REVIEW PARTY - RECENSIONE "Questione di chimica" di Penny Reid

Titolo: Questione di chimica
Autore: Penny Reid
Genere: Contemporary Romance
Editore: Always Publishing
Data Pubblicazione: 21 Novembre
Formato: Ebook e Cartaceo 
Prezzo: 4.99 / 11.81
Serie: Che barba l'amore #3
LINK ACQUISTO



L’unico e solo desiderio di Jennifer Sylvester è smettere di essere la Regina della Torta alla Banana del Tennessee.
Da sempre la beniamina di Green Valley, figlia modello, ragazza modello nonché eccellente pasticciera e reginetta di bellezza, Jennifer sta crollando sotto il peso delle ambizioni di sua madre, i dettami moralisti del padre e la fama sui social della caricatura in cui la sua famiglia l’ha trasformata. In una parola: Jennifer è ufficialmente disperata.
Cletus è il più strambo e incredibilmente intelligente dei galanti sei fratelli Winston.
Ma ciò che molti non sanno, a Green Valley, è che dietro la facciata di ragazzo innocuo dai modi peculiari c’è una mente subdola, oscura e calcolatrice capace di ordire piani di vendetta e operazioni di spionaggio. In una parola: Cletus Winston è un vero genio del male.
E situazioni disperate richiedono misure estreme.
Jennifer sa che l’unico modo per sfuggire ai piani dei suoi genitori è ottenere l’aiuto di Cletus, ed è pronta a procurarselo con ogni mezzo, persino il ricatto. E, incredibilmente, l’irreprensibile reginetta di Green Valley metterà sotto scacco il cervellone onnisciente della città.


Buongiorno Librose,
Quante di voi hanno aspettato il continuo dei fratelli Winston? Io sicuramente. :)
Cletus Winston è sicuramente il fratello più enigmatico, particolare e scaltro tra tutti e sei i fratelli.
Colui che cerca sempre di interferire con le vite degli altri, specialmente quando riguarda la sua famiglia, ma che mai ha pensato a una storia per sé, perché diciamocelo potrà mai esistere una donna con la mente abbastanza scaltra da essere all'altezza di Cletus Winston?
Leggendo i precedenti volumi, posso dirvi, che mai mi sarei aspettata che colei fosse proprio "la regina della torta alla banana", ricordo l'ammirazione di Cletus nei suoi confronti, ma esclusivamente per le sue doti culinarie, essendo anche lui un patito della buona cucina.
Tutto nasce quando proprio Jennifer Sylvester, inaspettatamente filma Cletus nel momento in cui sta compiendo uno dei suoi ennesimi fatti illeciti e nonostante abbia timore di lui e lo consideri persino un uomo pericoloso per via della sua mente da manipolatore decide di servirsi di questo segreto a suo vantaggio. Cletus è l'uomo che può aiutarla a esaurire uno dei suoi più grandi desideri. Sarà disposta a tutto pur di sfuggire ai suoi genitori che, da quando ne ha memoria, continuano a decidere a tavolino la sua vita e i suoi affari.

"Cletus Winston era l'uomo più subdolo, più manipolatore, più potente e, per quanto mi riguardava, più pericoloso del Tennesee orientale. Il problema era che praticamente nessun altro sembrava rendersene conto. In città, tutti pensavano fosse strano, ma per lo più innocuo. Lui, invece, li ricattava per far fare loro quello che voleva, il tutto facendo loro credere di aver deciso in piena autonomia".


Nonostante Cletus sappia bene come disarmare la ragazza e liberarsi da questo problema, decide di andare a fondo scoprendo quanto ancora ci sia da svelare della beniamina del Green Valley.

"La fissai, fissai quella donna piccola, il suo mento appuntito e i suoi occhi belli in modo fuori dal comune contornati da brutte ciglia finte, e rividi i fatti: 
Uno, Jennifer Sylvester era disperata.
Due, non era una persona cattiva.
Tre, pensava di volere un marito.
Quattro, Jennifer era dotata di un sorprendente spirito di osservazione.
Cinque, a Jennifer Sylvester non serviva un marito... Quello che le serviva era una spina dorsale".

Rivelando che le cose in comune tra Jennifer e lui sono maggiori di quanto si potesse pensare.
Jennifer è una ragazza che ha bisogno di uscire dal ruolo di brava e ubbidiente figlia e dimostrare al mondo cosa realmente voglia fare e chi essere, riuscendo a sollevare la testa di fronte alla propria famiglia. Questo è il compito che Cletus ha deciso di svolgere. Riuscire a far capire a questa docile ma anche orgogliosa ragazza che lei è molto di più di ciò che appare, ha solo bisogno di trovare il coraggio di tirarlo fuori.

La storia tra Cletus e Jennifer mi è piaciuta tantissimo, scoprire come due persone all'apparenza talmente diversi siano in grado di rivelarsi più compatibili del previsto. Nonostante l'attrazione mista a timore che Jennifer prova per Cletus e l'ammirazione di quest'ultimo, solo in campo culinario all'inizio, entrambi si ritrovano a stare a stretto contatto scoprendo che ciò che pensavano superficialmente l'uno dell'altra nasconde molto di più.

Tutta la loro storia è contornata anche dai loschi traffici e trabocchetti architettati da Cletus, che non perde occasione per vendicarsi di chi se lo merita e aiutare coloro che ama. Nonostante l'indole subdola e geniale che si nasconde dietro la sua aria da finto sciocco, Cletus è anche una persona dall'animo buono, pronto a mettere sempre in primo piano la sua famiglia, e chi ritiene meritevole del suo aiuto.

È stato bello assistere alla crescita personale della protagonista e vedere Cletus innamorarsi poco a poco, lui che è sempre pronto a creare relazioni agli altri si è ritrovato immerso in un gioco che per la prima volta non aveva previsto. 

La scrittrice riesce ad articolarsi molto bene anche tra i numerosi personaggi, le scene sono ben descritte e dettagliate e i dialoghi avvincenti e dilettevoli. La scrittura è molto fluida e scorrevole, permettendo di leggere la storia in modo sciolto e veloce.

Un libro dove si respira l'aria di famiglia nel vero senso della parola. I personaggi secondari fanno da contorno rendendosi anche parte integrante della storia, ognuno di essi aggiunge anche se indirettamente qualcosa al racconto. Non si può non amare questa famiglia, questi pazzi fratelli sempre pronti a prendersi in giro ma allo stesso tempo a sostenersi l'uno con l'altro.

È un racconto frizzante e romantico che consiglio a tutti coloro che hanno voglia di passare qualche ora di spensieratezza con il sorriso perenne sulle labbra. Uno di quei libri che amo, in perfetto stile romance con una giusta dose di ironia. Un libro che consiglierei di far trovare sotto l'albero di Natale come regalo.

Ora non posso che augurarvi "Buona lettura", in attesa dei prossimi fratelli. Io attendo con ansia Beau e Billy ;)



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni