RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Un cuore da riscaldare" di Sylvia Day

Titolo: Un cuore da riscaldare
Autore: Sylvia Day
Editore: Amazon Crossing
Prezzo ebook: 2.98 €
Prezzo cartaceo: 7,90 €
Genere: Romanzo contemporaneo
Data pubblicazione: 14/04/2020
Pagine: 156

PRE-ORDER



La dottoressa Teagan Ransom è un chirurgo estetico molto famoso, ed è anche ricca e bellissima. A renderla celebre è stato il reality show sul suo lavoro, che l’ha lanciata nel jet set newyorkese. Ma anche la vita più serena può prendere strade inaspettate e dolorose, e Teagan l’ha imparato a proprie spese.

Ora abita da sola a Seattle, in una fantastica villa affacciata sullo stretto di Puget, ha dei vicini di casa amorevoli ed esce molto poco. Ed è in una di queste rare sortite che accade l’inevitabile. Alto, bellissimo, muscoloso, tatuato: Garrett Frost compare dal nulla come una splendida visione, ma non sembra voler svanire allo stesso modo... È lui infatti il nuovo vicino di Teagan, il misterioso compratore della villetta di fronte alla sua. Tra i due scatta subito la scintilla di un’attrazione irresistibile, magica e travolgente. E anche se la fragile e insicura Teagan fa del suo meglio per sottrarsi, il fascino magnetico di Garrett sembra poter piegare la resistenza più difficile, quella di un passato troppo doloroso da ricordare.

Buongiorno a tutti,
Ho letto in anteprima il nuovo romanzo di Sylvia Day, Un cuore da riscaldare, edito da Amazon Crossing. Ringrazio la CE che mi ha fornito il file ARC.

L'autrice ci ha abituati a dei maschi alfa che una volta individuata la donna giusta sono disposti a tutto pur di conquistarla. Di contro abbiamo delle protagoniste che fuggono pur non essendo indenni al fascino della contro parte.

"Qui posso stare da sola con i miei pensieri, senza nessuno a giudicarmi o a compatirmi o ad aspettarsi da me che superi la cosa."

Teagan e Garrett non fanno eccezione e in una danza ben nota si muovono nel solito modo a cui siamo abituati. 
La storia evolve in un crescendo di tensione sessuale che si alimenta al minimo sguardo. In una vita quasi piatta che scorre tra passeggiate e cene tra amici, c'è il sentore di un tormento interiore che viene nascosto fino all'esplosione della bolla in cui entrambi si sono chiusi.

"L’impulso di combattere o scappare fa a gara dentro di me con lo shock. Era da molto tempo che qualcosa non mi ricordava il mio essere donna."

Una lotta su più fronti tra la ragione, i segreti e la passione il tutto in un ambiente quasi da favola o perenne vacanze.

"E in un attimo la tristezza sparisce. È la sua magia. Sono affascinata all’idea di avere lo stesso potere su di lui."

Considerazioni

Questa lettura non mi ha soddisfatta. Fin dalle prime pagine ho notato un eccesso di descrizioni dei luoghi e delle azioni, persino dei gesti. Il tutto a discapito di approfondimenti ben più importanti di cui ho sentito la mancanza quasi totale.
La narrazione è il prima persona al presente e il pov è quello di Teagan, l'anello debole della storia visto che non si espone e che anche interiormente dà veramente poco di lei. 
Molti elementi devono essere colti dal lettore che deve anche strutturare una gamma di ipotesi per spiegare determinati atteggiamenti. Un vero peccato perché nonostante il romanzo sia breve si poteva sviluppare in modo ben più ampia la parte psicologica, che invece è stata maltrattata in favore di altro.
C'è un altro elemento che mi ha disturbata ma purtroppo farei uno spoiler e quindi devo tacere.
Un vero peccato perché Sylvia Day aveva per le mani una buona idea che secondo me non ha saputo valorizzare. Se si decidono di affrontare determinate tematiche bisogna avere il coraggio di approfondirle e scavare nella psiche dei personaggi, mettendoli a nudo e farne emergere completamente la forza e la durezza delle prove affrontate.
Inoltre bisogna comprendere quando è ora di tagliare il cordone ombelicale e passare oltre.
Traduzione e correzione sono stati ben fatti e sono questi due elementi a rappresentare una nota positiva che merita una sufficienza.

Se vi piace la scrittura dell'autrice probabilmente apprezzerete anche questo libro che si legge in poco tempo e che per lo più è una lettura leggera.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino