REVIEW TOUR - "Sesso, Hawaii e cliché" di Barbara Parodi


Titolo: Sesso, Hawaii e cliché
Autore: Barbara Parodi
Editore: ode edizioni
Genere: chick-lit
Prezzo ebook: € 2.99
Prezzo cartaceo: € 12.99
Data pubblicazione: 30 luglio 2020
Autoconclusivo

PRE-ORDER


Se esistesse un incipit adatto a questa storia, parafrasandone uno famoso, sarebbe il seguente:
È una verità universalmente riconosciuta che se nella casella della posta trovi una busta quadrata in carta spessa e di colore avorio qualcuno che ti conosce ti vuole male.
Tutto ha avuto inizio con quella dannata lettera, ma diamine! Se tornassi indietro l'aprirei ancora cento volte.


Barbara Parodi nasce a Milano nel 1983. Conseguita la laurea in Filosofia inizia a insegnare presso un istituto privato. Nel 2016 esordisce in self con il romanzo horror Segui le mosche che verrà ripubblicato nel 2019 con la casa editrice Dark Zone.
Nel Febbraio del 2020 assieme alla amica e collega Anna Russo decide di aprire la O.D.E. Edizioni: una piccola e dinamica casa editrice con tanto entusiasmo.
Proprio sotto il marchio O.D.E. pubblica la divertente commedia romantica Sesso, Hawaii e cliché.


Buongiorno a tutti,
È con vero piacere che vi parlo di "Sesso, Hawaii e cliché", di Barbara Parodi, edito dalla O.D.E. edizioni che mi ha fornito il file ARC per la lettura.

La protagonista del libro è Mina una donna di ventinove anni che non passa certo inosservata grazie alla sua fisicità e al suo carattere estroverso.
Scelte, amicizia e conoscenze vengono messe in discussione quando, suo malgrado, si trova  a riconsiderare tutta la sua vita. 

"Ho fatto tanta di quella gavetta che al solo pensarci mi viene da piangere. Eppure, ero spronata a farlo da un senso quasi di rivincita personale, come se ne andasse del mio stesso orgoglio e della mia vita."

Con il panorama della Hawaii, che rimuove ogni tipo di filtro, e durante il tempo di una vacanza ogni paletto e convinzione subiscono uno scossone dando luogo a momenti imbarazzanti, esilaranti e carichi di sensualità.
Mina, da amica perfetta, compagna scomoda e figlia complicata, si trasforma scende a patti con se stessa e finalmente si accetta per quello che è: una donna libera che, finalmente, arriva ad amarsi completamente. Questo passaggio richiede di spezzare i fili che la tengono unita a un passato che probabilmente i ricordi hanno colorato di sfumature rosa.

"Sarei riuscita a trovare anche io qualcuno che mi guardasse come la prima volta?"

Nulla però è da dare per scontato, nella vita i colpi di scena sono sempre possibili. Quale sarà il percorso di Mina, le sue scelte e cosa la aspetta dovete scoprirlo voi leggendo questo adorabile libro.

Considerazioni

Una commedia romantica con tantissime sfumature che rendono questo libro davvero complesso. In un tempo relativamente breve si assiste alla crescita di Mina che prende coscienza di se stessa in un modo che la mette a nudo e la svela per la donna che, oltre all'apparire, desidera essere riconosciuta per ciò che è. 

"Il mio cuore apprese per primo ciò che il cervello ancora faticava a comprendere: desideravo stare con lui, volevo che mi abbracciasse."

Tanta ironia e la sua faccia tosta regalato parecchie risate, ma non solo. Dietro la leggerezza di questa donna c'è un mondo e sarà lei a raccontarcelo. Mina ci svela come si sono svolti i fatti con una schiettezza disarmante,  è suo il pov unico, che crea quella sintonia da "due chiacchiere tra amiche".
Attraverso l'introspezione e l'insicurezza, che viene celata dietro una finta freddezza, si svela una persona che per un atto di ribellione ha fatto scelte in cui crede, ma che a questo punto della sua vita le stanno strette. In nome dell'amicizia e per paura di non essere abbastanza, ha messo a tacere una parte di sé che ora inizia a emergere e reclama la sua posizione.

"Avevo davvero creduto che con lui potessi essere me stessa senza giudizio, senza sentirmi in difetto. Lui che aveva finto di appoggiarmi, di difendermi così tante volte da perderne il conto."

Attraverso la narrazione ricca di dettagli succulenti è davvero interessante osservare le scene, conoscere i vari personaggi e assistere ai diversi rapporti che hanno tra loro.
I dialoghi sono veloci con un linguaggio contemporaneo che la nostra protagonista condisce con qualche intercalare colorito che sottolinea il suo stato d'animo. La scelta di farla riflettere tra sé e farla rivolgere direttamente al lettore è un'altra cosa che accentua la sensazione di trovarsi a essere parte integrante della storia.
Ho già letto Barbara Parodi e devo dire che sa come bilanciare bene i vari elementi per rendere un testo ricco, ben scritto e dare alla storia quella componente di unicità che rende la lettura scorrevole oltre che piacevole. Per tutto ciò non posso che farle i miei complimenti.
Ho ricevuto in lettura il file ARC, ma sono lieta di dire che ho riscontrato solo alcuni refusi quindi mi sento di fare i complimenti alla CE.

Una lettura che mi ha tenuta incollata perché mi ha incuriosita fin dall'inizio. Personalmente apprezzo sempre quando un libro mi lascia qualcosa e in questo caso è stato così: bisogna credere in se stessi e avere la forza di afferrare ciò che desideriamo.
Una bella lezione che già da sola basterebbe a farmi consigliare il libro che però vi regalerà anche ore piacevoli e divertenti.


Buona lettura!
Monica S.

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni