RECENSIONE "Cuore di Neve" di Debora Mayfair


Titolo: Cuore di Neve
Autrice: Debora Mayfair
Editore: DZ Edizioni
Genere: Paranormal Romance
Formato: ebook/  cartaceo
Prezzo:  0,99€/  14,90€
Data pubblicazione: Dicembre 2017
Protagonisti: Bianca, Hallbjörn e Matthew
Pagine: 304
Serie: Le cronache del Ragnarök (trilogia)

ORDER
Bianca sta finalmente ritrovando il suo equilibrio. Ha chiuso la relazione affettiva con Teo, ma non il suo rapporto con l’uomo, disposto a tutto, anche a mettere a repentaglio la sua vita, per proteggerla. Lui è il suo Cacciatore, lei una Regina degli Spiriti: il legame che li unisce è saldo come l’acciaio. O almeno è quello che credono entrambi. Il ritorno del primo amore di Bianca, Hallbjörn, dall’Islanda, metterà infatti a dura prova non soltanto il rapporto tra lei e Teo, ma anche la salute psichica della ragazza, messa sempre più in crisi dalle frequenti lacune nella sua memoria. Enormi falle nei suoi ricordi le impediscono di rammentare fino in fondo chi lei sia e quale sia il suo ruolo.  Quello che infatti Bianca non immagina è che gli ingranaggi del Ragnarök, creati da lei stessa in un tempo dimenticato, stanno iniziando a muoversi e incastrarsi a ogni suo passo. Il destino dell’universo è appeso a un filo e alla sua capacità o meno di ricordare... 



Da sempre appassionata di disegno e scrittura, è convinta dell’esistenza di qualcosa che vada ‘oltre’ quello che la mente umana possa concepire. Adora le fiabe e le leggende, elementi molto importanti nelle sue storie. Cuore di Neve è il suo romanzo di debutto.




Buongiorno lettori, oggi vi parlo del primo volume della trilogia Le cronache del Ragnarök "Cuore di Neve" di Debora Mayfair.

Vi faccio un breve accenno alla trama, Bianca, è una ragazza che dopo aver scoperto dai suoi genitori di essere la Regina degli Spiriti, cerca di ritrovare una sorta di equilibrio.
Con il tempo scopre gradualmente quelli che sono i suoi poteri e "riscopre" ricordi perduti, su chi sia.
I pezzi del puzzle si incastrano grazie a Teo, colui che un tempo fu suo marito e, con Hallbjorn il suo ex e lei ritorna a ricordare.

Devo ammettere di aver avuto parecchia difficoltà nella lettura di questo romanzo.
Nonostante il linguaggio semplice, la scrittura scorrevole e corretta, soprattutto nella prima metà del romanzo ho faticato a mettere a fuoco la vicenda.
Mi sono trovata catapultata nella vita di Bianca come se questo non fosse il primo volume della serie ma il secondo, non sono riuscita a capire molto bene i passaggi fondamentali per la piena comprensione della trama.
Una trama che del resto ho trovato anche piacevole e originale, quando nella seconda metà del libro la vicenda è risultata leggermente più chiara.

Molto probabilmente, le mie difficoltà sono dovute alla mia scarsa conoscenza della mitologia Norrena, sulla quale è fondata la trama, il cosiddetto Ragnarök.
Ammetto la mia ignoranza, quindi avrei preferito qualche delucidazione in più su questa mitologia.

Credo che questa storia abbia del potenziale, come ho detto prima, la trama è originale e molto intrigante.
Inoltre, l'autrice ha una buona conoscenza della mitologia Norrena, nella mia ignoranza le consiglio di sviluppare meglio questo aspetto da poter rendere il romanzo più chiaro e meno confuso.
Il mio giudizio non è del tutto negativo, leggerò il seguito della serie con la speranza di ricredermi!!!
Buona Lettura!!!




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni