RECENSIONE "Camminando su una nube" di M.S.

Titolo: Camminando su una nube
Autore: M.S.
Editore: Self Publishing
Genere: Contemporary Romance
Prezzo ebook: € 1.99
Prezzo cartaceo: € 9.36
Data pubblicazione: 24 marzo 2020
Pagine: 214
Serie: autoconclusivo
ORDER


Kate è fuggita da un futuro già scritto, da una vita che i propri genitori avevano scelto per lei. Arriva a New York per realizzare il sogno di scrivere per Top Film, la più conosciuta rivista di cinema di tutta la nazione. Ma Kate ha anche una particolarità: viaggia un po’ troppo con la fantasia, tra ottimismo e speranza, arrivando, talvolta, a non distinguere la realtà dall’immaginazione.
Cameriera in un bar dal sapore un po’ troppo vintage, con un piccolissimo appartamento che chiama “attico”, in una notte di rabbia per le poche occasioni che le concede quella città, scrive sul suo blog uno sfogo. Parole dure che la portano a conoscere Mark, il rampollo della famiglia che dirige proprio Top Film. È quel ragazzo che fa scattare in lei un aumento di strane fantasie.
Tra coraggio, determinazione e incoscienza, Kate sembra avere la sua occasione per dimostrare quello che vale professionalmente. Ma è davvero tutta una coincidenza? È tutto reale? Tra realtà e fantasia, potrebbe anche scattare quella famosa scintilla.


Cari lettori, ben trovati. Prima di cominciare questa recensione volevo dare a tutti un grande abbraccio virtuale e invitarvi a non mollare e a continuare a stare a casa. In questo periodo particolarmente duro, noi continuiamo a leggere per noi e soprattutto per voi per tenervi compagnia anche in questi momenti.

Oggi vi parlo di “Camminando su una nube” di Manuel Sgarella.
La protagonista è Kate, una ragazza con la testa tra le nuvole che sogna di diventare qualcuno a New York e di poter scrivere per una rivista di cinema famosa, la Top Film. Per questo lascia la sua casa, la sua città e il futuro che i suoi genitori avevano scelto per lei. Kate fa un salto nel buio per inseguire i propri sogni, ma davvero nella grande mela troverà quello che cerca? 

“Forse New York non è il mio posto. Forse devo tornare al negozio di arredamento dei miei genitori. Forse ha ragione mio padre: dovrei sposare Peter e smettere di fare i capricci. Forse devo smettere di scappare. Forse devo arrendermi.”

Dovete sapere che Kate ha una dote particolare, riesce a estraniarsi immaginando come andranno le cose come se accadessero in un libro. Infatti molto spesso, invece della realtà, lei vive ne “Il libro di Kate”, dove tutto è come dovrebbe essere. Purtroppo il libro di Kate è solo una finzione e la nostra protagonista si troverà a scontrarsi con una realtà molto dura. Niente è come aveva previsto.
Durante una serata che segna una svolta nella sua vita, incontra Mark. Sarà un principe azzurro o l’ennesima illusione?
Questo libro mi è piaciuto, l’ho trovato leggero e simpatico, perfetto per alleggerire lo spirito.
Kate è una protagonista davvero particolare e divertente. L’aspetto più buffo è che spesso non si rende conto se quello che immagina succede davvero oppure se è solo frutto della sua immaginazione.

“Non so se sia realtà o fantasia, non mi importa. Non voglio più distinguere quello che vorrei da quello che non riesco a ottenere. Adoro la mia nube, adoro passeggiare su quel soffice manto. A questo punto, la realtà preferisco viverla con le mie fantasie, forse dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, piuttosto che arrendermi. Perché questa è la vita che voglio. Con il Libro di Kate che entra prepotente nella realtà.”

La narrazione in prima persona è ottimale poiché Kate è l’assoluta protagonista e viviamo la sua storia passo passo insieme e a lei. 
Nonostante la trama in sé e per sé non sia proprio nuova, e nonostante possiamo benissimo immaginare il finale, la lettura si svolge tranquillamente e lo stile semplice, scorrevole e frizzante invoglia a continuare.
Difficile trovare libri scritti da un uomo con una protagonista femminile, ma la cosa è decisamente interessante, soprattutto quando, come in questo caso, si centra l’obiettivo.
Il mio voto è 4/5.
Consiglio questo libro a tutti. 
Buona lettura.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni