RECENSIONE "Un bacio sotto il temporale" di Elena Russiello

Titolo: Un bacio sotto il temporale Autore: Elena Russiello Editore: Self Publishing Genere: Contemporary Romance Prezzo ebook/cartaceo: € 0,99 Data pubblicazione: 29 giugno 2020 Pagine: 138 Serie: Autoconclusivo
ORDER


Un bacio per iniziare. Un bacio per dimenticare.

A soli ventisette anni Mia ha tutto quello che crede di volere: una carriera di successo e un fidanzato premuroso che la aspetta ogni sera a casa. Le giornate scorrono lente e prevedibili, fino al giorno in cui il suo mondo viene stravolto da scomode verità.
Gianluca è bello e intelligente, ma ha imparato a vivere la vita assaporando ogni istante. Tuttavia, dietro la sua spensieratezza, in un angolo del suo cuore, nasconde una ferita ancora aperta che lo tormenta e non lo lascia andare.
Costretti a trascorrere una settimana insieme, Mia e Gianluca scateneranno una guerra a colpi di accuse, malintesi e gelosia. Lui è deluso ma il suo cuore, accanto a lei, si risveglia dimenticando gli errori e il dolore del passato. Lei è determinata a non cedere, sa bene che tra loro non potrà succedere niente, per quanto il suo cuore dica il contrario e l’attrazione che prova per quell’uomo sia innegabile e forte.
Non rimane che ignorarsi, ma non hanno fatto i conti con le scintille e la magia del vero amore che non ha bisogno di gesti eclatanti, è fatto di cose semplici, normali. Come un bacio sotto il temporale.


Buongiorno cari lettori, oggi vi vorrei parlare di "Un bacio sotto il temporale", il nuovo e ultimo romanzo di Elena Russiello.

La protagonista di questo libro è Mia, ventisettenne, fidanzata con Gianluca e avvocatessa nel pieno della carriera.

Il lavoro per lei è tutto, ha una professione che le risucchia ore extra di straordinari non retribuiti, forze e vita. Sì, perché Mia non ha amici, né nessun tipo di vita sociale; ha però l'amore stabile di Gianluca, che lavora nel campo radiofonico, innamorato pazzo di lei e disposto a sopportare questa storia d'amore quasi a senso unico, dove l'affetto principale sembra quasi stia svanendo, lasciando il campo alla monotonia.
Fino a quando, però, Mia non dimentica il giorno del loro anniversario e Gianluca, già al limite di fronte a una fidanzata così tanto impegnata lavorativamente e anche restia a convivere con lui, decide di lasciarla.

Galeotta sarà una vacanza, prenotata mesi addietro, che faranno ugualmente insieme come ex, che li aiuterà a riscoprirsi e a riconoscersi di nuovo, a poter ritornare ai “Mia e Gianluca” di un tempo, dove nulla era scontato e monotono.
Su Gianluca il cambiamento non è evidente, perché lui già di suo è intelligente e premuroso, dolce e geloso; il percorso più costruttivo sarà invece per Mia che, pur diffidente nel riprendere eventualmente la sua ex storia, si riscoprirà gelosa del suo bell'uomo e farà più caso alle attenzioni e ai sentimenti che Gianluca ha sempre provato per lei.

Il loro amore sarà abbastanza forte per poter concedere una seconda possibilità? Se siete curiosi, cari lettori, venite anche voi alla scoperta di questa piacevole lettura.

Considerazioni:

La lettura di questo romanzo è abbastanza semplice e veloce, con una storia d'amore interessante, dove non ci sono particolari colpi di scena, ma si è lettori di come due innamorati possano riscoprirsi e far rinascere sentimenti che sono sempre stati lì, ma offuscati dalla vita di tutti i giorni. Molte persone, infatti, si potrebbero benissimo riconoscere in Mia, nella vita lavorativa frenetica dovuta a una professione che risucchia anima e corpo e che fa sì che si dia per scontato tutto ciò che ci circonda.

Leggeremo tutto dal solo punto di vista di Mia, salvo l'epilogo, e come protagonista devo dire che mi è piaciuta parzialmente. A volte, infatti, certe sue reazioni così rigide e così distaccate, mi hanno fatto storcere il naso e dubitare dei suoi reali sentimenti.
Gianluca, invece, è stato un ottimo personaggio, sicuramente l'uomo che la maggior parte di noi vorrebbe al suo fianco, con la sua premura, la sua dolcezza e che, sebbene combatterà per far riaffiorare in Mia l'amore che li ha legati in questi anni, ha avuto comunque la forza di troncare la relazione nel momento in cui, della stessa, sembrava tenerci solo lui.

La scrittura è semplice e fluida, con qualche errorino qua e là, ma la storia è abbastanza scorrevole.

Lettura veloce e poco impegnativa, ottima per un pomeriggio estivo, con due protagonisti alla riscoperta del loro amore.
Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino