RECENSIONE "Una proposta inaccettabile" di Andrea Adrich

Titolo: Una Proposta Inaccettabile
Autrice: Andrea Adrich
Editore: Delrai Edizioni
Genere: New Adult
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo: 4,99€/ 14,50 €
Data pubblicazione: 5 Agosto 2018
Protagonisti: Lea e Darrell

Leandra Swan è una studentessa della facoltà di matematica, una ragazza solare e ingenua che lavora al Gorilla Coffee, un locale poco frequentato di New York. È qui che un giorno i suoi occhi incrociano quelli di un uomo incredibilmente affascinante e dall’atteggiamento freddo, indifferente: Darrell Baker. All’apparenza privo di umanità, Baker sembra un tipo da cui stare alla larga, finché un giorno, vedendola in difficoltà, non le viene in aiuto. Piena di gratitudine, Lea decide di ascoltare quello che quest’uomo ha da proporle, senza sospettare che genere di proposta lui stia per farle: un contratto inaccettabile, qualcosa che la farà pentire di aver incrociato la sua strada.
Da una notizia reale di cronaca, l’autrice bestseller spagnola Andrea Adrich crea una storia d’amore tra un uomo dai comportamenti imprevedibili e una ragazza romantica, dove a vincere nonostante tutto è il sentimento di cui tutti sentiamo il bisogno: l’amore.


Andrea Adrich è un’autrice spagnola di trentasette anni e una lettrice vorace a cui però non è bastato divorare romanzi, per questo ha deciso di dar voce alle sue stesse storie e creare così i suoi personaggi. Due anni fa pubblica in Spagna il suo primo romanzo, diventando presto un’autrice best seller. Amante della buona letteratura, non riesce a trascorrere un solo giorno senza scrivere. La sua è un’autentica vera passione.

Buongiorno Chiacchierine, oggi sono qui per parlarvi di Una Proposta Inaccettabile di Andrea Adrich, edito Delrai Edizioni, romanzo bestseller in Spagna. Devo ammettere che mi aspettavo molto di più per essere un bestseller e ora vi spiegherò il motivo. Una Proposta Inaccettabile mi aveva molto incuriosita per il fatto che la trama si basasse su uno spunto di cronaca vera. Mi piacciono molto i romanzi in cui si tocca con mano la realtà e per questo motivo ero entusiasta di leggerlo. Il romanzo è diviso in due parti: una, la prima, dal punto di vista di Leandra Swan, la protagonista sventurata a cui la vita sembra aver voltato le spalle; mentre la seconda dal punto di vista di Darrell Backer, un ricco imprenditore di New York, privo di sentimenti, che tratta le persone come fossero una semplice trattativa. La prima parte mi ha ricordato molto, troppo, 50 Sfumature di Grigio. La nostra protagonista, Lea, si ritrova all’improvviso senza un lavoro, la padrona di casa le sta col fiato sul collo per i soldi dell’affitto e le tasse universitarie sono prossime alla scadenza. Lea è senza un soldo, senza un lavoro ed è disperata. Ma la fortuna sembra girare dalla sua parte quando al Gorilla Caffè, il locale in cui lavora, entra Darrell Backer. Lui, vedendola in lacrime, le offre un lavoro. Lea è al settimo cielo, occasione migliore non poteva capitarle, peccato che non era il lavoro che si aspettava…

«Le sto offrendo un alloggio a casa mia e un regolare contratto di affitto. Solo che al posto di concordare un prezzo, quello che voglio in cambio è...» «Cosa vuole in cambio?» mi azzardo a interromperlo, sconcertata. I suoi occhi di colpo si scuriscono e con un luccichio strano si posano su di me, facendomi irrigidire. «Sesso» risponde senza tentennare. Inarco le sopracciglia. Ho sentito bene? Ha detto sesso. Proprio sesso? Che razza di scherzo è mai questo?

La sua indignazione a quella offerta è palpabile. È disperata, ma non fino a quel punto. O almeno questo è quello di cui Lea cerca di convincersi, ma alla fine cede. L’idea di trovare un po’ di pace, un porto sicuro in cui rifugiarsi in quel periodo nero, la convince ad accettare quel maledetto contratto. 

«Capisco» commento di nuovo come un robot. Ed è vero. Lo comprendo, so qual è il mio posto: sono qui per far fronte ai suoi bisogni. Lui ha bisogno di scopare, io ho urgenza di avere certezze che mi tolgano da questa situazione di ansia e panico. Sembra tremendamente facile da riassumere.

Leandra non è felice. Si sente sporca, fuori luogo in quel moderno e lussuoso attico di New York. Ma se da una parte vuole andarsene, allontanarsi il più possibile da quell’uomo, dall’altra vuole stargli vicino, conoscerlo e scoprire quale sia il suo problema.

«E perché mai? Sei il bel tenebroso che non crede ai sentimenti e non possiede un cuore?» voglio sapere, dilatando le narici. Lascio il mio tovagliolo sul bordo del tavolo e incrocio le braccia per ascoltare quello che ha da dire. «Certo che ho un cuore» esordisce, calmo come sempre. «Solo che ha qualcosa che non va, per questo non reagisco come la maggior parte della gente.»

Darrell ha qualcosa che non va… il suo comportamento freddo, distaccato, completamente impassibile a qualsiasi emozione ha una motivazione e quando Leandra scopre quale è ne è terrorizzata. Lei ha paura di innamorarsi di lui e di soffrire più di quanto non stia già facendo, perciò decide di trovarsi un lavoro vero e lasciare Darrell e i suoi problemi. Qui inizia la seconda parte, dedicata completamente all’uomo che inizia a percepire sentimenti mai provati prima di allora. La lontananza forzata di Leandra lo induce a capire e riconoscere ciò che prova per lei.
Lei è estroversa e io riservato; lei è semplice e io sono complicato; lei è solare e io sono serio; lei è ingenua e io sembro aver vissuto mille vite, tutte senza provare nulla, senza essere in grado di emozionarmi.
Di grande aiuto sarà il suo migliore amico e avvocato Michael, l’unico che conosce il suo problema. Sarà lui a indirizzarlo verso ciò che prova e lanciarlo tra le braccia di Leandra. Questa parte mi è piaciuta molto di più rispetto alla prima, l’ho trovata più movimentata e coinvolgente, se non per gli ultimi capitoli che ho davvero faticato a leggere. I due ragazzi iniziano a conoscersi davvero, a capirsi e quando tutto sembra andare per il verso giusto, ecco che la catastrofe bussa alla porta. Darrell è un uomo veramente complicato, complesso. Viene descritto come una persona che non riesce a provare nessuna emozione, il tono della voce non cambia mai, come se fosse una registrazione. Dal suo viso non traspare nulla, è una maschera imperturbabile. Dall’altro canto c’è Lea, una ragazza dalla solarità contagiosa, che ti fa capire alla perfezione ciò che prova. Due persone che non potrebbero essere più diverse di come sono, ma che in un modo o nell’altro riescono a legarsi.
Ed è in questo momento che lo capisco: venderei l’anima al diavolo se servisse, solo per farmi abbracciare in questo modo, sempre, per il resto della mia vita. Non importa che io non lo senta come lei, però lo so, so che è esattamente qui che voglio stare
Una Proposta Inaccettabile mi ha messo in seria difficoltà. C’erano momenti in cui non vedevo l’ora finisse, altri, quelli più romantici e comici, in cui ridevo e leggevo con gli occhi che brillavano. Leggerlo è stato come essere sulle montagne russe, e non sempre è un bene. All’inizio credevo che Darrell fosse il classico riccone con problemi infantili che lo avevano portato a rinnegare l’amore, ma capire che cosa avesse mi ha piacevolmente stupita e ridato valore al romanzo.
La parte finale l’ho trovata molto lenta. Ho faticato tantissimo a leggerla nonostante il colpo di scena. Mi è sembrata un po’ una forzatura, ecco. Nel complesso lo stile dell’autrice è semplice, anche se a volte si dilunga un po’ troppo. Ho trovato alcuni refusi, ma essendo un file staffetta quello che ho letto, sono sicura li abbiano sistemati. Lo consiglio a chi piacciono i romanzi in cui c’è la bella da salvare e un uomo pronto a farlo, anche se a modo suo. È una lettura da portarsi sotto all’ombrellone.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni