RECENSIONE - "PLAISIR D’AMOUR - Struggimento d’amore" di Vera Demes

Titolo: PLAISIR D’AMOUR - Struggimento d’amore
Autore: Vera Demes
Editore: Self-publishing
Genere: Historical Romance
Prezzo ebook: € 1,99  + KU
Prezzo cartaceo: € 13,00
Data di Uscita: 20 marzo 2020
Pagine: 388
ORDER


"Perché il vero amore è uno solo. Non esiste donna che potrebbe sostituire quella che si è amata per la vita. Quel genere di amore non è replicabile."

In un piovoso mattino di luglio dell’anno 1805 Blanche de Chalon e sua sorella Alexandra raggiungono fortunosamente l’Inghilterra provenienti da Parigi. 
Rimaste orfane e prive di mezzi, le due giovinette vengono accolte a Brentwood House, la sfarzosa dimora dello zio materno, il conte di Bloomsbury. 
Differenti per età e indole, la diciottenne Blanche e la tredicenne Alexandra accettano a fatica la loro sorte e l’accoglienza glaciale di quei parenti inglesi di cui sanno poco o niente. 
Nulla sembra poter modificare lo stato delle cose ma l’arrivo del capitano di fregata lord Howe duca di Padrisham, reduce dalla battaglia di Capo Finisterre ed eroe della Royal Navy, provocherà un drastico mutamento negli equilibri e nelle relazioni della piccola comunità. 
Blanche è graziosa, educata in modo liberale, curiosa e idealista e il capitano è affascinante, passionale, fin troppo impulsivo e ha deciso che quell’incantevole fanciulla dovrà essere sua. 
Tra balli, passeggiate, sguardi rubati e il palpitare intenso di emozioni inedite, tra i due giovani sboccerà un sentimento profondo. 
Ma la felicità è fuggevole ed eventi improvvisi stravolgeranno le loro esistenze.
In un’epoca di tumulti, di guerre, di nazionalismi e di gravi incertezze, tutto sarà perduto.
Eppure nella sofferenza risiede il segreto della felicità. Contro ogni destino.

Buongiorno a tutti,
oggi vi parlo di un libro che ho letto durante questo periodo di quarantena. Un romanzo storico, genere che non leggevo da moltissimo tempo. Si tratta di "PLAISIR D’AMOUR - Struggimento d’amore" di Vera Demes. Ho scaricato il libro tramite Kindle Unlimeted.

Blanche Ha diciotto anni, è di una bellezza eterea con colori chiari che richiamano un angelo, ma carnale per un corpo florido che attrae gli sguardi degli uomini e l'invidia delle donne. Di indole generosa e dolce con un solo sorriso riesce ad abbattere le difese di chiunque. Riflessiva, ben educata e brillante Blanche ha in sé il fuoco della passione, ma per necessità riesce a tenerlo a bada e a salvaguardare le apparenze. Cresciuta con l'esempio dei suoi genitori cova l'ideale di un amore capace di stravolgere e far brillare ogni cosa anche grazie al romanticismo.

"Quella pioggia sembrava un pianto ininterrotto di lacrime inesauribili, un segno del fato che avrebbe segnato quel loro travagliato percorso."

Alexandra ha solo 13 anni e non riesce a gestire il suo temperamento irruente che finisce spesso per metterla nei guai. A un certo punto neppure l'affetto che prova per la sorella e gli forzi di quest'ultima riescono a frenarla e il disastro sarà imminente.

"Ama, ama follemente, ama più che puoi e se ti dicono che è peccato ama il tuo peccato e sarai innocente."

Lord Howe duca di Padrisham ra 26 anni, uno scapolo ambito sia per posizione che per aspetto. Un eroe che ha combattuto per il suo Paese e ne appoggia gli ideali. Un uomo gentile e attento che non si scompone nel contravvenire alle regole della società.

In un contesto rigido che segue l'etichetta in un modo marziale e con tanta cattiveria le due ragazze si trovano spaesate. Per nascita ricche e nobili a Brentwood House saranno trattate alla stregua di ospiti indesiderate su cui sfogare ogni tipo di cattiveria. Blanche e Alexandra dovranno lottare in primo luogo con il loro carattere per non esplodere e finire i mezzo a una strada. Cosa non facile visto che gli attacchi giungono da ogni persona che le circonda e anche chi gli tende una mano potrebbe farlo solo per un torna conto.

"Oh, se solo avesse potuto stare da solo con lei, rivelarle ciò che si agitava nel suo animo, il desiderio irrisolto ma profondo di farla sua e di proteggerla e amarla sempre, fino alla fine dei loro giorni."

Una situazione tesa che rischia di implodere da un momento all'altro, ma forse il disastro imminente potrebbe essere il momento per ricominciare a sperare.

Considerazioni

Uno storico perfetto che mi ha fatto immergere nell'ambientazione del XIX secolo con le regole del bel mondo, gli usi e i costumi dettati delle etichette del periodo. Fin dalle prime pagine mi sono trovata catapultata in un mondo che mi affascina.
I protagonisti e i personaggi secondari sono ben caratterizzati. I paesaggi e i luoghi sono ricreati in un modo delizioso, i dialoghi sono perfetti nei termini e nel modo di porsi tra i vari ranghi di ognuno. Una narrazione in terza persona e con un linguaggio ricercato permettono di entrare in sintonia col testo.
L'atmosfera è in continua mutazione momenti sereni e dolci vengono sconvolti da tensione, maldicenze e il pericolo imminente della guerra. Un clima che già da solo darebbe di che pensare.

È la prima volta che leggo Vera Demes e devo dire che ne sono piacevolmente colpita sia per la cura che ho riscontrato nel testo sia per il suo modo di scrivere: ricercato ed elegante, idoneo al periodo storico e al contesto. Durante la lettura ho trovato vocaboli che abitualmente non uso, così sono stata spinta a ricercarne il significato e adoro essere stimolata anche in questo modo.
L'unico appunto è che alcune scene sono ripetitive quindi una volta capite le intenzioni e i pensieri di ogni personaggio si ha come l'impressione di trovarsi in un déjà vu, avrei preferito un ritmo più continuativo. Stessa cosa vale per le peripezie che i due poveri protagonisti devo affrontare.

La storia mi è piaciuta e mi ha tenuta avvinta alle pagine regalandomi delle emozioni.
Ne consiglio la lettura a tutti gli appassionati del genere e a chi crede che ogni traversia trovi il giusto epilogo nell'amore puro e passionale.

Buona lettura!
Monica S.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni