RECENSIONE - "Prima regola: non innamorarsi " di Felicia Kingsley

Titolo: Prima regola: non innamorarsi
Autore: Felicia Kingsley
Editore: Newton Compton
Genere: Romance
Prezzo e-book: € 5,99
Prezzo Cartaceo: € 9,40
Data di pubblicazione: 01/06/2020
Pagine: 356

ORDER



Silvye ha ventisette anni, una madre asfissiante e sogna solo una vita normale, con un lavoro normale. Ma la verità è che la sua vita è tutto meno che normale perché… è una truffatrice. Sì, una truffatrice, figlia di una truffatrice che l’ha istruita alla perfezione nell’arte del furto e dell’inganno. Ci sono solo due cose che Silvye non deve fare: mangiare carboidrati e innamorarsi. A lei, le regole proprio non piacciono: ok vivere senza innamorarsi, ma non senza carboidrati! C’è invece una persona a cui le regole piacciono moltissimo: Nick Montecristo, affascinante ladro-gentiluomo e astuto genio dell’arte. È un abile stratega, impermeabile ai sentimenti, e non ha mai fallito un solo incarico. Nick e Silvye sono i prescelti da un ricco ed eccentrico collezionista, per mettere a segno un colpo sensazionale. Peccato che i due si detestino e abbiano qualche conto in sospeso da regolare. Lei è fuoco, lui è ghiaccio. Impensabile lavorare insieme, impossibile dire di no al colpo. Riusciranno Nick e Silvye a passare da rivali a complici, ed evitare che una fastidiosa quanto imprevista attrazione tra loro complichi le cose? Ma sì, in fondo sono due professionisti, basterà rispettare una sola regola…

Felicia Kingsley è nata nel 1987, vive in provincia di Modena e lavora come architetto. Matrimonio di convenienza, il suo primo romanzo inizialmente autopubblicato, ha riscosso grande successo in libreria con Newton Compton ed è diventato il secondo ebook più letto del 2017. Stronze si nasce, Una Cenerentola a Manhattan e Due cuori in affitto sono stati nella classifica dei bestseller per settimane. La Newton Compton ha pubblicato anche La verità è che non ti odio abbastanza, Prima regola: non innamorarsi e, in ebook, Appuntamento in terrazzo, i cui proventi verranno devoluti all’Ospedale Policlinico di Modena.

Ben ritrovate chiacchierine, oggi vi parlo dell’ultimo, attesissimo romanzo di Felicia Kinsley, Prima regola: non innamorarsi, edito da Newton Compton.
Ho iniziato questo romanzo molto incuriosita dai due personaggi, sicuramente molto particolari e diversi dai soliti protagonisti dei romance. Sono infatti due ladri professionisti. Ma, a dir la verità, durante la lettura quello che mi ha veramente stupito, e anche affascinato, oltre ai due protagonisti, che sono stati comunque molto ben caratterizzati, è stata la trama di questo romance.
Ma partiamo da loro: Nick e Sylvie sono due ladri professionisti, ma pur facendo lo stesso mestiere sono praticamente agli antipodi.

Nick è preciso, meticoloso, ama programmare e avere tutto sotto controllo, al limite dall’essere ossessivo-compulsivo. Non solo, ha un’ampissima conoscenza nel mondo dell’arte e una profonda intelligenza che lo rendono affascinante. I suoi lavori sono precisi e puliti, tanto da essere ribattezzato Il chirurgo, e i suoi lavori chiamati consulenze.

“Un uomo bello è una cosa, un uomo bello e che sa usare i congiuntivi è un’arma di seduzione di massa”

Sylvie, al contrario, è una maga dell’improvvisazione, ed è conosciuta come La gazza ladra. Cresciuta da una madre che per vivere fa la truffatrice, e invece di insegnarle a fare i biscotti le ha insegnato a mentire e a piangere a comando. Nonostante desideri solo una vita semplice e un lavoro normale si ritrova a far la truffatrice per pagare un debito enorme contratto da un pessimo affare fatto proprio dalla madre. Odia le regole, ama godersi la vita e lo shopping sfrenato.
Quando Lord Henry li convoca entrambi per affidargli una missione veramente particolare, per la quale è disposto a pagare due milioni di euro, i due si ritrovano a dover collaborare nonostante le loro diversità.
Tra i due i battibecchi sono all’ordine del giorno, ma su una cosa sono perfettamente d’accordo: fissare come prima regola il non innamorarsi.

“Sei la persona sbagliata, arrivata al momento sbagliato” dice una voce alle mie spalle “il rischio di innamorarmi di te è altissimo”

In viaggio sull’Orient Express, per poi arrivare a Venezia, e infine a Vienna. Si ritroveranno a risolvere enigmi e misteri, ma riusciranno a rispettare quella regola che si erano dati?

“Le storie più belle non sono quelle che cerchi, ma quelle che non vedi arrivare, che ti sorprendono, alle quali non eri preparato.”

Considerazioni
Felicia ha rischiato con questo romanzo insolito e particolare, ma devo dire che ha fatto centro, con questa storia a metà tra una commedia romantica e Il codice da Vinci. Mi ha particolarmente colpito come ogni piccolo dettaglio si andasse a incastrare con gli altri per arrivare ad avere solo alla fine il puzzle completo.
Lo stile dell’autrice è inconfondibile, frizzante e ironico, tiene il lettore incollato pagina dopo pagina. I pov in prima persona, sono alternati e particolarmente divertenti, soprattutto all’inizio quando cercano di fregarsi l’uno con l’altro. Le descrizioni dei luoghi e delle opere d’arte sono così vive e reali da sembrare di essere lì.
Un romanzo originale che consiglio a chi ama le spy story con tocco di romanticismo e un po’ di suspense.

Buona lettura.
Alessia



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni