REVIEW TOUR- RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Il corvo bianco" di J.L.Weil


Titolo: Il Corvo Bianco
Autore: J.L. Weil
Editore: Hope edizioni
Genere: Paranormale
Traduzione: Anahid Mazkedian
Prezzo cartaceo: € 12,90
Prezzo ebook: € 2,79 (in offerta)
Pagine: 318
Data di uscita: 26 maggio
Serie: The Raven

ORDER
È bastato un solo secondo, un’agghiacciante telefonata nel mezzo della notte, e la mia vita è cambiata.
Dopo la morte di mia madre, mio padre spedisce me e mio fratello su un’isola, Raven Hollow, a trascorrere l’estate con una nonna che non abbiamo mai conosciuto. 
Niente sembra andare per il verso giusto, almeno finché non conosco Zane Hunter, un ragazzo che, all’improvviso, rende interessante il mio soggiorno sull’isola. Un metro e ottanta di bellezza e un accenno di fascino celtico nella voce, Zane è la tipica persona che lascia dietro di sé una scia di cuori infranti.
Ma io ho già sofferto abbastanza.
Per quanto cerchi di stargli lontana, però, Raven Hollow non è grande abbastanza per riuscirci e la tensione fra di noi è innegabile. 
Quando il passato torna a terrorizzarmi e qualcuno prova a uccidermi, l’unica persona che voglio evitare diventa il mio salvatore. Più mi avvicino alla verità, più scopro che tutto ciò che conosco è una menzogna. Ma non so cosa mi spaventi di più: i tentativi di porre fine alla mia vita o il ragazzo la cui anima e il cui cuore sono sincronizzati ai miei?

Buongiorno librose,
Dopo un romance come l'ultimo recensito, avevo bisogno di cambiare aria ed eccomi a parlarvi di un urban fantasy, "Il corvo bianco" di J. L. Weil, edito Hope Edizioni
Ringrazio la CE per la copia ARC.
Il romanzo è il primo volume della Raven series, ma per fortuna non si dovrà aspettare molto per leggere gli altri.

Piper, la nostra protagonista, è una ragazza diciassettenne che non ha avuto una vita facile. Dopo la morte di sua madre si deve occupare del fratello e della casa in quanto suo padre sembra essere rimasto in una sorta di limbo ed è come se fosse un fantasma per loro. Non reagisce. Non comprendono però perché ha deciso di spedirli a trascorrere l'estate dalla nonna. Una nonna che non hanno mai conosciuto.
Piper aveva un bel piano: essere irritante al tal punto che la nonna li avrebbe rimandati a casa. Però il suo piano fallisce in quanto a suo fratello la nuova casa sembra piacere, la villa di Raven Hollow, in un'isola. Anche per lei le cose iniziano a farsi interessanti dopo l'incontro scontro con Zane Hunter e i suoi fratelli. 

Era ovvio che Zane Hunter sarebbe stato una spina nel fianco. E pensare mi aspettavo di passare un’estate noiosa. Lui non lo sapeva, ma Zane mi aveva dichiarato guerra. I suoi occhi misteriosi, minacciosi e intensi potevano funzionare su tutti gli altri, ma non su di me.

Inoltre la gente del posto le sembra un po' sopra le righe. Sono tutti fissati con gli uccelli. Qualcuno la chiama "Corvo bianco". Lei non comprende il motivo e quando chiede, le dicono che meno sa, meglio è. Decisa a capire come mai sua madre ha lasciato questo posto, questa villa, ha abbandonato sua madre. È testarda e nessuno può impedirglielo dallo scoprire la verità.

C’era qualcosa in quel posto, in quella casa, da cui mia madre era fuggita per non tornare mai più. Volevo sapere il motivo. Doveva aver avuto un’ottima ragione per abbandonare la casa della sua infanzia e sua madre…ma quale? Un brivido mi percorse le braccia. Segreti. Quel posto ne era pieno.

Tra Zane e Piper scatta qualcosa al primo sguardo. Lei si sente attratta da lui, ma quando inizia a credere che il sentimento sia reciproco lui la respinge, trattandola male. Lei non comprende il perché ma nonostante questo...

Ero attratta da lui, ma non volevo esserlo. Era cocciuto. Deplorevole. Arrogante. Malfamato.

Cosa scoprirà la nostra Piper e come andrà con Zane? Perché lui la respinge nonostante sembra piacergli? 
E poi perché tutti gli altri la chiamano "corvo bianco"? 
Non vi resta che leggerlo.

Considerazioni

Pov femminile della protagonista. Romanzo scorrevole e si legge in poco tempo. La prima parte del romanzo è un po' lenta in quanto sembra un classico YA. L'autrice fornisce degli indizi ma il clou arriva dopo metà libro. 
Ci sono un paio di punti che andavano approfonditi, fornendo maggiori dettagli secondo me, però nel complesso ti tiene incollato alla lettura e sorprende con un colpo di scena finale. Mi devo complimentare con l'autrice per non aver portato le classiche creature "paranormal". Quali sono? Beh non vi resta che leggerlo. Inutile dirvi che il finale lascia un po' in sospeso e quindi non vedo l'ora di leggere il prossimo. 
Mi piace la protagonista femminile, una ragazzina che ha affrontato troppo per la sua età, che non si ritira alle difficoltà e sopratutto non è una principessa che aspetta di essere salvata.
Consiglio la lettura a chi ama il genere e desidera staccare un po' dalla realtà.

Alla prossima,
XoXo
Jenny

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni