RECENSIONE - "L'ultimo istante" di Alessia D'Oria

Titolo: L'ultimo istante
Autore: Alessia D'Oria
Editore: Butterfly Edizioni
Genere: Contemporary romance
Data di uscita: 23 gennaio 2018
Prezzo: 2,99 €
Formato: ebook su Amazon e kindle unlimited
Cartaceo di entrambi i volumi: febbraio 2018
Serie: Promises #2
#1 L'ultimo bacio
#2 L'ultimo istante
( entrambi i volumi in offerta a 0,99 € fino a domenica 28)
Pagina Autrice


Vincenzo De Luca sa che l'unico modo per proteggere Angela Sorrentino è farsi odiare e allontanarla. I giovani si amano ma non possono stare insieme perché fanno parte di due famiglie mafiose avversarie. Costretto a dimenticarla per non mettere in pericolo la sua vita, non ha fatto i conti con il coraggioso e inarrestabile amore di Angela. Entrambi non riescono ad arrendersi al destino crudele che li vuole divisi e vorrebbero continuare ad amarsi a qualsiasi costo. Il prezzo da pagare per questo disonore però è troppo alto e il loro rapporto sembra condannato in partenza. Nonostante la disperazione, le ingiustizie, i sacrifici e i soprusi, Angela è convinta che il loro amore sia forte e indistruttibile. Animata dalla rabbia, dalla sete di vendetta e dall'odio per la sua condizione, è pronta ad affrontare tutto il dolore che ne conseguirà se qualcuno scoprisse la loro relazione segreta, perché al suo fianco non ha paura di niente e a una vita senza di lui preferirebbe la morte.

"Doveva dimenticarla e lasciarsi dimenticare, perché doveva proteggerla, perché l'amava."

"Non può rassegnarsi a vivere senza di lui, perché l'amore non può perdere contro il male."

È con grande piacere che vi vado a parlare del secondo volume della serie Promises, seguito de “l’ultimo bacio” di cui potete leggere la recensione QUI

Non leggete la recensione che segue se non avete letto il primo libro.

Ma torniamo a “l’ultimo istante”, il libro inizia a un mese esatto dalla fine del precedente, nulla è cambiato eppure tutto lo è.

La dolce, tenera e ingenua Angela, che viveva ai margini della vita da camorristi della sua famiglia, quest’anno compie 18 anni. L’età che sancisce la linea di separazione tra l’adolescenza e la maggiore età, un passaggio importante che tutti noi abbiamo atteso.
Per Angela questo momento doveva essere quello in cui finalmente poteva andare all’università e sottrarsi alla sua famiglia ma quest’ultima ha altri progetti. La ragazza infatti viene caricata di un peso enorme e, a oscurare il suo futuro, c'è anche la consapevolezza di aver perso l’unica persona che la faceva sentire amata e protetta oltre ogni logica.

"Ma non mi lascerò distruggere da nessuno. Se devo essere distrutta, be’, sarò io a farlo, con le mie stesse mani, solo per me stessa. A nessuno permetterò di cambiarmi. Cambio da sola, per volontà mia. Cambio per proteggermi, visto che ora sono completamente sola, dopo che un bastardo non ha fatto altro che ferirmi, deludermi, rovinarmi, infangarmi ! » 

Angela deve mutare e reinventarsi, la realtà è ben distante da ciò che lei desiderava, crescere non è facile e ancor meno lo è per lei. Come ogni ragazza si troverà a fare degli errori e alcune scelte sbagliate, a farsi trasportare dalla rabbia e a volte a essere irrazionale perché la sua vita è davvero in pericolo e l’amore della sua vita è lontano.

Vincenzo è il boss predestinato, cresciuto con la consapevolezza di poter decidere della vita e della morte altrui, uno a cui tutto è dovuto e che può prendersi ciò che desidera. Proprio lui da cui non ci si aspetterebbe nulla di buono è in realtà una persona pronta a sacrificarsi per il bene altrui.
Un duro e spietato uomo che però custodisce i segreti di un ragazzo che sogna e desidera una vita normale senza crudeltà e prevaricazioni.

"il vero coraggio non consiste nel non aver paura di niente; il vero coraggio è quando si riconoscono i propri limiti e le proprie debolezze. Il vero coraggio sta nel sentirci deboli, senza però mai smettere di lottare. Il vero coraggio sta nel saper riconoscere quando è arrivato il momento di fermarsi, anche quando non ci si vuole arrendere davvero. I più grandi combattenti sapevano quando smettere di attaccare, perché avvertivano la possibilità di una sconfitta e la possibilità di perdere»."

In questo secondo volume Vincenzo è in balìa degli eventi, lui è consapevole dei rischi che corrono come coppia e di come i loro famigliari affrontano o meglio, eliminano i problemi; si lascia sopraffare dalle emozioni, dalle difficoltà e questo non gli permette di ragionare con la freddezza che lo contraddistingue ma come dargli torto se tutto ciò che desidera sembra irraggiungibile.

I De Luca e i Sorrentino sono nemici giurati e vivono per distruggere la famiglia avversaria. In realtà, invidie e rancori sono all’interno delle famiglie stesse e questo porta ancor più difficoltà e pericoli.
Angela e Vincenzo hanno dalla loro gli amici storici: Francesco, Maria e Ciro. Questi tre hanno una presenza più attiva in questo momento della storia, sono loro a far da spalla, a far da pacieri e a porgere sostegno ai due protagonisti, a volte sono anche la voce della coscienza ma non sempre in positivo. A legare queste 5 persone è l’affetto vero e sincero che, nonostante il marcio che li circonda, è di una purezza unica.

Non aggiungo altro perché non sarebbe giusto, dovete leggere e scoprire da voi che succede e come si svolgono i fatti. Non pensate che sarà facile, anche questa volta, l’autrice è stata capace di dare grandi emozioni e tutto è un continuo ottovolante che toglie il fiato e lascia allibiti.

Considerazioni

Vi ho parlato di cambiamenti, grandi emozioni e pericoli. Il tono della storia è cupo, sofferto ma alternato a momenti leggeri, dove la felicità e l'amore rischiarano tutto e rendono luminoso anche il quadro più lugubre. La storia è complessa, i personaggi, che già avevo conosciuto, subiscono un cambiamento e acquisiscono spessore, buono il processo di crescita e la parte psicologica è ben gestita, aiuta a entrare in sintonia con loro. Non tutte le scelte che fanno mi soddisfano ma al fine della storia sono perfette.
La narrazione in terza persona consente una visione totale della storia, ben approfonditi anche i personaggi secondari.
Dialoghi lunghi dove i personaggi esprimono i loro sentimenti, i pensieri e le intenzioni, insieme a un linguaggio semplice e giovanile rendono la lettura scorrevole e coinvolgenti.
Alessia si conferma un’autrice capace di grandi cose, ha reso questi due ragazzi così reali da farmeli apprezzare e portarmi a fare il tifo per loro. Le faccio i complimenti e non vedo l’ora di leggerre il terzo volume.
Buona la correzione che però presenta qualche piccola svista, nulla di eccessivo o che infici la lettura.

Un libro che consiglio a chi ama i contemporanei e le storie tormentate, perché in fondo questa lo è ma racconta di un amore grande.

Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni