RECENSIONE "Un amore dolcemente complicato" di Miranda Dickinson

Titolo: Un amore dolcemente complicato
Autore: Miranda Dickinson
Genere: Contemporary Romance
Editore: Newton Compton Editori
Lunghezza: 339 pagine
Ebook: € 2,99
Cartaceo: € 9,99
Data di uscita: 1 febbraio 2018

Quanto devi fuggire lontano per concederti un nuovo inizio?

Un singolo giorno può cambiare tutto. Nell Sullivan è nota tra i suoi amici per essere la precisina con un “piano quinquennale”. La sua agenda è sempre fitta di impegni e non c’è qualcuno in tutta Londra altrettanto organizzato e responsabile. Ma quando si trova senza un lavoro e di nuovo single nello stesso giorno, Nell decide che è arrivato il momento di smetterla di pianificare tutto e cominciare a correre dei rischi. È così che mette insieme i suoi risparmi per concedersi finalmente un viaggio verso la città nella quale qualunque cosa può essere possibile: San Francisco. Neanche il tempo di arrivare, e viene accolta da una variegata e bizzarra ondata di nuove conoscenze, tra cui l’intrigante e bellissimo Max. Molto presto, grazie a loro, comincerà a sentire la città californiana come una seconda casa. Ma, arrivato il momento di tornare a Londra, metterà in valigia anche la nuova Nell, quella più spontanea e rilassata? E la magia di San Francisco continuerà a produrre effetti anche a miglia e miglia di distanza?


È nata nelle West Midlands e vive in Inghilterra. Lavora come copywriter, collabora con diverse riviste e siti web. I suoi romanzi sono stati tradotti in sette lingue. La Newton Compton ha pubblicato Iniziò tutto con un bacio, Favola d’amore a New York e La piccola libreria di New York. Un amore dolcemente complicato è il suo nuovo romanzo


I più vasti incendi nascono in genere da scintille inattese. Samuel Johnson (1709-1784)

È con questa citazione importante che inizia il nuovo romanzo di Miranda Dickinson, ho avuto il piacere di avvicinarmi alla sua graffiante e ironica scrittura attraverso le pagine di La piccola libreria di New York che vi consiglio vivamente!
La nostra protagonista è Nell Sullivan, biondo scura dai profondi occhi verdi, la tipica brava ragazza, laureata con un lavoro ben retribuito e fisso, assistente nell’amministrazione municipale di Londra ma con tutt’altra aspirazione per il suo futuro. Nell, sogna anche un amore con la A maiuscola che ti porta dritto a quel vissero per sempre felici e contenti, in realtà è proprio a questo che spera quando una mattina come un’altra al lavoro si trova un post-it verde lime attaccato allo schermo del suo pc. Il mittente è Aidan, il suo capo ma soprattutto il suo tira e molla sentimentale da anni.

"Ciao Nell, riesci a trovare una scusa per passare nel mio ufficio in mattinata? Devo parlarti"

Ma quando Nell esce fuori dall’ufficio di Aiden la sua vita è totalmente cambiata. Nessun abito bianco ma soprattutto non ha più un lavoro. Nell si rende ben presto conto che la sua vita non sarebbe stata più la stessa e anche se nel peggior modo possibile ha la possibilità di poter esaudire il suo desiderio segreto di cambiamento. Presa dall’euforismo o isterismo, probabilmente del momento, si reca nella prima agenzia di viaggi che trova sulla sua strada entra e la sua scelta ricade su San Francisco, un’occasione per andare a trovare sua cugina Lizzie che vive lì da anni, per otto settimane. Arrivata a Haight-Ashbury Nell si lascia travolgere dall’allegria di Lizzie e dai suoi amici dai soprannomi bizzarri che la faranno sentire a casa per tutto il tempo.

"Ci sono momenti nella vita in cui ti ritrovi nel posto giusto. In quel momento non te ne rendi conto, ma dentro di te lo senti: è proprio lì che dovevi essere, quel giorno, a quell’ora. Quando misi piede nel ristorante Annie’s, il mio primo giorno a San Francisco, fu uno di quei momenti."
Mentre stringe la mano di Annie Legado, la proprietaria, Nell si rende conto di essere in un vero diner americano di quartiere e che è la prima volta in vita sua che non ha idea di cosa le succederà ma che ne è solo emozionata e totalmente positiva. La Dickinson ci porta dentro una San Francisco descritta nei minimi particolari, vi troverete ad ammirare la vista mozzafiato sul Golden Gate Bridge, sulla baia e sulla città in lontananza; vi fermerete al Golden Gate Park per trascorrere ore piacevoli fra il giardino del tè giapponese e il Conservatory of Flowers, ettari di parco tenuto benissimo. Vagherete dentro le vie di Chinatown, osserverete il mondo che vi passa accanto all’Union Square, mangerete tantissimo e soprattutto vi verrà voglia di fare shopping, partendo dall’acquisto del biglietto aereo solo andata per questo posto incantato.
Come in tutti i suoi romanzi, la Dickinson ci regala un bell’ incontro, avete presente quelle scene da film, quelle dove la protagonista si scontra per caso con un uomo affascinante mentre le fa cadere un quantitativo di caffè indefinito… ecco, lui è Max Rossi, bello da mozzare il fiato, gentile, un distributore di sorrisi genuini, che ti fanno tremare anche un po’ le gambe.

"Me l’ero solo immaginato oppure tra noi era scattato qualcosa, mentre parlavamo? Aveva detto sul serio che era stato felice di vedermi? O era solo una mia illusione? Qualunque fosse la verità, ero emozionata. L’incontro con Max Rossi poteva essere anche solo un breve flirt, ma mi aveva dimostrato che la mia vita aveva ancora dei possibili sbocchi. Per il momento, mi bastava questa consapevolezza. Ed era sufficiente a darmi modo di mettermi comoda e godermi il viaggio…"
Nell impara a seguire il suo istinto e si lascia coinvolgere dalle attività creative di sua cugina Lizzie, pian piano ricompone i pezzi della sua vita, ritorna a sognare il suo progetto segreto chiuso da troppo tempo in un cassetto. Grazie all’aiuto della sua ormai famiglia adottiva americana si rimetterà in gioco e vi farà venire voglia di mettervi ai fornelli. (se state cercando come me di mettervi a dieta in procinto dell’estate 2018, concedetevi una pausa con una delle torte buonissime di Nell, sicuramente ce lo meritiamo!)

"Molte delle esperienze che avevo fatto in quella città erano come delle foto mentali che avrei richiamato una volta tornata a casa, e quando mettemmo piede sul passaggio pedonale del famoso ponte, tenendoci per mano, seppi che quella sarebbe stata un’immagine a cui avrei ripensato spesso."

Max, non resta una comparsa nel suo viaggio, lascia sicuramente un’impronta speciale nel suo cuore. Vi consiglio di farvi travolgere dalla magia e dalle diverse turbolenze che segnano l’avvicinamento tra la nostra Nell e il nostro Max che nasconde un importante pezzo di sé che potrete scoprire solo leggendo questa dolcissima storia fino alla fine.
Buttatevi a capofitto dentro le righe di questa bella avventura che fa sperare che i nostri desideri possano diventare realtà.

Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey