RECENSIONE "Senza compromessi" di Elena T.D.

Titolo: Senza compromessi
Autore: Elena T.D.
Editore: Self publishing
Genere: Suspense Romance
Prezzo: ebook/cartaceo: € 2,69 / € 12,00
Data pubblicazione: 25 luglio 2020
Pagine: 229
Serie: Autoconclusivo


Se hai varcato la soglia dell'inferno, solo l'amore può riportarti indietro.
Rimini 1993. Alla giovane Vice Ispettrice Gioia De Rossi viene affidata la missione di agganciare un inafferrabile prestanome coinvolto nell’indagine di Tangentopoli, ci riesce, ma sparisce nel nulla per giorni. I superiori sono divisi tra chi la crede incompetente e chi sospetta una sua complicità, al pluridecorato Giordano Torrani della Direzione Investigativa Antimafia spetta il difficile compito di trovarla e scoprire la verità. 
Milano 1998. Gioia e Giordano si incontrano nuovamente, ma mentre lei è riuscita a scrollarsi di dosso la pessima reputazione e fare carriera Giordano, da anni infiltrato nel più crudele dei Clan mafiosi, è a un terribile bivio etico. 
Nemmeno il fine più nobile può giustificare i mezzi per ottenerlo. Amore o odio, perdizione o redenzione, castigo o perdono: lotta e ama senza compromessi.  


Buongiorno a tutti, cari lettori, oggi vi vorrei parlare della nuova uscita di Elen T.D., dal titolo "Senza Compromessi".
Gioia De Rossi è una giovane Vice Ispettrice alle prese con un incarico non indifferente: attirare l'attenzione di un famoso prestanome legato a un'importante indagine di corruzione. L'unico compito di Gioia in tutto ciò è quello di fare da esca nel ruolo di escort, ma ad un certo punto, complice il comportamento poco rispettoso del Vice Commissario, nonché capo di questa operazione, qualcosa non va nel modo giusto e l'intera operazione sembra andare a monte.
Ma non tutto è perduto per Gioia e, seppur lasciata da sola e la missione sia stata annullata, alla fine riesce a raggiungere il suo obiettivo.
La ragazza però deciderà di chiamare un comando diverso dal suo, saltando così le varie giurisdizioni, e ad approfondire le indagini arriverà Giordano Torrani della D.I.A..
L'attrazione fra i due è particolarmente evidente, così come il colpo di fulmine, tanto più il senso di protezione di Giordano verso Gioia e la fiducia incondizionata che Gioia concede a Giordano.
L'operazione va avanti fra un evento e l'altro, di pari passo all'evoluzione dei loro sentimenti che diventano sempre più profondi, ma ben presto le loro strade saranno destinate a dividersi.
Da una parte Giordano che viene richiamato a un'operazione sotto copertura, dall'altra parte a Gioia è stato tolto l'incarico che aveva e le vengono date nuove mansioni.
I giorni e le settimane passano, i due protagonisti cercano di sentirsi e aggiornarsi come possono, fino a quando Giordano sarà costretto a non avere più contatti con la ragazza per andare in fondo alla sua missione.
Passano così alcuni anni e nell'arco di quel tempo Gioia ha fatto carriera, mentre Giordano è rimasto vittima del lato oscuro dell'operazione in cui era infiltrato.
I due si rivedranno e seppur i loro sentimenti non sembrano scalfiti, la missione ha cambiato molto Giordano, sempre a un passo nel soccombere ai brutti ricordi degli eventi accaduti durante il suo essere sottocopertura.
Ma Gioia è una donna forte e determinata e sa che l'uomo di cui si è innamorata è ancora lì e sa che deve essere aiutato; sa che ora è il suo turno di proteggerlo, così come lui ha fatto qualche anno prima per lei.
I due vivranno situazioni difficili, i ricordi sono crudeli e offuscati dal senso di colpa, ma lascio scoprire a voi, cari lettori, se si arriverà a un lieto fine.

Considerazioni:
Ho trovato questo romanzo una piacevole lettura, con due ottimi protagonisti.
Gioia è una dura fin dalla prima pagina e nel corso degli eventi si percepisce sempre di più la sua determinazione e dedizione in tutto ciò che fa; Giordano è un uomo forte, intelligente e protettivo. Tra i due l'attrazione e la complicità sono ben evidenti e ben narrati.
La narrazione, infatti, è in terza persona dal punto di vista alternato e permette sufficientemente di poter comprendere i relativi stati d'animo, nonché sentimenti l'uno verso l'altra.
La scrittura è semplice e scorrevole, con dialoghi naturali.
Nel complesso si tratta di una piacevole lettura che consiglio, dove non mancano emozioni e scene d'azione.
Buona lettura e con l'occasione auguro una buona estate a tutti, cari lettori!



Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni