RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Instinct" di Jay Crownover

Titolo: Instinct
Autore: Jay Crownover
Editore: Newton Compton
Prezzo ebook: 5.99 €
Data pubblicazione: 20 Settembre 2018
Genere: Contemporary romance
Serie: The Breaking Point
PRE-ORDER



Breaking Point Series
Lo sanno tutti che le apparenze ingannano. Eppure non c’è nessuno che, vedendomi, non mi prenda per un attaccabrighe, una bestia. Il fatto che io sia alto e pieno di tatuaggi devia completamente l’attenzione della gente. In realtà, ho sempre dato molto più peso al cervello che ai muscoli. Anche se non ho scelto di usarlo nel modo più rispettabile. Non sono uno stupido supereroe né un bravo ragazzo. Ho voltato le spalle alla dignità e ho venduto la mia anima al miglior offerente. Uno che non sa salvare neppure se stesso, come potrebbe aiutare gli altri?
Noe Lee è entrata nella mia vita come un fulmine. Brillante ma indisciplinata, capace di muoversi nei bassifondi addirittura meglio di me. Era fastidiosamente adorabile, ma era nei guai. E i guai di qualcun altro non sono mai stati affari miei.
Così, le ho sbattuto la porta in faccia. E dopo che è sparita è bastato un secondo perché capissi che la rivolevo indietro. Quando realizzi di desiderare così disperatamente qualcuno, non ti chiedi cosa sei disposto a fare. Segui l’istinto e basta.
Jay Crownover ci riporta a The Point con una nuova emozionante storia d’amore piena di cattivi e anime perse.
Jay Crownover 
Vive in Colorado. Ama i tatuaggi e l’arte di modificare il corpo, e cerca di fare in modo che la sua scrittura sia permeata da tutto ciò che vede. Le piace leggere, soprattutto storie che la coinvolgano e appassionino; naturalmente, se c’è un bad boy bello e tatuato è sempre meglio. La Newton Compton ha pubblicato la Tattoo Series e la Welcome Series. Honor è stato il primo libro della serie The Breaking Point, di cui Instinct è il secondo volume. Per saperne di più: www.jaycrownover.com


Torno a voi con una nuova recensione, Vi parlerò del secondo volume della serie The Breaking Point, si tratta di "Instinct".
I protagonisti sono Snowden Stark e Noe Lee, due persone davvero uniche e con un passato complesso che li ha forgiati e fatti diventare ciò che sono, oggi.

Noe è una donna di 26 anni, il suo impegno principale è quello di nascondersi nei bassifondi di The Point, per sfuggire a chi la cerca e al suo passato. Per far ciò, si camuffa da ragazzo e visto il suo fisico minuto pare riuscirle molto bene. Caratterialmente è sfuggente, diffidente ma al contempo è animata da una fiamma che le brucia dall'interno e la spinge a sfidare le autorità e ad aiutare le vittime di soprusi.

"Stavo per fare qualcosa che avevo giurato a me stessa non avrei mai e poi mai rifatto in vita mia... chiedere aiuto. Avevo imparato molto presto che la sola persona della quale avrei potuto fidarmi, la sola persona che non mi avrebbe mai abbandonata o delusa, ero io."

Snowden è un uomo freddo, distaccato e sembra non provare nessuna emozione. Lui stesso si definisce asociale e sembra reincarnare alla perfezione i suoi amati computer; a sua volta sembra un robot. Fisicamente è il contrario, non reincarna certo un nerd fissato con la tecnologia, infatti alla sua notevole altezza associa una massa muscolare che lo rende enorme e lo fa apparire più un bulldozer pronto a menare le mani che uno pronto a risolvere un algoritmo. La sua vita si svolge a The Hill ma legami e impegni lo portano spesso a The Point, dove le sue innate capacità vengono sfruttate per varie attività.

"Non riuscivo a sopportare il peso delle aspettative altrui perché ero debole, perché avevo paura e portavo i segni di situazioni che non avevano nulla a che fare con lei."

I due si incontrano, nel libro precedente, per un lavoretto che Noe fa in casa di Snowden, a quest'ultimo la cosa non piace affatto ma è da lì che ha inizio la sua ossessione.

"Stark non era tipo da mostrare solidarietà e nemmeno una minima traccia di comprensione umana; non aveva pazienza né possedeva alcun tipo di galanteria sociale."

Quando Noe si trova in pericolo pensa di rivolgersi a Snow, che le risponde picche per poi pentirsene, ma senza poterci porre rimedio visto che la donna sembra sparita nel nulla.
Il senso di colpa e una forte alchimia fisica e mentale saranno il traino di tutta la storia.

"Sapevo che era irrazionale e ingiustificato essere incazzati per il fatto che giacesse priva di sensi nel suo letto e non nel mio, ma ogni parte di me stava combattendo contro il bisogno di prenderla e portarmela via. Ecco perché detestavo le emozioni e i sentimenti. Non avevano né logica né senso."

Il senso di colpa, la paura e il passato torneranno e come arieti sfonderanno i muri che i due protagonisti hanno costruito per proteggersi da nuovi dolori.
La caparbietà di Snow mista alla sua mente calcolatrice creano un mix che ipnotizza e affascina. Lo stesso è per Noe che miscela in sé una donna forte e indisciplinata, un'osservatrice che riesce ad andare oltre quello che vedono gli altri.

"Odiavo il fatto che avesse dovuto lottare. Sensazioni protettive e possessive mi si agitarono nello stomaco e la rabbia parve essere sul punto di soffocarmi."

"Lei era forte, infrangibile e indistruttibile. Non volevo assolutamente che sapesse quanto fossi fragile, sgretolabile e pronto ad andare in frantumi anche al minimo tocco."

Considerazioni 

Una piccola nota: durante le vacanze ho letto la serie precedente Welcom. Anche se le serie sono di libri autoconclusivi e separate, consiglio di leggerle entrambe perché in The Breaking Point troverete personaggi di Welcom e avrete così una visione completa. Almeno per me è stato così.

Instinct è un libro complesso, i suoi personaggi sono tra i miei preferiti, hanno un passato traumatico e se lo portano dietro come un fardello. Sono segnati e le cicatrici ne rivelano il dolore vissuto.
I risvolti psicologici sono interessanti e la costruzione caratteriale è coerente con quanto viene descritto. Le rivelazioni giungono al momento giusto e la sofferenza dei ricordi supera le parole e investe il lettore.

"Tutto di quella donna era una battaglia per me. Combattevo contro ogni parte di lei e contro il modo in cui mi faceva sentire."

Ricchi i dialoghi e le parti introspettive; si riesce ad avere una visione completa degli eventi anche grazie ai POV alternati e all'uso della prima persona.
I protagonisti dei libri precedenti sono presenti e, alcuni, hanno un forte peso nella storia.
Jay Crownover ha la caratteristica di descrivere minuziosamente ogni scena e questo avviene anche nelle scene di sesso. Queste, onestamente, mi hanno un po' stancata per la loro lunghezza ma è una cosa del tutto personale.

La storia è complessa ed è stata sviluppata molto bene. Il libro nella sua interezza mi è piaciuto, apre scenari a nuove storie e mi ha lasciata incuriosita, per questo faccio i complimenti a Jay Crownover.
Devo segnalare alcuni problemi di traduzione che mi hanno lasciata un tantino esterrefatta, un vero peccato perché senza di questi sarebbe stato quasi tutto perfetto.

Ne consiglio la lettura a tutti i seguaci di The Point, troverete Noe e Snowden spettacolari anche con le loro crepe. Se cercate una storia in continua evoluzione, dove i personaggi si svelano per ciò che sono e sono capaci di ammettere i loro errori vi consiglio di lasciarvi conquistare da Instinct.

Buona lettura!
Monica S.


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi