RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Come la neve" di Davidson King

Titolo: Come la neve
Titolo Originale: Snow falling
Autrice: Davidson King
Traduzione: Andrea Silvestri
Editore: Quixote edizioni
Genere: Qlgbt Contemporaneo
Pagine: 284
Prezzo ebook: €4,10
Prezzo cartaceo: € 11,44
Data di uscita: 4 novembre 2019
Serie: Haven Hart Universe #1
ORDER

Da quando è fuggito da un passato che lo avrebbe condannato a morte, Snow si nasconde nelle strade.
Non dire a nessuno il tuo nome.
Non rivelare a nessuno i tuoi segreti.
Non fidarti di nessuno.
Queste sono le regole della strada.
La sua vita cambia quando salva un bambino di otto anni da una morte violenta.

Christopher Manos è uno dei capi criminali più potenti del Paese.
Non chiedere a nessuno di fare ciò che tu non saresti disposto a fare.
I segreti possono ucciderti.
Non fidarti di nessuno.
Quando il nipote di otto anni scompare, non si aspetta che il salvatore del bambino diventi anche il suo.
Un uomo dal passato pericoloso e uno dal futuro altrettanto pericoloso trovano l’amore in mezzo a omicidi e violenza. Ma con la vita di Snow costantemente sotto minaccia, riuscirà Christopher a far sì che tutto quello che hanno non si sciolga come neve al sole?
Buona domenica a tutti,
ho avuto il piacere di leggere in anteprima "Come la neve" di Davidson King, edito dalla Quixote edizioni che mi ha fornito il file per la lettura.

Snow è un giovane uomo di che vive per strada. Ha un aspetto etereo coi suoi capelli biondi, gli occhi color del ghiaccio e la carnagione di alabastro. Per sopravvivere sa di doversi nascondere per passare inosservato ma il suo grande cuore e la voglia di giustizia fanno sì che non sopporti le angherie, e quando vede un bambino in pericolo non ci pensa due volte a salvarlo. Questo lo espone e lo mette nella condizione di dover pensare a una via di fuga ma non sa che forse quella mossa azzardata potrebbe essere la sua salvezza.

"È così che ci si sente ad avere una famiglia? Un tempo, ne avevo avuta una anche io. Era piccola, ma mia. Poi l’avevo persa ed era sopraggiunto l’incubo, ed era diventata solo un eterno ricordo nella mia mente incasinata."

Christopher è potere, virilità e oscurità. In un solo uomo sono racchiuse molteplici sfaccettature che lo rendono unico sia per l'aspetto che per l'aurea di carisma che emana. Un fisico possente, capelli neri e occhi d'ossidiana lo rendono un uomo che attrae come una calamite chiunque gli gravita intorno. Un capo famiglia che crede nel rispetto e nella fiducia che esige e dà oltre ogni logica.

"Snow non voleva farmi del male, non aveva neanche intenzione di provarci. Semplicemente, gli stavo portando via la possibilità di scegliere e quello non gli piaceva affatto; non era abituato a fare affidamento sugli altri. Potevo non conoscerlo, ma avevo incontrato parecchie persone come lui. Diavolo, io ero come lui."

Quando i due si incontrano saltano tutte le convinzioni. L'interesse che provano va oltre la ragione e anche se la naturale diffidenza gioca a sfavore, l'istinto li porta a cedere parte della loro anima, a rivelarsi e a fidarsi, nonostante tutto.
Pericolo, potere, il passato e tanta malvagità sovvertono la relativa calma che i due riescono a fatica a conquistarsi. In un gioco di astuzia e forza si metterà a rischio molto di più della vita.

"Più tardi, quella notte, mentre Snow dormiva al mio fianco, mi domandai quanto sarebbe durata. La felicità. Mi chiesi quanto ci sarebbe voluto, perché la mia vita lo rovinasse come aveva rovinato tutti gli altri di cui mi era importato. Avrei avuto modo di innamorarmi di lui, o se ne sarebbe andato prima dell’estate?"

Considerazioni

La narrazione in prima persona al passato e a pov alternati permette di conoscere al meglio i due protagonisti. I personaggi secondari sono importanti e ruotano per l'intera storia contribuendo nelle decisioni e nelle azioni.

Una storia che si legge davvero velocemente sia per i dialoghi ricchi e veloci, sia perché una volta iniziata la lettura è quasi impossibile sospenderla.
L'autrice ha dato vita a una storia semplice ma ha saputo arricchirla di elementi che la rendono unica e parlo di una buona caratterizzazione del singolo personaggio, interessanti risvolti psicologici e dell'ambientazione, che muta ogni volta e contribuisce a creare aspettativa e a trasportare nelle varie scene.
Il passato viene rivelato poco a poco e lascia sconvolti per il livello di avidità e meschinità che l'essere umano può raggiungere. I personaggi subiscono una crescita graduale e li si vede maturare e prendere coscienza del proprio cambiamento. In primo piano i sentimenti quelli che nascono e anche quelli che sono stati traditi o delusi.

Mi è piaciuto molto il fatto che la criminalità e quindi le figure che detengono il potere non siano state stilizzate nel solito cliché ma ci vengono mostrati i due lati della stessa medaglia: quello becero, rude e pronto a sporcarsi le mani di sangue, senza riflettere, e quello più sofisticato che usa il potere, in un modo forse più subdolo, ma sfruttando la propria posizione sociale ed economica. Ognuno lotta per il proprio tornaconto ma usando armi differenti.

La traduzione è ottima e il file è corretto pur non essendo quello definitivo. Spero solo di non dover attendere troppo i prossimi volumi.
Non mi è piaciuta tanto la forma verbale al passato ma è una cosa personale.

Se vi piacciono le storie contemporanee dove la dolcezza nasce nei luoghi più improbabili, dovete assolutamente leggere questo libro che dà speranza e porta a fare il tifo affinché ogni cosa vada al suo posto.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni