RECENSIONE IN ANTEPRIMA "ALL IN – O tutto o niente" di Rossella Gallotti

Titolo: ALL IN – O tutto o niente
Autrice: Rossella Gallotti
Editore: Self-Publishing
Pubblicazione: 1° giugno 2019
Serie: ALL IN
Genere: Romantic Suspense


“…stringere fra le mani quel mazzo di carte vergine, annebbia la mia mente come una droga…” 

Per Jackson Hale scommettere è una sfida contro il destino, colpevole di avergli assegnato carte che hanno influenzato la sua esistenza fin da bambino. 
Vivian è sofisticata, distante, si muove veloce e silenziosa come una libellula in volo, andando a toccare le pareti di un cuore che non vuole amare, ma adora le sfide. Conquistare Vivian, ben presto lo diventa. 
La felicità di Jackson viene messa alla prova dal suo orgoglio, dalla sua certezza di essere più forte di qualsiasi scommessa. 
L’unica speranza per salvarsi è trovare e raccogliere ogni briciola di ferrea volontà dentro di sé. Jackson sarà abbastanza determinato e coraggioso per riuscire a farlo?

Dall’autrice di Lo Scrigno di Sam, All In – O tutto o niente è il primo romanzo conclusivo di una serie inedita, che vi lascerà senza fiato, perché la vita non è sempre facile e per affrontare i propri demoni ci vuole coraggio e tanta forza di volontà.

Benvenuti su Opinioni Librose, oggi 1° Giugno in occasione della sua uscita, vi parleremo del nuovo romanzo Self Publishing di Rossella Gallotti, "All In – O tutto o niente".

I personaggi della Gallotti sono sempre dei personaggi molto forti, anche stavolta con Jackson non si è smentita.
Irruento, aggressivo, passionale, possiamo definire Jackson come un mare in tempesta.
Quando Jackson Hale, incontra Vivian, questa tempesta si placa, finché il suo passato  non riaffiora, e potrete conoscere così una parte di lui che non vi aspettavate!

Nascondi sempre i tuoi sentimenti. Se non sanno che soffri non possono goderne. Purtroppo il dolore fa parte della vita, prima o poi a tutti capita di provarlo

Anche Vivian è un personaggio ben caratterizzato, la bellissima snob, forte e determinata, si mescola, con la dolce e sensibile ragazza a cui la vita non ha fatto sconti.

«Io ti ho vista. Oltre la maschera, oltre la finzione, io ti ho vista e mi sei apparsa la creatura più bella, dolce e luminosa che abbia mai incontrato.»

Queste due personalità mescolate, creano un personaggio dalle mille sfaccettature, una donna che lotta con le unghie e con i denti per poter sopravvivere alla parte di lei che non vorrebbe essere. 

Questo romanzo è ricco di argomenti di una certa rilevanza sociale, come il gioco d'azzardo e la prostituzione, l'importanza e la delicatezza con cui l'autrice li tratta arricchisce in modo considerevole una trama già ben strutturata 

Un altro punto di forza del romanzo che apprezzo sempre molto è il modo in cui l'autrice riesce a incastrare vari "generi" romance, poliziesco e vorrei azzardare anche sfumature dark, un accostamento ponderato e calcolato di suspense ed emozioni.
Amore, amicizia, rispetto, sono temi ricorrenti tra le pagine di questo romanzo, grazie a essi i protagonisti riescono "a risorgere dalle proprie ceneri", lottare per amore e per amicizia. 

«Fai una scommessa per qualsiasi cosa?» domando, sorridendo divertita, per nascondere la commozione che le sue parole hanno provocato in me. Sono intrise di un rispetto che mai nessuno mi aveva dedicato. Scuote le spalle ricambiando il sorriso. 
«La vita è più eccitante in questo modo.» 
«Sei sempre così sicuro di te.» Vorrei poter avere io la sua sicurezza. 
«In che senso?» «Penso sia positivo, non era una critica. Sembri così padrone della tua vita, ti comporti come se avessi la certezza di cose che non puoi sapere. Ad esempio, usi spesso “quando”, in occasioni in cui un “se”, sarebbe di certo più adatto.»

Da un punto di vista strutturale il romanzo ha un doppio Pov in prima persona, quello di Jackson e di quello di Vivian, trovo che il doppio punto vista, dia una visione più completa al romanzo, nel caso di All In, lo alleggerisce molto, in quanto alterna il carattere forte di un Jackson tumultuoso, e la dolcezza di Vivian.

Inoltre, come sempre, Rossella Gallotti ha il potere di rendere luoghi e sensazioni molto realistici, il suo potere descrittivo è fenomenale, descrive minuziosamente ogni particolare anche sulle emozioni.
Nonostante la lunghezza del romanzo, la lettura risulta scorrevole.
Come avrete ben capito il mio parere è positivo, quindi non mi resta che consigliarvi questa lettura!

Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni