RECENSIONE - "Nobile Guerriero" di Linda Kent

TITOLO: Nobile Guerriero
AUTORE: Linda Kent
EDITORE: Self publishing
GENERE: Romanzo storico
FORMATO: ebook e cartaceo
PREZZO: offerta 0,99 € - 8,90 €
DATA PUBBLICAZIONE: 27 ottobre 2017
PAGINE: 272
PERSONAGGI:  Ailith - Christopher
SERIE: Evershine
1) Biancospino
2) Nella tana del Leone
3) Nobile Guerriero
Chi è davvero Christopher? Il Fantasma delle foreste, l'Aggiustatutto o Robin? Da tre anni, Ailith continua a domandarselo. E per quanto l’orgoglio ferito dall'abbandono le ordini di dimenticarlo, il cuore non si arrende. Per questo, quando scopre il grave pericolo che si addensa sulla testa dell'affascinante brigante, decide di metterlo sull'avviso. 
Chris, dal canto suo, non ha dubbi di aver agito per il meglio. Intrighi e vendette, il potere del potente Warwick, l'ombra di un tradimento e la minaccia rappresentata dalle bande di Incendiari che devastano l'Inghilterra, mettono a repentaglio non solo la sua vita, ma quella di chi ama. Rinunciare alla fanciulla che gli ha rubato il cuore è la scelta più saggia, l'unica possibile. Chris è determinato a seguirla, ma il destino e il coraggio di una bellissima arciera bionda dagli occhi di ghiaccio hanno già deciso altrimenti...

Linda Kent è lo pseudonimo che ho scelto in omaggio a mia madre e all’ambientazione anglosassone dei miei romanzi. 
Divido la mia vita fra la magica atmosfera di Roma e la campagna toscana, un’oasi di tranquillità nella quale mi rifugio quando la scrittura richiede maggiore concentrazione. 
Amo profondamente la letteratura, la poesia e la storia del passato, soprattutto quella del Regno Unito e, non appena mi è possibile, compio lunghi viaggi nei luoghi in cui ambiento i miei romanzi, per poterli descrivere fedelmente ai lettori.
Potete contattarmi sul mio sito:
www.lindakentauthor.com
tramite Facebook
oppure Twitter: https://twitter.com/lindalindakent. 

Bentornati cari,
oggi passo a parlarvi del terzo volume della serie Evershine, le recensioni precedenti sono leggibili cliccando sul titolo: Biancospino, Nella Tana del Leone; e ora passiamo a “Nobile Guerriero” di Linda Kent.

I personaggi:

Ailith, è una donna decisamente diversa dalle altre damigelle, sovrasta in altezza la maggior parte degli uomini, veste con abiti maschili, lavora come maniscalco e incocca frecce meglio degli arcieri del re. Una persona temibile, con un carattere duro e schivo, con un aspetto da Valchiria. Bionda e con gli occhi azzurri, fedele amica e compagno ideale in caso di pericolo.

Christopher è uomo notevole, alto, imponente e virile, capelli e occhi neri, barba lunga, ricorda per proporzioni e colori un orso. Un fuorilegge, un cavaliere, un uomo a cui affidarsi e uno temibile da cui guardarsi, in lui coesistono mille maschere e a ognuna riesce a dare una connotazione che lo rende credibile e sfuggente.

Questi sono decisamente due protagonisti insoliti, la donzella non aspetta di essere salvata bensì salva il cavaliere che si trova in difficoltà.
Tra complotti, incomprensioni e temibili avversari, Ailith e Christopher si trovano insieme dopo un lungo periodo di separazione. Un’attrazione la loro che li ha visti subito coinvolti in uno scontro di volontà, senza risparmiarsi colpi si sono tenuti testa fino a che il destino non ha deciso per loro.
Una separazione che li ha visti lontani e soli, senza che l’altro sapesse nulla. Questo avrebbe spronato chiunque a lasciar perder l’altro e invece no, la nostra Ailith venuta a conoscenza di un pericolo, si mette sulle tracce del fuorilegge. Ma il fato non ha finito di giocare con loro e tra pericoli scampati, minacce temute e rivelazioni da fare, i due si trovano a dover fare delle scelte che forse li vedrà separati per sempre oppure uniti per l’eternità.
Due protagonisti fuori dal comune, due caratteri di ferro che non temono di scontrarsi né tra loro né uniti, contro il nemico. La conoscenza che avviene durante le difficoltà e di sicuro in un modo non consono all’etichetta, mostra reciprocamente il vero io, senza filtri o maschere. In una giostra di emozioni e rischi correranno del pericolo, accresceranno l'affetto, stima e voglia di riscatto verso loro e verso i loro pari. Non un uomo e una donna ma due persone di pari carisma.
Fino alla fine non si hanno certezze e certo non sarò io a rivelarvi il finale!

Considerazioni

Linda Kent mi ha tenuta avvinta durante la lettura dei due precedenti capitoli e con questo non è da meno.
La scrittura risulta sempre elegante e ricercata, è notevole la conoscenza storica, sia le ricerche fatte per gli scontri fisici. Cose che rendono interessanti e credibili le battaglie, come gli eventi che si intersecano alla perfezione tra realtà e finzione.
La narrazione in terza persona e i frequenti dialoghi rendono la lettura veloce, anche le parti introspettive e riflessive risultano veloci e cariche di emozioni.
Il clima della storia è tutto incerto, tradimenti e alleanze si alternano e mutano con una rapidità che lascia basiti. 
La caratterizzazione dei personaggi è buona, i risvolti psicologici ben gestiti ma devo dire che, con due personaggi così fuori dal comune, mi sarei aspettata qualcosa di più.
Tanti misteri, tanti timori e sofferenza ma nell’atto pratico, con gli indizi seminati qua e là ho dedotto tutto ciò che c’era da capire e gli stessi protagonisti perdono un po’ di smalto in determinati momenti. Alcune rivelazioni perdono, a mio avviso, di intensità proprio perché facilmente intuibili.

Ailith è una donna formidabile e Christopher un degno coprotagonista, belli gli scontri caratteriali e gli incontri. A volte irrazionali, altri riflessivi, è piacevole conoscerli e imparare a prevenire pensieri e azioni.
La revisione presenta qualche svista, più che altro di punteggiatura, però nulla che comprometta la lettura.
Una nota di merito per le scene sensuali dove, senza eccedere nelle descrizioni, Linda riesce a evocare il calore di uno sguardo o il tocco di una carezza rendendo l'immaginazione del lettore protagonista nel rievocarne le sensazioni.
La parte storica reale invece è fedele e risulta ben gestita e intrecciata sapientemente alla trama del libro, qui mi giunge la grandezza della Kent nel ricreare l’aspettativa, il timore e l’incertezza dell’esito, che vivono i protagonisti e serve a me per rispolverare vecchie reminiscenze scolastiche.
Per quanto concerne la storia è piacevole trovarsi a condividere le attese delle decisioni o i chiarimenti che alcune scelte richiedono, crea aspettativa e un'appartenenza che, dopo tre libri, ho sviluppato nei confronti dei personaggi.
Anche in questo libro fanno la loro comparsa le due coppie precedenti, che pur svolgendo un ruolo importante non oscurano la coppia protagonista ma anzi fungono da spalle e amici incomparabili.

Faccio i complimenti a Linda, la serie Evershine mi ha regalato belle emozioni e leggerla tutta d’un fiato è stato emozionante. Accontentare una lettrice difficile come me non è compito facile ma tu ci sei riuscita, attendo il prossimo libro con trepidazione.
Il mio giudizio finale a questo libro è un buono.
Consiglio la lettura a chi sta seguendo la serie, posso garantirvi che ne vale la pena. Se cercate un libro con protagonisti caparbi e che vi stupiscano, questo è il vostro libro. Se volete uno storico ma anche una bella storia d’amore non avete che da leggere le avventure di Ailith e Christopher.

Buona lettura!


Commenti

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni