REVIEW PARTY - RECENSIONE - "Il cavaliere oscuro" di Katy Regnery


Titolo: Il cavaliere oscuro
Titolo originale: Dark Sexy Knight
Autrice: Katy Regnery
Traduzione: Ellie Greene
Casa editrice: Quixote edizioni
Genere: contemporaneo
Pagine: 321
Prezzo ebook: €4,99
Data di uscita: 29 novembre 2019
Serie: Modern Fairytale #4


Dall’autrice bestseller del New York Times, Katy Regnery, un altro racconto senza tempo di eterno amore!

Liberamente ispirata alla leggenda di Camelot, Il Cavaliere Oscuro racconta la storia di Colt Lane, cavaliere in un teatro-ristorante, che incontra la sfortunata Verity Gwynn nel momento peggiore della sua vita. Sfrattati dalla loro casa, Verity e Ryan, suo fratello con bisogni speciali, devono trovarsi un lavoro o rischiano di venire separati. Colt, che nella vita reale non potrebbe essere più diverso da un cavaliere senza macchia, offre loro un improbabile aiuto, consolidando subito il proprio posto nel cuore di Verity.

Colt custodisce oscuri e profondi segreti che non gli consentono di sorridere o di vivere a testa alta, motivo per cui le persone gli stanno alla larga… finché non incontra Verity, che sembra immune alle sue maniere brusche e al suo fare taciturno. Più tempo Colt trascorre con lei, più desidera la sua dolcezza nella propria vita e anela a essere il cavaliere con la scintillante armatura che lei si merita. Certo che la perderà se Verity saprà la verità su cosa gli è successo, Colt deve decidere se può affidarle il proprio passato, per riuscire a costruire un bellissimo futuro.
Buongiorno Librosi e Chiacchierini.
Oggi vi parlo de "Il cavaliere oscuro" di Katy Regnery, edito dalla Quixote Edizioni che mi ha fornito il file per la lettura. Questo è il quarto volume della serie Modern Fairytale e si tratta della rivisitazione di Camelot.

L'incontro tra Colton e Verity è casuale e del tutto inaspettato. Lei è una donna esile, dall'aspetto fragile ma con una fierezza che la fa risaltare tra la folla. Colton ne resta subito folgorato e andando contro ogni logica si dimostra gentile e pronto a darle una mano. Cosa che anche per lui è inspiegabile. Da sempre un solitario e scostante tende a farsi gli affari suoi, a limitare al minimo i rapporti con gli altri e a tenere sotto controllo qualunque situazione, perché un fuoco oscuro gli arde dentro e una volta che inizia a bruciare le conseguenze sono devastanti.


"Colton Lane aveva sempre avuto un caratteraccio. Sempre. Sempre. Lo aveva messo nei guai prima d’allora , quel caratteraccio. Adesso li sentiva, rabbia e furia che gli vorticavano dentro come un tornado, mulinando e schiumando, ribollendo e congelando: il calore lo preparava alla battaglia e il freddo lo spogliava di ogni umanità che potesse moderare la sua ira."

Verity con la sua dolcezza e solarità riesce a incantare chiunque e pare riuscire a tenere a bada l'oscurità che rischia di soffocare Colton.
Questo cavaliere oscuro che per lei ha sempre una mano tesa per aiutarla e una parola per rincuorarla, non importa che la pronunci con un borbottio o che usi modi distaccati.
Le vite dei due sembrano poter finalmente avere un percorso lineare dove potersi godere un po' di serenità, ma oscurità e malvagità rischiano di compromettere definitivamente il futuro.

"Colt si ricordò della sensazione delle sue braccia minute che lo avevano abbracciato nel parcheggio del motel, del modo in cui aveva premuto il corpo contro il suo, estinguendo il fuoco della sua furia con la sua calma gentile. Senza una parola, aveva placato la bestia rabbiosa dentro di lui, il suo tocco l’aveva trasformato da maniaco a uomo. Quant’era potente la magia che aveva dentro il suo piccolo corpo, e con quanta disperazione Colt anelava alla sua pace."

Considerazioni

Katy Regnery ormai mi ha abituata a storie che mi tengono incollata dalla prima all'ultima pagina. Anche questa non fa eccezione, si affrontano tutti i lati del carattere da quelli più belli e solari a quelli oscuri e brutali. I personaggi sono molteplici e a ognuno viene fatto interpretare un ruolo: quello del meschino, quello del buono, del lussurioso, dell'avido, dell'arrogante. Ai protagonisti, che già di per sé sono complessi, vengono affiancate due figure che spiccano sugli altri, sono loro due, Melody e Ryan, il fulcro di ogni decisione e desiderio di stabilità.

"«Ecco cosa voglio che tu faccia, Colton Lane: stai fuori dai guai e fatti una vita decente. Puoi farlo per me, figliolo?» 
Gli fece male quando lo chiamò “figliolo”. Gli fece male in senso positivo. «Certo.»
«Hai un cuore così grande, ma devi stare attento a quanto ami. Più ami, più hai da perdere, più contrattacchi.» 
Lei lo stava fissando, Colt riusciva a sentire la severità dei suoi occhi su di sé. 
«Un giorno me ne andrò e conto su di te per prenderti cura di Mel. Se non ha te, Colton, non ha nessuno.»"

La narrazione è in terza persona e a capitoli alternati, oltre ad assistere alle vicende quotidiane,  alle speranze e al nascere dei sentimenti ne vediamo la presa di coscienza nell'accettarli. Una battaglia interiore che mette a nudo Colton e Verity nelle loro fragilità, nelle delusioni e nella paura di poter meritare qualcosa di puro e bello.
L'autrice ha affrontato il lato oscuro della mente umana e ci porta in un campo minato dove, tenendoci per mano, ci aiuta a comprendere ogni sfumatura. È difficile rimanere impassibili ma si è portati a non giudicare perché la storia scorre ineluttabile.

In Verity troviamo una donna che affronta ogni circostanza con tutta la forza necessaria a trovare soluzioni, non si arrende, stringe i denti per lei e per suo fratello. Il cuore della donna è pieno di amore per il fratello e per lui non si arrende pur avendo il bisogno di appoggiarsi lei stessa a qualcuno che l'aiuti a portare il peso delle responsabilità.

"...c’era una frase che le era rimasta impressa : La notte è oscura e piena di terrori. 
A Verity, che aveva ereditato l’affidamento di Ryan, a volte il mondo sembrava oscuro e pieno di terrori. Oh, faceva del suo meglio per affrontare le sfide a viso aperto e per tenere la testa alta, ma con un fratello come Ryan a fare affidamento su di lei, c’erano volte in cui il suo carburante per rimanere positiva finiva e il mondo riusciva a sembrarle un posto freddo, crudele e spietato."

Dire che questo libro mi è piaciuto è riduttivo, non aspettatevi supereroi stoici e infallibili ma aprite il cuore a degli esseri umani con tutte le loro debolezze e forze. Una bella lezione quella che ci dà l'autrice mettendoci di fronte alla bellezza della diversità, complimenti a Katy.

"Verity alzò una mano, poggiandosela sul cuore mentre le lacrime le bruciavano gli occhi. Ogni volta, senza eccezione, la gentilezza la faceva piangere più della cattiveria, e guardare Joe che in apparenza si interessava a Ryan la ridusse a un disastro piagnucoloso sul pavimento della stalla."

Pur avendo letto un file ARC voglio fare i complimenti anche alla Quixote per la traduzione perfetta e per la correzione del testo.

Consiglio questo libro a tutti quelli che adorano, come me, questa serie e lo stile dell'autrice. Inoltre lo consiglio a chi vuole una storia moderna, cruda ma che riesce a regalare la magia di una favola.

Buona lettura!
Monica S.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi