RECENSIONE "Appena Compatibili" di Mariella Mogni

Titolo: APPENA COMPATIBILI
Autore: MARIELLA MOGNI
Genere: Romance contemporaneo
Edizione: Self publishing
Uscita: 1 LUGLIO 202O
Costo ebook: € 0.99
È PREVISTA A BREVE UN’EDIZIONE CARTACEA
ORDER


Tornano i protagonisti di “Inconciliabili”
Davide e Bibì ti aspettano on line dal primo luglio con una nuova e romantica storia.

Riconosco il numero che campeggia sul display e resto paralizzato. Gli occhi rimbalzano dal tasto rosso a quello verde mentre la suoneria impazza.
Confuso, indeciso, stordito. Il mio stato d’animo è quello di chi si è appena imbattuto in un fantasma, in bilico tra incredulità e timore.
Certe pagine non possono essere riaperte. Non lo farò, non sprofonderò nella palude dei ricordi, non sprecherò un solo attimo per interrogarmi su cosa l’abbia spinta a cercarmi.

Dopo essere tornato con Beatrice, la sua antica fidanzata, e avere saputo che sta per diventare padre, Davide non ha più niente da chiedere al destino. Vorrebbe solo appianare alcune vecchie ruggini che separano la sua famiglia da quella della compagna e attendere l’arrivo del bambino concentrandosi sul suo lavoro di chef, ma una telefonata rischia di sconvolgere la sua esistenza.
Perché proprio adesso? Perché proprio in uno dei giorni più belli della sua vita?
Non si può ignorare il passato quando torna a bussare alla porta con insistenza. Davide dovrà affrontarlo con coraggio e rivivere vicende che si è obbligato a dimenticare prima di perdere tutto. Ha commesso molti errori e solo rimediando a ognuno di essi potrà conservare ciò che ha conquistato con molta fatica: dall’amore di Beatrice al ristorante che ha aperto da alcuni mesi.
Ma quando il passato ha le sembianze di un’affascinante donna bruna dai modi intriganti, le cose diventano molto, molto complicate.

Il romanzo è autoconclusivo, può essere letto indipendentemente da “Inconciliabili”.



Vincitrice del secondo concorso Entra anche tu in Sperling Privé, indetto da Sperling & Kupfer, Mariella Mogni ha esordito come autrice di romanzi rosa nel 2015.
Dopo avere pubblicato con importanti collane digitali quali “Sperling Privé” e “YouFeel” di Rizzoli, ha esordito nel self publishing nel maggio 2018.


Salve a tutti, oggi mi ritrovo a parlarvi dell'ultimo libro, appena uscito, di Mariella Mogni, "Appena compatibili".

La storia che parla di Davide e Beatrice. Lui è un rinomato chef che ha aperto da poco un suo ristorante, coronando il suo sogno. Intorno a lui troviamo Sebastian e Paolo, suoi soci in affari, ma prima di tutto suoi cari amici.
Poi c'è Beatrice, la sua fidanzata storica, dalla quale si era lasciato a causa di alcuni segreti che riguardavano i genitori di entrambi. Ma l'amore tra i due non è mai finito e nonostante Davide avesse un'altra relazione e un'altra vita, questo non lo ha mai aiutato a dimenticare completamente Beatrice. Tornare da lei e riconquistarla è stata l'unica cosa che contasse per lui. Ora che il sereno sembra finalmente arrivato, coronato anche dall'arrivo di un bambino, le porte del passato fanno nuovamente capolino nella vita di Davide, riaprendosi senza volerlo. Mia  Ulivieri, la sua ex, si ripresenta nella sua vita, imponendosi con tutta la sua arroganza mascherata da pecorella smarrita. 

"Certe pagine non devono essere riaperte. Soltanto pochi minuti fa stavo riflettendo sul passato ed ecco che il maledetto passato torna a bussare alla porta. Un passato solo mio, liquidato e archiviato da  tempo."

Davide all'inizio è diffidente, la sua generosità nel volerlo aiutare a vincere la stella Michelin che coronerebbe tutti i suoi sogni gli sembra paradossale. Non si fida di lei, sa che dietro alla sua eleganza si nasconde anche tanta cattiveria e voglia di rivalsa. Eppure tutti sembrano sminuire questa sua fissazione. I suoi soci sono entusiasti di avere una figura professionale e molto conosciuta nell'ambito delle pubbliche relazioni come Mia e anche Beatrice sembra non rendersi conto dei secondi fini della donna. Troppo convinta dell'amore che Davide nutre per lei. Eppure, dovrebbe sapere che una donna rifiutata è disposta a tutto pur di servire la sua vendetta su un piatto freddo. I continui giochi astuti della donna che scorrono tra il voler aiutare con saggi consigli e i giusti agganci non hanno convinto proprio tutti ma Davide non riesce a esternare questi suoi dubbi in quanto non trova appoggio tranne che in sua sorella e sua madre che conoscono bene di cosa sia capace la sua ex.
La gioia del pargolo in arrivo e la pace in famiglia ritrovata, iniziano a passare in secondo piano. Costretti ai continui turni estenuanti elargiti da Mia, che pare aver preso le redini della situazione nel locale. Ora non si pensa ad altro se non al migliorarsi in vista dei giudici che lei stessa ha ingaggiato.
Eppure le cose non vanno come ci si sarebbe aspettati...
Quando tutto sembra pronto a una giusta fine le cose si complicano proprio con Beatrice.

"Le bugie sono bugie, non hanno colore. Torbide, oscure, sono abissi che t'inghiottono, catene inarrestabili. Ne pronunci una e sei costretto a inventarne un'altra e un'altra ancora. Bugie a fin di bene, lame con cui ti scortichi l'anima per non tagliuzzare il cuore della persona che hai il dovere di proteggere."

Riusciranno Davide e Beatrice a mettere da parte i machiavellici tentativi della donna per sabotare il loro futuro o Beatrice, troppo ferita e delusa per gli episodi precedenti, deciderà di continuare da sola insieme a suo figlio?

CONSIDERAZIONI
Ho trovato questo libro molto interessante, la trama mi ha indotto a volerlo leggere e dalle prime pagine mi sono ritrovata immersa in questa storia. Nella gioia di Davide e Beatrice per l'arrivo del loro primo figlio e le insistenze di una ex che disturba la quiete e la gioia del momento, instillando preoccupazione e ansia in Davide.
Volevo capire fino a che punto la donna si sarebbe spinta e quali fossero i suoi obiettivi. Se fosse cambiata come sosteneva o se stesse facendo solo un subdolo gioco. A metà libro giungiamo alla spiegazione dei suoi atteggiamenti e quando tutto potrebbe tranquillamente finire in un vissero felice e contenti, ci imbattiamo nella ritrosia di Beatrice poco incline alle spiegazioni del suo uomo, a cui non basta neanche che abbia risolto la questione in modo abbastanza chiaro e diretto. No, lei preferisce innalzare una guerra che nella logica non ha ragione di essere, preferisce privarsi del momento che stanno vivendo per delle paranoie per situazioni che non sono avvenute. Tutto questo porta poi il protagonista a fare un passo indietro, tramite un diario ci riporta a quei momenti del passato che narrano la sua storia. Suddivisa tra l'amore per Beatrice e la breve parentesi con Mia, che gli ha concesso fama e conoscenze importanti. Mostrandosi più volte anche come un tipo troppo sicuro di sé e piuttosto arrogante. La storia scorre veloce, ma il modo in cui è scritto il libro mi ha portata a momenti a entrare in confusione, tra dialoghi, ricordi del passato, pensieri del presente. diciamo che mi ha preso molto da inizio libro fino a metà ma il resto non mi ha presa quanto avrebbe dovuto per quanto la storia sia carina.

Consiglio questo libro a chi ama le seconde possibilità. Gli amori sofferti e Inconciliabili.

Buona lettura.












Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni