PRESENTAZIONE IN ANTEPRIMA - "Era mia madre" di Emiliana Erriquez

Titolo: Era mia madre
Autore: Emiliana Erriquez
Editore: Self-publishing
Formato: ebook
Prezzo: € 2,99
Data pubblicazione: 19 ottobre 2017
Genere: Narrativa contemporanea

Sito
Blog
Fan page
Twitter: @emyerriquez
Instagram: emilianaerriquez


‘Era mia madre’ racconta la storia di Elena, una ragazzina che affronta l’asprezza e la difficoltà dell’immediato dopoguerra in una città del sud. Confinata nel proprio quartiere, nella propria casa, Elena scoprirà come sia difficile diventare adulta rinunciando spesso ai propri sogni, soffocando desideri e impulsi. La ragazzina instaura un legame speciale con suo fratello Pino, più grande di lei solo di pochi anni. I due vivono quasi in simbiosi, si cercano, si difendono, si divertono insieme fino a quando il destino deciderà per loro. 
Un giorno nella sua vita arriverà Pino, un giovane uomo che porta casualmente lo stesso nome del suo amato fratello e che sarà in grado di regalarle amore incondizionato e indipendenza. 
Elena, a costo di enormi sacrifici, riuscirà infine a riscattarsi e lo farà attraverso le persone più importanti della sua vita. 


Emiliana Erriquez ha una laurea in Lingue e Letterature Straniere conseguita nel 2002 e un Master in Traduzione inglese-italiano. Con un passato da giornalista, ora si occupa a tempo pieno di traduzione dall’inglese all’italiano di libri di autori internazionali dopo aver vissuto per un breve periodo negli Stati Uniti. È autrice del saggio ‘Oriana Fallaci: una vita vissuta in pienezza’ vincitore del premio Giuseppe Sciacca 2006, sezione saggistica. Gestisce un blog, mammainlove.wordpress.com, in cui racconta la vita di una mamma che scrive e traduce. 
Membro di EWWA (European Writing Women Association), del WLC (World Literary Cafè) e di IAN (Indipendent Author Network).

Le sue pubblicazioni sono: 
- Lasciami stare
- Sono solo una bambina
- Il mare è sempre lì che ti guarda
- Non lasciami cadere
- Tutti i colori del mio cuore
- Ti aspettavo da una vita
- Io sono Nina
- Era mia madre


ESTRATTI

"Mentre viveva quegli anni aspri e si aggirava nei campi di grano sognando una vita diversa, Elena aveva l’impressione che il tempo propizio non sarebbe mai arrivato. Quello che non sospettava era che non solo sarebbe arrivato ma le sarebbe stato strappato via nel più crudele dei modi."


“E tu, mamma, avresti dovuto avere il diritto di continuare a trasmettermi il tuo credo, una di quelle cose che le figlie comprendono dopo, aiutate dal tempo che matura la pelle e la coscienza.
Un credo che non possiamo apprezzare quando siamo invaghite della vita che si prospetta davanti a noi, che non basta ripeterci tutti i giorni, tanto da sfiancarci.
Un credo che a raccontarlo agli amici quando sei adolescente ci scappa anche una risata.
Un credo che diventa una lezione di vita che comprendi vivendo, quando impari a campare a modo tuo e se ti guardi intorno ti accorgi che la gente, no, non è poi uguale a te perché per molti non conta l’onestà, la correttezza, la sincerità semmai i sotterfugi, i giochetti, le bugie.
È allora che comprendi la lezione.
Comprendi che in fondo tua madre era un po’ speciale e sapeva distinguersi, perché l’onestà non si baratta con niente. Comprendi che essere se stessi vale di più che sottomettersi a qualsiasi logica, che la miserabile condizione di chi gioca con le vite altrui è niente rispetto alla serenità di svegliarsi al mattino sapendo che in fondo ciò che guiderà ogni giorno è solo la tua VERA natura.”


Buona lettura!



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni