RECENSIONE - "Duro come il ghiaccio" di R.C. Stephens

Titolo: Duro come il ghiaccio
Titolo originale: Big Stick
Autrice: R.C. Stephens
Editore: Triskell edizioni
Traduttrice: Chiara Bringhenti
Genere: romance contemporaneo, sport romance
Pagine: 267
Data uscita: 2 maggio 2020
Prezzo Ebook: € 4,99
Prezzo cartaceo: € 12,00
Serie: Big Stick #1
ORDER

L’hockey è la mia vita, una grande parte della mia vita. C’è una fila infinita di donne fuori dalla mia porta e ho la fortuna di giocare in squadra assieme al mio migliore amico di sempre, Oli. Tutto è perfetto… fino a quando non rivedo lei. La sorella gemella di Oli, Flynn, che… non può vedermi. E non la biasimo: le riporto alla memoria la peggiore notte della sua vita.
Ora che è la mia vicina di casa, vederla ogni giorno mi uccide lentamente. Mi chiedo se potremo mai tornare amici. Il modo in cui mi guarda a volte, beh… diciamo che, quando succede, il mio bastone da hockey non è l’unica cosa dura.
Però, se scoprisse il mio segreto, il perdono sarebbe di sicuro l’ultima cosa a cui penserebbe.

Buon martedì a tutti, sono qui per parlarvi di "Duro come il ghiaccio", di R.C. Stephens, edito dalla Triskell edizioni che mi ha fornito il file ARC per la lettura.

Non avevo mai letto questa autrice e quindi sono andata un po' alla cieca, il titolo può essere un po' fuorviante e si potrebbe pensare a una storia con parecchio sesso e poco altro. Posso dirvi subito che sì, il sesso è un elemento presente ma non è predominante.

"Mi è mancata. Il rimpianto, il dolore e la disapprovazione verso me stesso mi fanno girare la testa mentre si siede."

Si parla di famiglia, di affetti profondi, di amicizia e di tradimenti che arrivano a ferire l'anima così in profondità da creare delle lacerazioni che sembrano impossibile da risanare. Flynn sembra una roccia, ma dietro la sua apparente impassibilità e al suo carattere di marmo si cela una sofferenza profonda che affonda le sue radici in una sera che ha cambiato tutto. Pochi istanti che l'hanno distrutta togliendole la parte migliore del suo cuore.

"Le sue parole sembrano uno schiaffo da una parte e una calda carezza dall’altra."

Nonostante tutto ha cercato di andare avanti, ricostruire una stabilità che controlla con ferrea determinazione, ma la vita non ha finito con lei e quando tutto sembra andare per il meglio un altro imprevisto la sconvolge nuovamente. Ricominciare a lottare o lasciarsi andare alla deriva? Forse esiste una terza opzione e la spinta giusta, per risalire in superficie, potrebbe giungere dal passato che nasconde verità sconosciute e non ha mai smesso di essere importante.

"La mia vecchia amica paura mi trattiene, e per quanto io abbia bisogno di lasciar andare il passato, fare un passo verso il futuro è una cosa spaventosa quando non sai cosa ti aspetta."

Considerazioni

Non vi ho parlato volutamente del protagonista, non vi farò il suo nome e vi dirò veramente poco perché è uno dei punti focali della storia e qualsiasi aggiunta potrebbe essere uno spoiler.
La narrazione è in prima persona al presente e il pov si alterna in base alla necessità della storia. La prima parte del testo è lento, sembra non decollare e a volte la lettura ne risente un po', ma questa parte è uno sparti acque necessario per vedere l'accettazione e la maturazione dei protagonisti. Intorno a loro ruotano anche dei personaggi secondari che in fondo iniziano a farsi conoscere e credo saranno nelle storie future.

"Per tutti quelli che sono nella mia vita, sono forte come una roccia, ma Oli mi tratta come se fossi un fragile pezzo di vetro."

La lettura non mi ha entusiasmata, ma riconosco che lo studio della trama è particolare. La scrittura è contemporanea, ricrea un'atmosfera giovanile e fresca non mancano i momenti di leggerezza e risate come del resto quelli erotici. Introspettività e sofferenza sono presenti in larga misura e sono stati gestiti discretamente. I colpi di scena sono diversi, anche se devo ammettere che sono facilmente intuibili.
Il testo che ho ricevuto presentava delle sviste che se pur lievi richiederebbero una rilettura, mentre la traduzione risulta ben fatta.
Lo sport resta abbastanza ai margini pur essendo parte della vita dei personaggi e il loro modo di essere.
Nell'insieme è una lettura piacevole che intervalla diversi passaggi della vita e dei sentimenti umani.
Lo consiglio a chi adora il genere e a chi cerca un libro con un percorso interiore ma che non sia troppo impegnativo.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni