RECENSIONE - "L'unica certezza che ho" di Debra Anastasia

Titolo:  L'unica certezza che ho
Autore:  Debra Anastasia
Editore:  Newton compton
Genere:  Dark romance
Prezzo ebook: € 3.99
Data Pubblicazione:  15 novembre
Pagine: 261
Serie: autoconclusivo

ORDER
Sono stato definito un pazzo, un violento, una bestia. E così ho lasciato che i loro insulti si trasformassero in una corazza da indossare. Essere temuto, dopotutto, può essere comodo quando la vita ti volta le spalle. Le cose non sono mai state facili per me. Tutto quello che ho, l'ho dovuto conquistare a fatica, un pezzo per volta. E ho dovuto imparare a mie spese che è meglio non fidarsi di nessuno, perché il prezzo da pagare per una debolezza può essere altissimo. Ci sono solo due persone che hanno avuto il privilegio di guardare oltre l'animale e vedere il mio vero io. Uno è Nix, mio fratello. L'altra... è l'unica certezza che ho.
Debra Anastasia
Adora inventare nuovi personaggi da descrivere nei suoi romanzi. Ha una laurea in Scienze Politiche ed è autrice di numerosi libri new adult e romance di successo. Vive nel Maryland con suo marito e due fantastici figli.
Buongiorno, vi voglio parlare di "L'unica certezza che ho" di Debra Anastasia, edito dalla Newton Compton editori che mi ha fornito il file per la lettura.
I libri sono autoconclusivi ma vi consiglio di leggere anche "Mi ami davvero" perché i personaggi sono presenti in entrambi i libri, RECENSIONE QUI

Animal è a capo di un'organizzazione malavitosa che cerca di tenere la città sotto controllo, la sua stazza e i modi spicci lo rendono un capo da temere e rispettare. Alto più di 2 metri, muscoloso al punto da esser definito una montagna e con la pelle color dell'ebano, sa dosare prestanza fisica a modi seducenti quando vuole passare delle serate in piacevole compagnia. Il suo mantra è: mai meno di due, e ci si attiene meticolosamente donandosi senza riserve a più donne contemporaneamente.

Lei è sfuggente e letale. Osserva da lontano, scruta ogni dettaglio e agisce per il bene delle persone che ama, lo fa fino alla fine perché lei ama solo una volta.

"«...Abbiamo condiviso troppo per doverci vergognare ancora di qualcosa». «Ti ricordi di quando ti ho detto che io amo una volta sola?». Era così nascosta dietro i suoi capelli, che capii che la conversazione si stava facendo seria. «Sì, sei rimasta fedele a tua madre, nonostante tutto. L’unica mamma che hai mai avuto e mai avrai». Tamburellai con le dita sulla scrivania."

Due ragazzini dal passato oscuro che si sono dati da fare per risalire l'abisso di devastazione e violenza che li voleva sconfitti e vittime. Due adulti che grazie all'impegno hanno conservato la vita e continuano a lottare per salvarsi e salvare le persone che amano. Intorno a loro gente che li vuole separati o morti. Il peggior nemico di ognuno di loro sono loro stessi con il rifiuto ad accettare l'inevitabile.
Arriverà un momento in cui gli ostacoli saranno superati o sono destinati a lottare fino alla fine? 
Tutto o niente, in palio la vita.

Considerazioni

Questa è una storia che non mi aspettavo, la prima parte mi ha tenuta incollata e portata a perdere la cognizione del tempo. Struggente, sofferta ma con una punta di tenerezza che la rende perfetta. Amore una parola forte e profonda che qui è un sentimento vivido, perché vediamo due giovani adolescenti che si danno da fare per sopravvivere a quanto di peggio possiate pensare. Un legame, il loro, che li tiene uniti come nessun altra cosa potrebbe fare.

"Eravamo circondati da ragazzi dalle facce rosee che sembravano vivere in un’altra dimensione. Dovetti fermarmi sulla porta della mensa per far passare un ragazzino che andava a buttare il suo pranzo nel cestino. Tutto il vassoio. Senza aver toccato niente. Un bel panino. Un cazzo di budino col cucchiaino di plastica. Le due cose che riuscii a vedere. Mi prudevano le dita dalla voglia di andare a riprenderle. Un pranzo fatto in casa, preparato con amore, da una mamma. Percepii lo sguardo perforante della signora Dadish sulla mia nuca. Distolsi lo sguardo dall’oggetto del desiderio e raddrizzai le spalle. Uscii, a testa alta. Da tempo ormai avevo smesso di piangere, ma sentivo il naso che mi bruciava. Volevo tanto quel pranzo. Ne feci a meno."

Nella seconda parte si passa a conoscere Animal, per come è oggi, un uomo temuto che lavora per tenere unito un regno che poggia sulle sabbie mobili. Al primo posto la sua passione per le donne, sesso a più riprese, senza limiti e con una sola regola: più ce n'è meglio è. Animal si dona ed esige lo stesso ma solo dal punto di vista fisico, nessuna dorme nel suo letto. 
Preparatevi a leggere tutti i cliché possibili in questo ambito.

Bella la caratterizzazione dei personaggi, psicologicamente risultano molto complessi e ogni passaggio e presa di coscienza è ben gestita al punto da renderli vividi.

"«Io amo una volta sola, Animal». 
Oh, merda. Ecco cos’era. T era innamorata di me. «Oh», fu l’unica cosa che riuscii a dire. 
Perché io amavo T. Lei era…be’, era bellissima. Ma io non ero innamorato di lei. 
Lei era la mia famiglia. 
Volevo tenerla con me, proteggerla."

A gravitare intorno a questa nuova coppia si trovano Nix e Becca, i protagonisti del libro precedente, e altri personaggi già visti ma anche nuovi. Ognuno di loro assume un ruolo importante che delinea le peculiarità che scopriremo nei romanzi successivi.

Una lettura su due binari uno estremamente intenso e l'altro quasi frivolo e scontato. La parte migliore è senz'altro quello che riguarda la protagonista: forte, impavida e piena di sorprese. Non attende che gli eventi si svolgano, lei prende in mano la situazione e la affronta. Finalmente una protagonista capace di prendere la scena e tagliarsela a sua misura.
Scene sessuali ai limite delle risate dove ogni cliché è inserito con tanto di misure, durata e prestazioni, ma in fondo Animal le incarna alla perfezione.
Violenza psicologica, fisica e scene degne di un thriller mi fanno segnalare la lettura come adatta a un pubblico adulto.
Il file che ho letto ha qualche errore di battitura, nulla di grave ma preferisco avvertirvi.

Se avete letto letto Mercy di sicuro avrete la curiosità di scoprire come evolve la vita di questa strana famiglia unita per desiderio e non per consanguineità.
Se vi piacciono i dark romance in questo potreste trovare una lettura piacevole.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi