RECENSIONE - "Il tocco della morte" di Enrica Ciffo

Titolo: Il tocco della morte
Autore: Enrica Ciffo
Editore: selfpublishing
Data di uscita: 10 gennaio 2020
Genere: High fantasy
Formato: ebook e cartaceo
Pagine: 356
Prezzo ebook: € 2,99
Prezzo cartaceo: € 15,00
Serie: autoconclusivo

ORDER
Ellis, principessa del regno di Eutopia e figlia di un re tiranno, ignora il destino infausto che gli Angeli, protettori dell'umanità, hanno deciso per lei. Le sue sorti legate per sempre alle loro decisioni la trasformeranno in un Tramite dai poteri angelici e dalla capacità di purificare le anime dei malvagi, ma anche nella protettrice di un antico Potere per cui verrà perseguitata dalla parte malvagia.
Nella sua vita arriverà Jacob, un misterioso e bellissimo uomo, con cui si creerà un legame imprescindibile. La guerra per il suo regno
mossa dal padre, il desiderio di salvare il ragazzo che ama minacciato da quel destino che l'affligge, la battaglia tra la pace e il caos, la porteranno a diventare qualcosa che sarà prima uno e poi l'altro.
Enrica Ciffo è nata a Foggia in una mattina di Novembre del 1988.
Ama da sempre la natura e gli animali ed è appassionata di disegno fin da bambina. Ha scoperto in seguito l’amore smisurato per la scrittura e la lettura e grazie a queste ha inseguito i suoi sogni e ha visto il mondo sotto un aspetto migliore e assai più misterioso.
Buongiorno! Oggi voglio parlarvi della mia ultima lettura: "Il tocco della morte" di Enrica Ciffo.

Ellis è una ragazza affascinante. I suoi lunghi capelli neri e i suoi penetranti occhi neri la rendono una rara bellezza. Oltre all'aspetto esteriore, la sua dolcezza e la sua forza d'animo la rendono una donna semplicemente perfetta. Quando incontra Jacob, l'amore tra di loro nasce improvvisamente. Anche Jacob è un ragazzo affascinante e dimostra, come lei, la sua forza e il suo spirito di giustizia. Entrambi sono costretti a sfuggire a Re Gregory che li vuole morti. 
Lei perché è figlia della prima moglie che ha ucciso lui stesso; ora vorrebbe uccidere anche Ellis per lasciare il regno al suo unico figlio maschio. Jacob, invece, non è riuscito a pagare le salatissime tasse del re. Questo destino difficile e doloroso li unisce ancora di più creando un legame di intensa complicità. 

"Adagiò il corpo dormiente sul materasso e carezzò la pelle della principessa, per poi chinarsi al suo orecchio e sussurrarle: «Sarai un'ottima soldatessa.»"

La principessa non sa che il suo destino è stato già deciso dagli Angeli. Irrimediabilmente, lo spirito di Lilibeth, sovrana dell'Inferno, si insinua dentro di lei per portare terrore all'umanità. Ellis diventa sempre più malvagia e lotta continuamente per reprimere questo lato oscuro, per essere la ragazza giusta e dolce di sempre, ma non è sempre facile. Jacob fa di tutto per restare al suo fianco, nonostante sia arduo e spesso anche doloroso.

"Ellis aveva il perfetto controllo della situazione, almeno finchè non si imbattè negli occhi del ragazzo. Erano così azzurri che potè vederci attraverso un cielo terso, un mondo privo di guerra, di dolore, di odio. Erano intrisi di bellezza, un incanto per lei. Meravigliosamente puri".

Il mondo creato dall'autrice è intricato ed estremamente fantasioso. Sono rimasta piacevolmente sorpresa dal fatto che le quattro dimensioni (Paradiso, Purgatorio, Inferno e Terra) siano governate da quattro donne diverse, mettendo in discussione il classico pensiero patriarcale che vede, ad esempio, Dio con la barba bianca e lunga, a capo del Paradiso, intento a guardare gli uomini su una nuvola bianca. 

I personaggi sono tutti molto coraggiosi, ognuno per la propria causa, giusta o malvagia che sia. 
La condizione di Ellis diviene sempre più pericolosa per se stessa e per l'umanità, rendendo la conclusione un miraggio lontano durante la lettura. Ci si chiede sempre come potrebbe liberarsi dalla sua maledizione. Questa condizione rende il racconto molto interessante, legando il lettore sempre più, pagina dopo pagina. 

"Il sorriso di Jacob si allargò. Con gli occhi ancora chiusi, allungò una mano per afferrare la sua. La portò alla bocca e le lasciò un bacio a fior di pelle. «E allora dillo» disse con tono roco e sommesso. Ellis rise. Trattenne il fiato per un istante e si fece coraggio smossa dai brividi scaturiti da quel contatto. «Ti amo, Jacob. Ti amo moltissimo.»"

Jacob è l'elemento che la tiene ancorata al mondo degli umani. La sua presenza è fondamentale per mantenere in vita il suo dolce lato umano e impedire che diventi sempre più malvagia. Nonostante sia difficile, Jacob non si arrende mai, lotta perché la sua amata sia libera. 

I dialoghi sono interessanti e, spesso, molto dolci e commoventi. Le descrizioni, però, sono spesso costruite su frasi spezzate, diventando poco fluide. A ogni modo, il mondo inventato dall'autrice dimostra una grande creatività e rende la lettura molto interessante. Il finale non me lo sarei mai aspettato. Non avrei mai potuto immaginare quello che sarebbe successo alla fine, ho divorato le pagine pur di saperlo! Se avete voglia di conoscere un incredibile mondo fantasy e di assaporare una lettura in cui niente è mai prevedibile, questo è il libro per voi. Lo assaporerete con grande piacere!

Buona lettura!


Commenti

  1. Grazie di cuore per questa bellissima recensione. Sono molto felice che ti sia piaciuto. Terrò a mente la nota sulle descrizioni per fare meglio in futuro. Grazie ancora.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni