily insegna a dipingere ai vecchietti nella casa di riposo dove c'è anche la nonna di Hailey. Mai si sarebbe immaginata che un giorno, mentre era proprio intenta a iniziare a lavorare, entrasse nuovamente nella sua vita Lui. Ryan. La sua cotta del liceo. 
All'improvviso Emily vide il suo castello di carte barcollare. Non poteva permettere che Ryan rovinasse i suoi piani.

"Chiunque fosse diventato Ryan, qualsiasi cosa volesse, quella era la mia priorità numero uno: Parigi. Il mio futuro. I miei sogni. Tutto dipendeva da me: dovevo salire su quell'aereo a gennaio e partire per iniziare un nuovo capitolo....... dovevo pensare alla mia vita, l'ultima cosa che mi serviva era invaghirmi di un tizio che mi avrebbe fatto credere di avere un motivo per restare dov'ero e sprecare la mia occasione".

Ed è così che Ryan ed Emily cominciano a frequentarsi per lavoro, lui però non ha idea che loro due si siano già incontrati. Non ha riconosciuto Emily. Tutto quello che sa è che ne è attratto. E molto anche. Inspiegabilmente oltretutto. Perché Ryan ha sempre avuto un problema con le donne. Dopo alcune storie finite male, il suo cervello ora considera amiche tutte le donne che incontra. Ma questa volta il suo cervello non vuole collaborare. 
Cosa ha Emily di così diverso? Perché non riusciva a spostarla nella friendzone? Anzi più passava il tempo e più l'attrazione tra i due aumentava a dismisura.
Riusciranno a resistere o si lasceranno trasportare dall'istinto e dai sentimenti? Ryan si ricorderà di Emily? Ed Emily che farà? Rimarrà o inseguirà il suo sogno di andare a Parigi?
Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo e augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI
Ricordavo con un sorriso i due libri precedenti, quindi quando mi hanno proposto di leggere anche questo non ho esitato e ho subito accettato. Leggere i libri di Penelope Bloom è davvero divertente.
Ha la capacità di farti fare un sorriso anche in una giornata negativa. In questo romanzo ritroviamo anche tutti gli altri protagonisti dei libri precedenti. Per chi ha già conosciuto William vi garantisco che anche questa volta non si smentisce e ne combinerà alcune delle sue. Ho amato Emily sin da subito, il suo carattere e il suo stile alternativo. In ogni suo libro Penelope ci catapulta in una commedia romantica tipica americana.
Dal punto di vista tecnico il libro è scritto in prima persona alternando i capitoli con il punto di vista sia di Ryan che di Emily, il che ci rende una visione più completa della storia. La modalità di scrittura dell'autrice è fluida e scorrevole. Ho trovato solo un paio di refusi ma niente che ne impedisca la lettura.
Che altro dire... grazie Penelope, anche questa volta, per avermi trasmesso un sorriso. Libro consigliato a coloro che vogliono evadere dalla vita quotidiana e per gli amanti delle commedie romantiche.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino