RECENSIONE "Green Snake" di Sagara Lux

Cover Green Snake

Titolo: Green Snake
Autore: Sagara Lux
Serie: The darkest night #3
Genere: Dark-Romance
Data di pubblicazione: 23 gennaio 2018
Numero di pagine: 242 (versione cartacea)





 “Mai cominciare quello che non puoi terminare.”

Lilian Leroy è cresciuta all’ombra di sua sorella.
Non ha mai dovuto assumersi alcuna responsabilità e non ha mai dovuto combattere per nulla.
Ma ora le cose sono cambiate.

Abigail Leroy  è sopravvissuta all’inferno.
Il suo corpo ha trovato il modo di tornare a casa, ma il suo cuore è rimasto prigioniero dell’amore velenoso che Dmitry Kozlov ha instillato dentro di lei.
Desidera giustizia. Pretende vendetta.
Ed è per questo che impone a Lilian di fare una scelta.

Esistono diverse strade per arrivare a uno stesso obiettivo, ma tutte paiono passare attraverso la stessa persona. La più pericolosa. Quella che possiede il nostro cuore.
Quella che ci viene chiesto di distruggere.


Buongiorno cari librosi, siamo giunti al terzo capitolo di Sagara Lux, "Green Snake".

Finalmente mi son potuta dedicare all'ultimo capitolo della trilogia di Sagara Lux, The Darkest Night Series. 

Lilian si ritrova a dover gestire completamente da sola l'impero lasciato dal padre. Da una parte braccata dal losco Petyir e dall'altra pressata dalla sorella Abbye, che sfuggita al suo carceriere Dmitry, la mette di fronte a una scelta che va contro ogni logica per Lilyan. Quest'ultima si ritroverà a un bivio tra la famiglia e il cuore. 

Petyir diventa un problema di cui sbarazzarsi. Lilian non riesce a farsi valere in quel mondo di affari che non la ritiene all'altezza, abituati a trattare prima con il padre poi con la sorella, Abbye. È a questo punto che Abbye decide di tornare a dirigere gli affari del padre, ma per farlo avrà bisogno di una persona, colui che più teme ma contemporaneamente l'unico di cui può fidarsi, Dmitry.



Costui però avrà le sue condizioni, le sue regole, i suoi metodi. Sarà disposto ad aiutare la maggiore delle sorelle Leroy, ma ciò che vorrà in cambio potrà essere qualcosa che va al di là dei semplici contratti... Lo Squalo che è in lui coglierà al balzo l'occasione e sarà pronto a sfruttarlo in pieno, per avere non solo ciò che ha sempre voluto ottenere ma per legare a sé anche Abbye Leroy, l'unica donna che riesce a tenerli testa, e cercare di piegarla definitivamente sarà il suo obiettivo principale.

"Fu per questo che chiusi gli occhi. E che dentro di me pregai di morire il più velocemente possibile. 
«Vi Kapriznaya koroleva» sussurrò. Il mio cuore perse un battito.
Conoscevo quella voce; quel tono caldo e intransigente... Riaprii gli occhi e finalmente lo vidi. 
Gli occhi azzurri come il cielo di San Pietroburgo. I denti bianchi, il sorriso affilato come quello di uno squalo. 
Era un sogno, o forse un incubo. Ma era Lui. Era resuscitato dall'inferno. 
E mi aveva appena preso tra le sue braccia."


Due storie che si intrecceranno e alterneranno tra di loro rendendo sempre vivo l'interesse. Trovo che Sagara Lux sia stata bravissima ad alternare le storie e le scene. Non mi sono mai ritrovata a stancarmi con il pov e la storia di una coppia, ogni volta ero interessata a entrambe e questo ha evitato di annoiarmi o di preferire una coppia all'altra. Perché le ho amate entrambe contemporaneamente. 

"Lilian era come un fiore. Aveva bisogno della luce del sole per sopravvivere alle tenebre che portavo con me, ma il sole era anche pericoloso: rischiava di portare a galla le verità che non le avevo ancora rivelato e di distruggere l'esile equilibrio che si era creato tra noi. E io non volevo perderla."

I colpi di scena sono sempre strabilianti, fino all'ultimo non sono riuscita a capire le parti, chi era sincero e chi no, chi stava adottando una strategia e chi invece ne era all'oscuro. Trovo che questa autrice sia sempre talmente abile nel tessere le trame che la spinge sempre più in vetta tra le autrici self italiane. La suspense e le scene d'azione ti fanno stare perennemente in uno stato d'ansia, le pagine si divorano velocemente e la voglia di scoprire e arrivare a sciogliere il filo della matassa, svelando finalmente tutti i segreti, portano a concludere rapidamente il romanzo. 



Poi ci sono le scene Romance. Mi sono innamorata di quelle scene: l'amore tra Lilian e Sergey, e l'attrazione e il continuo combattersi tra Abigail e Dmitry, sono uno scontro tra fuochi. Ho amato tantissimo quest'ultima coppia. Vedere come Abigail riesce a tenere testa al Vor, la sua eleganza il suo orgoglio, la rendono una vera donna. Ho apprezzato anche Dmitry, nel vedere come Abigail sia riuscita a far fuoriuscire il suo lato umano, scoprendo quel cuore che credevamo assente e scongelando l'uomo che ritenevamo di ghiaccio. 
Lilian invece è ancora parecchio immatura, inesperta per quanto riguarda il mondo degli affari che lei non conosce, ma l'amore che prova per Sergej è qualcosa di talmente puro e grande che va oltre ogni cosa. 
Infine c'è Sergej, diviso tra Petyir e Dmitry, con l'unico obiettivo di proteggere la sua Lilian. Combattuto tra l'essere Sergej il sanguinario assassinio e Ioann, il giovane pieno di speranze e sogni che è stato un tempo, prima che lo trasformassero in ciò che è ora. Il destino di tutti sarà legato a un filo a doppio binario. Riuscire a immaginare una soluzione è stato complicato, ma Sagara Lux ci è riuscita perfettamente. Creando una delle trilogie, dark romance, più intriganti che possano esserci. Complimenti. Lo consiglio a chi ama il genere e a chi vuole tentare di avvicinarsi a questa tipologia di romance. 
Il mio voto è 5 per tutta la serie complessivamente.



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni