RECENSIONE "Non amarmi - Tutto è come dovrebbe essere" di Natasa Ursic

Titolo: Non Amarmi – Tutto è come dovrebbe essere
Autore: Natasa Ursic
Editore: Self publishing
Genere: NewAdult / Noir Romance
Prezzo ebook: €2,99
Data pubblicazione: 22 gennaio 2018
Serie: The Unloved Series #2
ORDER


Danielle ritorna a Birmingham e porta con se tanto scompiglio. La memoria sembra averle regalato qualche spezzone importante del suo passato. Si troverà a capire il legame con il tanto temuto Clan. Cosa le è successo e, cosa più importante, chi è Evan? I suoi continui flashback la porteranno fuori strada: accuserà persone che non c'entrano nulla con quella vocina che continua a tormentarla. Ma quando si troverà davanti il ragazzo con i capelli neri, occhi scuri e pelle olivastra, allora tutto avrà un senso.


Io sono Natasa Ursic, una ragazza abbastanza timida e permalosa che ha 31anni. Vivo in un paesino nel Giuliano (Friuli Venezia Giulia). Ho una splendida bimba di undici anni. Mi piace leggere, quando il tempo me lo permette. Viaggio con la fantasia molto più spesso di quanto dovrei.  Ho iniziato a scrivere questa storia circa tre anni fa e solo ora ho avuto il coraggio di pubblicarla e farla conoscere. Non mi definisco una scrittrice ma una scribacchina dei miei film mentali. Da grande voglio fare la mamma a tempo pieno.


Cari lettori eccomi qui per parlarvi del secondo volume della The Unloved Series. Innanzitutto, vorrei fare una precisazione. Il primo volume è stato ripubblicato riunendo i primi due capitoli di Non Scegliermi, di cui trovate le recensioni separate qui nel blog. Torniamo a noi, a Danielle e Richard. La ragazza pare aver trovato una sorta di equilibrio, ma basta poco per far crollare il suo mondo e a far tornare le visioni e i flash back. Richard continua con il suo comportamento contraddittorio, finché i due non arriveranno al confronto finale.

“Perché mi fa quest’effetto? Perché riesce ancora a smuovere qualcosa nel mio petto?”

Anche quando sembrerà andare tutto per il meglio, qualcosa rimescolerà le carte in tavola. Oltre che l’evolversi della storia amorosa tra i due protagonisti, finalmente, capiamo qualcosa in più su questo famigerato Clan, i suoi membri, le sue regole e gerarchie, riuscendo a inquadrare anche il ruolo di Danielle.


“Se accetti, ti dirò tutto ciò che vuoi sapere. Dalle regole a ciò che c’è dietro a ogni cosa e anche a ciò che ti è successo. Io lo so.”

Oltretutto scopriamo anche chi è l’Evan degli incubi a occhi aperti di Danielle. Insomma, in questo secondo volume ci saranno un bel po' di rivelazioni, quelle che attendevamo da tempo.

Devo dire però, che nonostante ci vengano svelati dettagli importanti, ho trovato questo volume meno interessante degli altri, le uniche parti che mi hanno riscosso dal torpore di una lettura incentrata su dialoghi e resoconti delle azioni dei protagonisti, sono stati i colpi di scena, concentrati prevalentemente nella seconda metà del libro.
Purtroppo, ancora la narrazione risulta confusa, ci sono molti personaggi che non riesco a inquadrare, che non mi rimangono impressi. Ho fatto molta fatica a cercare di trovare il bandolo della matassa. Lo stile è lo stesso degli altri volumi, molti dialoghi, molte azioni che si susseguono spesso come in una cronaca, e cambi di scena e circostanze repentini. La narrazione è in prima persona con punti di vista alternati dei protagonisti e presenta qualche refuso.
Ho apprezzato molto le tinte noir che danno pepe alla storia, la intorbidiscono e la rendono più intensa. Anche i risvolti psicologici non sono da sottovalutare, ma avrei preferito un maggior approfondimento. Credo che sia questo uno dei punti forti del romanzo e meriterebbe molto più spazio. Ripeto, come nelle altre mie recensioni di questa serie, che c’è del buon potenziale che scalpita per essere espresso al meglio.
La storia è molto articolata e intrigante, ma alcuni elementi la rendono troppo artefatta. Per tutti questi motivi il mio voto è 3/5. È una lettura che consiglio soprattutto a chi ha già cominciato la serie. Arrivate fin qui e avrete alcune risposte alle tante domande che vi siete fatti.

Buona lettura!





Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni