BLOG TOUR "Cuore Oscuro" di Mariarosaria Guarino - L'Ambientazione





In uscita domani, il nuovo fantasy della Starlight, “Cuore oscuro – The destiny’s stone” di Mariarosaria Guarino, in offerta speciale a 0,99 cs su Amazon e in Kindle Unlimited. In questa seconda tappa del blogtour vi mostriamo l’ambientazione del romanzo, ma prima ecco la trama e i dati principali del libro.



Titolo: “Cuore oscuro – The destiny’s stone”
Autore: Mariarosaria Guarino
Editore: collana Starlight
Pagine: 202
Data di pubblicazione: dal 18 aprile su Amazon in offerta a 0,99 cs e in Kindle Unlimited


Una fata egoista e superba, questo si aspettano che sia il re della corte unseelie, dove gli esseri hanno tutti un’indole malvagia. Ma Aidan è molto di più: mascherati da battute e dimostrazioni della propria grandezza, si celano in lui anche degli atti di gentilezza e il suo pensiero è sempre fisso al benessere del popolo.
Quando però il principe degli elfi si presenta a palazzo per chiedere aiuto, parlandogli dei poteri di una gemma che si è incrinata e porterebbe alla distruzione del mondo magico, Aidan non è convinto delle sue parole. La pietra del destino è solo una leggenda, non ci sono prove della sua esistenza e nessuno sta minacciando il suo regno.
Questo finché, un giorno, una creatura oscura ignora i suoi ordini. Nessuno si è mai ribellato prima e questo lo spinge a partire, insieme agli altri rappresentanti dei regni magici: la bella ninfa Alfea, il saggio principe degli elfi e l’affascinante delegato della corte seelie, una creatura diffidente e determinata a tenerlo lontano. Alistair è tutto ciò da cui Aidan vorrebbe fuggire, ma farsi beffe di lui lo diverte. Per la fata della luce lui rappresenta un pericolo, ma l’attrazione e le prove sempre più intime a cui vengono sottoposti mettono a dura prova la loro resistenza.
Quello che inizia come un viaggio per la salvezza, si rivela presto un percorso ricco di ostacoli dove non sono richiesti solo l’uso della magia o l’abilità nel risolvere i problemi, ma anche la capacità di fronteggiare i tormenti interiori, i dolori passati… e se stessi.

“Non volevo fargli del male, volevo solo che mi lasciasse in pace e che tutto tornasse come prima,perché quando non lo conoscevo potevo fingere che tutto andasse per il meglio, che il mio mondofosse perfetto.”

Mariarosaria, quali luoghi ci troviamo a percorrere in questo fantasy?

La prima ambientazione per Cuore Oscuro – The destiny’s stone è quella della corte unseelie ossia delle fate oscure, regno di Aidan Leaf. Si presenta come un bosco, in alcuni punti rigoglioso e in altri cupo e ostile, in cui la nebbia imperversa ed esseri minacciosi si nascondono tra gli arbusti. La corte delle fate impure è caratterizzata da una notte buia e spesso senza stelle.


Andando in ordine di lettura, al secondo posto troviamo il regno degli elfi. Collocato sulle montagne, il bosco di Bark ospita un popolo il cui potere è legato alla natura e di cui Saulius è il principe. Foreste lussureggianti, in contrasto con un cielo azzurro che dà l’idea di poter essere sfiorato solo sollevando le dita al cielo, sono le sue caratteristiche.


Al terzo posto troviamo la corte seelie, quella delle fate pure, da cui proviene Alistair Fael. In questo regno il verde intenso della vegetazione si fonde con l’azzurro cristallino delle innumerevoli fonti d’acqua che lo caratterizzano. Bellezza e purezza sono gli elementi che catturano lo sguardo di chi vi transita di giorno, mentre di notte si viene conquistati dal cielo illuminato da ogni costellazione conosciuta.



Al quarto posto abbiamo il regno delle ninfe. Arbusti e prati in fiore, pozze pure di acqua cristallina, venti tiepidi che ti accarezzano e colori dalle sfumature intense sono gli elementi che rendono questo luogo speciale.


Ultimo regno in ordine di lettura, ma non ultimo in quanto a bellezza, quello in cui risiedono i signori del cielo: i draghi. Nascosti in un luogo remoto tra le montagne innevate, il posto in cui vivono gli antichi è simbolo di potenza e saggezza. Le loro dimore sono state scavate nella roccia e si sviluppano nelle profondità della terra.



In questo romanzo le ambientazioni sono molto diverse tra loro, ed è per questa ragione che ho deciso di dare equo spazio a ognuno dei cinque regni. Nessuno dei luoghi rappresentati in Cuore oscuro The destiny’s stone esiste, sono tutti frutto della mia immaginazione e ho deciso di descriverli affinché rispecchiassero al meglio il protagonista che li rappresenta.

Il blogtour prosegue nei prossimi giorni con l’intervista all’autrice e il review party. Potete seguire l’evento al seguente link:


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino