RECENSIONE - "Unsung Angel" di Therry Romano

Titolo: Unsung Angel 
Autore: Therry Romano
Editore: Self publishing
Genere: Fantasy
Prezzo ebook: € 1,99
Data pubblicazione: 26 maggio 2020
Serie: volume 2 di Angel Down
#1 Angel down - RECENSIONE
#2 Unsung Angel

È trascorso qualche mese da quando Syn, Zeke, Drew e Ledja hanno incontrato i celesti.
Il loro compito è quello di trovare le schiere di morti, che vagano sulla terra, condurle in terra consacrata e aprire il portale sacro, che le porterà nel regno di Samael.
Grazie alla runa di Eihwatz, Syn è il portale di attraversamento, ma ogni passaggio si rivela sempre più difficile, in quanto attira creature misteriose, assetate di potere oscuro, ed esseri sovrannaturali, che controllano le sue gesta.
La ragazza tornata dagli Inferi, diventa l’Ayaba, regina dei morti, incontra i messaggeri, i diversi arcangeli e lo stesso Lucifer, divenuto più curioso e attratto dalla donna, tanto da rivelarle i segreti inconfessabili del Cielo e degli Inferi.
Molti sono gli enigmi che il gruppo dovrà affrontare, a cominciare dal vero senso della missione intrapresa, fino alla ricerca di risposte sulla fedeltà delle schiere celesti verso il Cielo.
Profezie, cabala, diverse credenze religiose e geometria sacra, intrecciate in una storia, che vi porrà un solo interrogativo: chi dice la verità, i demoni o gli angeli?
Questo viaggio vi condurrà in posti conosciuti, ma che si riveleranno molto diversi da come li avevate immaginati.

Nota: la libera interpretazione di alcune dottrine religiose, potrebbe non essere adatta a chi professa un culto ben definito. Si è cercato di dare al romanzo una linearità, che non recasse offesa a nessun credo o cultura.
Therry Romano, classe 1968, nata sotto il segno dell’Acquario, note significative: imperfetta!
Laureata in Scienze dell’Amministrazione, indirizzo Comunicazione, lavora in una PA, sostiene progetti di volontariato. Sposata, due figli che adora e che la supportano nella sua attività da scribacchina.
Lettrice accanita di thriller e fantasy, blogger onnivora, collezionista di fumetti, di unicorni e teschi. Sognatrice di dimensioni utopiche, le piace condividere i suoi complicati sogni con lettori, per i quali leggere è un viaggio in un’altra vita, che sia avventurosa, romantica o straordinariamente fantasy.
Al suo attivo ha alcuni racconti brevi come “Questioni di carta e di pizzo”, “Il matrimonio della cugina”, “Bellissima pazzia”, “Diario di una fan”; una favola paranormal, “Kissmet, baci dal passato”, un goth romance “Un graffio al cuore”, uno YA dolcissimo “Una fairy per gli Scream”, “Twins in love”, alcuni ‘Angel Down’ e “Time Vampires”, premiato al “Trofeo Cittadella”, terzo classificato, sezione fantasy.

Unsung Angel è il volume 2 di Angel Down.

Oggi vi parlo di una lettura privata, si tratta di "Unsung angel" di Therry Romano, secondo volume di Angel Down.
Ritroviamo Syn, Zeke, Drew e Ledja a distanza di qualche mese dalla fine del libro precedente che ci aveva lasciato con qualche risposta e moltissime domande. I 4 personaggi hanno trovato un loro apparente equilibrio che li vede uniti nel tentativo di dipanare la matassa dei misteri che avvolge la figura di Syn.
È lei la chiave di tutto o è solamente una pedina come gli altri?
Nel tentare di dare una risposta a questo quesito i personaggi si trovano a brancolare tra il buio dell'inferno, la luce del cielo e la nebbia che avvolge la Terra dove le varie fazioni, in realtà, si ricongiungono all'insaputa degli umani.

"Il Cielo è in subbuglio, gli Inferi sono in fermento, la Terra è morente. Hanno bisogno di un equilibrio che, a quanto sembra, tu sei destinata a portare."

Intrighi, profezie, premonizioni, cospirazioni, bugie e su tutto i capricci di chi non si accontenta della propria posizione, ma spera nel caos per poter emergere e regnare su tutti.
Fondamentali i legami di sangue, le lealtà che vacillano, alleanze contrarie alla logica e l'interesse personale che viene messo davanti a tutto.

«Oggi ho pianto sulla mia sorte e quella di migliaia di anime senza voce. Se ciò che mi dirai, darà un senso a tutto questo, allora accetterò anche le conseguenze.»

Syn, Zeke, Drew e Ledja si troveranno a rivedere le proprie convinzioni, vedranno sconvolte le convinzioni e tutto ciò che gli è stato insegnato nei secoli. Su tutti veglia proprio colui che dovrebbe incutere paura e non fiducia: Lucifer, il caduto, l'oscuro tentatore e sovrano degli inferi, ma forse anche l'unico capace di mantenere una promessa fino alla fine dei tempi.

"Da quel che aveva compreso nell’ultimo periodo, per tutto ciò che era accaduto nella lunga vita dell’universo, c’erano state sempre delle profezie o delle rivelazioni. Com’era possibile che una ribellione di tale portata non fosse stata prevista?"

Considerazioni

Vi dico subito di non aspettarvi un libro veloce e sbrigativo perché come gli ultimi scritti, Therry ha dovuto sviscerare parecchio materiale: simbolismo, varie religioni e credenze vengono fuse a creare nuove essenze che vengono adattate alle necessità della storia.
Lo stesso vale per i protagonisti che vediamo messi alla prova, portati all'estremo per comprendere la verità. Altrettanto succede con i personaggi secondari che influiscono in modo importante sugli eventi e lo fanno sia imponendosi caratterialmente che rivelando nuovi confini su quanto si crede essere la realtà.

«Il Cielo ci ha traditi, ci ha ripudiati, quando eravamo più deboli e sconfortati. Colui che doveva proteggerci, ci ha respinti, lasciandoci soli e sconsolati. Solo la rabbia e il dolore ci ha regalato una parvenza di vita, per obbligarci a pianificare una vendetta. Tu sai di che parlo, vero?»

La narrazione è a tutto tondo in quanto pur essendo protagonista Syn, si trovano anche i pov degli altri personaggi e questo dà un bel movimento all'intera storia.
La lettura risulta piena di colpi di scena grazie alle scoperte che vengono rivelate, i dialoghi sono veloci e grazie a essi anche il lettore riesce a fare il punto della situazione. Therry dà una solennità a tutto, ma i suoi personaggi risultano contemporanei, maliziosi e ingenui al contempo. Li definirei giovani uomini e donne con un grosso compito da portare a termine, l'età  dichiarata passa in secondo piano, non che la cosa mi sia dispiaciuta.
D'altra parte devo anche segnalare che l'eccesso di simbolismo e di entità richiedono un'attenzione particolare per seguire tutto senza perdere i dettagli. Questo a un certo punto rallenta la lettura che diventa piena di nozioni e teorie a discapito dell'azione.
Devo ammettere che avrei gradito un glossario per districarmi tra cariche, credi e parentele almeno quelle che si potevano palesare.
Il libro è stato curato dal punto di vista dell'editing e tutte le domande hanno trovato la loro risposta, cosa che ho apprezzato immensamente. È evidente  lo studio che è stato fatto e per questo faccio i complimenti a Therry.
Vi consiglio la lettura della duologia perché vi farà entrare in un mondo mistico senza però penalizzare quella vena romantica che infondo non guasta mai

Buona lettura!
Monica S.




Commenti

  1. Grazie di cuore. Al solito le vostre recensioni sono piene ricche di analisi e consapevolezza.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino