RECENSIONE IN ANTEPRIMA "Facile come innamorarsi" di Jessica Guarnaccia


Titolo: Facile come innamorarsi
Autrice: Jessica Guarnaccia
Editore: Gilgamesh Edizioni
Genere: Romance
Formato: cartaceo
Prezzo: 15,90 €
Data pubblicazione: 24 settembre 2018
Pagine: 224
Serie: Autoconclusivo


Londra a San Valentino: come si fa a non innamorarsi?

Thomas Walker potrebbe darvi almeno un centinaio di motivi. Ci sono cose più importanti dell’amore e lui le ha ottenute tutte: è caporedattore di un’importante rivista, ha una bella casa e degli amici fantastici. Non potrebbe desiderare niente di meglio.
Jillian Grayson sarebbe perfettamente d’accordo: nel suo curriculum può vantare una lista infinita di appuntamenti al buio, organizzati da sua madre. Quelle pessime esperienze non sono altro che la conferma di quanto dedicarsi alla carriera sia la scelta più saggia. In fondo, la sua priorità è affermarsi come terapeuta, non ha tempo per le relazioni.
Metteteli insieme nella stessa stanza e otterrete la ricetta del disastro perfetto: una notte indimenticabile, un’amicizia quantomeno improbabile e una serie di regole fin troppo facili da dimenticare…

Jessica Guarnaccia vive in un piccolo paese nella provincia di Pistoia e lavora presso la Pubblica Assistenza della sua città. Ama viaggiare, non importa se con un treno, un aereo o semplicemente con la fantasia. Capita spesso che inizi mille cose senza terminarne nessuna, a meno che non si tratti di un libro: non credeva di essere capace di scriverne uno finché non lo ha fatto, quasi per gioco. Poi non ha più smesso. La sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni inizia con il romanzo Se mi ami non vale.


Buongiorno lettrici, il romanzo di cui vi parlerò oggi è una commedia romantica dal titolo Facile come innamorarsi di Jessica Guarnaccia, in uscita il 24 settembre per Gilgamesh Edizioni.

I protagonisti di questa storia sono Thomas Walker, un attraente giornalista, e Jillian Grayson, una simpatica e bella terapeuta.

Entrambi sono felicemente single, amano divertirsi e sono troppo presi dalle loro carriere per pensare a un legame stabile. Ma la madre di Jillian è intenzionata a trovare un marito per la figlia e le organizza degli appuntamenti al buio che puntualmente finiscono per innervosire Jillian, perché si ritrova sempre ad avere a che fare con uomini per niente affascinanti e molte volte insopportabili.

“Due minuti dopo, l’ennesimo fallimento della mia settimana entrò nel locale e si avvicinò sorridente. Esteticamente non era nemmeno male, aveva un fisico atletico e un bel viso; ma non potevo fidarmi delle apparenze: lo aveva scelto mia madre, perciò doveva avere qualche difetto di fabbrica. In ogni caso, non ci avrei messo molto a scoprirlo. Azionai il cronometro sul mio telefono e lasciai che lo spettacolo avesse inizio.”

Ed è proprio mentre sta maltrattando l’ennesimo pretendente “sfigato” che conosce Thomas.

Considerazioni:

Fra loro scatta subito una scintilla e da questo momento iniziano a frequentarsi senza impegno, ma il cuore non segue mai quello che la mente vuole imporgli ed entrambi dovranno fare i conti con i loro sentimenti.

La scrittura di Jessica è frizzante e divertente, ci sono dialoghi carini che fanno sorridere ma non sempre, a volte mi sono un po’ annoiata perché la storia è molto prevedibile e lo svolgimento non ha sorprese. 

L’autrice usa i punti di vista di entrambi i personaggi ma non mi sono particolarmente affezionata a loro e li ho trovati poco carismatici. 

Il personaggio della madre invadente che organizza appuntamenti al buio alla figlia è davvero strausato e, alla fine, non diverte nemmeno più; però l’autrice scrive bene e, anche se ho trovato la storia davvero troppo semplice e un po’ “tiepida”, sicuramente è adatta per passare qualche ora di svago.

   
Consiglio questo romanzo a chi ama le storie romantiche a lieto fine.

Buona Lettura!

   

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni