RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Il coraggio porta il tuo nome" di Elisabetta Vona

Titolo: Il coraggio porta il tuo nome
Autrice: Elisabetta Vona
Editore: Triskell edizioni
Genere: contemporaneo, Young adult, romanzo di formazione, queer
Prezzo Ebook: 4,99 € 
Prezzo cartaceo: 15,00 €
Pagine: 271 
Serie: autoconclusivo

Levi ha diciotto anni e non nutre alcun sogno per il futuro. Un oscuro episodio del suo passato lo ha portato a chiudersi in se stesso. La vita trascorre monotona nel paesino di montagna in cui vive, finché un giorno arriva a scuola un nuovo studente dai tratti orientali di nome Sifeng.
Levi si sente subito attratto dal ragazzo e prova a fare amicizia con lui. Le cose però non sono così facili: Sifeng è vittima di un paio di bulli e viene discriminato perché è cinese. Levi inoltre ha notato dei lividi sul suo corpo.
Tra problemi familiari e primi batticuori, la delicata storia di due adolescenti che trovano l’uno nell’altro il coraggio di vivere, crescere e amare.

Elisabetta Vona ha 20 anni ed è cresciuta in un paesino di provincia della Sicilia orientale. Da sempre appassionata di romanzi, nel tempo libero, oltre a leggere, ama scrivere le storie che crea nei momenti in cui non riesce a prender sonno.
Buongiorno a tutti,
Vi parlo della mia ultima lettura, si tratta de "Il coraggio porta il tuo nome", di Elisabetta Vona, edito da Triskell edizioni che ringrazio per la copia digitale ARC.

Un tuffo nel passato direttamente nell'età adolescenziale e nell'ambiente scolastico, è questo che mi è successo leggendo la storia di Levi e Sifeng.

Levi ha diciotto anni, si è trasferito da 5 anni in un paesino in provincia di Como, dopo un evento traumatico che ha gettato lui nell'apatia e la sua famiglia in una sorte di calma apparente che rischia di sgretolarsi al minimo sentore di problematica. Ha una vera e propria fissazione per il nuoto che sembra l'unica cosa che lo proni a mettersi in gioco, ma questa cosa gli fa perdere di vista ogni altro aspetto della vita scolastica, al punto che i genitori intervengono per cercare di riportarlo sulla strada giusta tra dovere e piacere. 

"Ma cosa sono i sogni? Forti desideri irrealizzabili? E se fossero stati impossibili illusioni, perché c’era ancora gente che faceva di tutto per farli avverare? Lui faceva parte di quel gruppo di persone che avrebbe fatto di tutto per realizzare il suo sogno. Quindi io volevo farlo per lui, rendere la sua illusione realtà."

Sifeng ha 16 anni, è introverso, ha un aspetto fragile e questo diventa un attrattiva per i bulli che trovano in lui la vittima perfetta. Il ragazzo nasconde un segreto e ciò che subisce a scuola, paradossalmente, è il meno grave dei suoi problemi.

«Il suono della pioggia mi rilassa, ha un odore buonissimo e, infine, adoro stare a casa al caldo…»

L'incontro tra i due ragazzi è casuale, ma Levi sente subito un moto di protezione verso questo compagno che nasconde in sé una forza e un coraggio che nessuno gli attribuirebbe.
Tra i due nasce un sentimento che viene presto ostracizzato dalle figure paterne, ma sostenuto dal resto della famiglia. Un'amicizia pura e sincera che presto si trasformerà in qualcosa di più forte nonostante le tante difficoltà e le esperienze taciute. La loro è un'età in cui non si è ancora autonomi, ma si avrebbe voglia di sottrarsi dagli obblighi imposti dalla famiglia che spesso non rappresenta il porto sicuro che dovrebbe essere.

"Sifeng non staccò gli occhi dai miei neanche per un attimo. Stava soffrendo anche lui, lo vedevo, ma non sapevo come aiutarlo. Quindi, per l’ennesima volta, non feci nulla."

Considerazioni

La lettura non è stata subito idilliaca perché ho faticato a entrare nella testa di Levi che si racconta in prima persona. Questa sensazione di distacco è durata circa fino al 15% del libro dove la storia prende un ritmo più scorrevole e si scoprono alcuni dettagli che danno una connotazione alla confusione di Levi e, di conseguenza, alla mia.
Questo testo affronta tantissime tematiche: bullismo, violenza fisica e psicologica, negazione e coming out. Tutte esperienze negative che devono fronteggiare i giovani protagonisti. A queste sono affiancate anche i percorsi per affrontare le problematiche, infatti si parla dell'importanza di un sostegno psicologico e della denuncia. Ho apprezzato questa cosa perché potrebbe essere di aiuto a lettori che vivono queste esperienze.

"Pensai che, alle volte, le persone che soffrivano di più erano quelle che sorridevano riempiendo di arcobaleni colorati la vita di quelli che stavano loro intorno."

Molto dolce la storia d'amore che Levi e Sifeng vivono nella prima parte della loro conoscenza. Un sentimento raccontato attraverso le sensazioni senza necessità di descrizioni hot.
La storia ha una linea temporale di oltre dieci anni in cui assistiamo alla crescita e alle esperienze dei personaggi primari e secondari che hanno a loro volta un ruolo molto importante.

L'autrice è molto giovane, ho trovato la sua scrittura a tratti acerba, ma devo riconoscere che la storia ha una buona idea di base, ogni problematica è affrontata in modo chiaro anche se un po' superficialmente;  le faccio i complimenti e leggerò volentieri altro di suo.
Il testo risulta corretto e apprezzo sempre quando un romanzo si addentra in risvolti psicologici perciò mi congratulo con la casa editrice per la pubblicazione.

"L’affetto che si provava per qualcuno poteva sparire a causa di una preferenza sessuale?"

È una lettura che mi sento di consigliare anche ai lettori adolescenti che vogliono approcciarsi a una storia d'amore con tematiche lgbtqia. Ne consiglio la lettura anche a chi crede nelle anime gemelle e nell'amore che va oltre il tempo e lo spazio.

Buona lettura!
Monica S.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io al posto tuo" di Valentina Torchia

RECENSIONE - "La pittrice di Tokyo" di Sarah I. Belmonte

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Dude – Skulls Of Hell MC Vol. 4" di Silvia Carbone