RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Il colore del caos" di Giovanna Roma

Titolo: Il colore del caos
Autrice: Giovanna Roma
Editore: Self publishing
Genere: Forbidden romance
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2017
Prezzo cartaceo:
Prezzo ebook: 2,99 €
Pagine: 398
ORDER


Lui indossa jeans e tatuaggi. Io una divisa scolastica.
Lui ha un lavoro che ama, io una vita che odio.
Scott Turner è uno stronzo ventisettenne. Io, Allison Newborn, ammetto di essere una sedicenne difficile da gestire.
Gli sono caduta tra capo e collo e per questo crede di dettare le regole. Certo, continua a ripetertelo.
Abbandonata al lusso di una vita agiata, con due genitori sempre presi da sé stessi, è difficile obbedire agli ordini.
Tutto in lui gli urla di starmi lontano.
Tutto in me prega di combattere dei sentimenti che dovrei rinnegare.
Non abbiamo scelta, siamo costretti a trovare l'armonia in questo caos.
A volte gli incontri avvengono nel tempo sbagliato.
Ci trasformano per sempre.
Ci costano tutto.
Cos'altro può accadere a un amore proibito?


Cari lettori, ho il piacere di poter recensire in anteprima il nuovo romanzo di Giovanna Roma, Il colore del caos, un forbidden romance.
La parola forbidden già ci fa intuire che si parlerà di qualcosa di proibito, vietato, ostacolato e impossibile. È l’amore che mi piace, quello vissuto di nascosto, quello che non dovrebbe esistere ma nasce, si nutre e cresce.
Il romanzo narra di Allison e Scott, due persone completamente estranee che si incontrano per caso. Tra loro nasce subito un’alchimia, ma credono che non si rivedranno mai più. Non immaginano che dopo qualche tempo dovranno condividere tutto e cercare di sopravvivere a un caos che non dà tregua.
Allison è una ragazza di 16 anni, che non sa cosa vuol dire essere amata, vista e voluta per quello che è. All’improvviso si vede crollare il mondo addosso e tutto cambia. Scott entra nella sua vita in diversi momenti e alla fine in modo preponderante. Lui ha 27 anni, è un uomo con molti tatuaggi, gestisce un locale e si porta dentro un dolore troppo grande. Tra Allison e Scott scoppia una scintilla che è destinata a dar loro fuoco, ma non possono toccarsi, non possono avvicinarsi.
Eppure non riescono a stare lontani. Lui è la sua àncora, lei il suo raggio di luce in una vita buia.

“Lui è il mio antidepressivo. Lo assecondo per liberarmi. Per sentirmi viva. Non serve nascondermi, fingere di essere qualcun'altra. Grazie a lui sconfiggo la solitudine, il senso di abbandono. Serviamo l’un l’altro.”
“Merito un po’ di paradiso. Giusto il tempo di ricaricare le batterie prima di quello che so attendermi a casa. Stringerla, mi regalerà una parentesi di pace in un mondo di privazioni. Un assaggio fugace e dopo tornerò nel vuoto della mia vita.”


Dove li porterà questo sentimento? C’è un limite al proibito?

Il caos genera o distrugge?
Della trama, sinceramente, non voglio svelarvi altro per evitare spoiler, e poi ci sarebbe troppo da dire. Vi parlerò di Allison e Scott. Lei, ragazza difficile, alle prese con una famiglia inesistente, abbandonata a se stessa e che sente di non essere amata da nessuno. Cerca l’amore e l’attenzione degli altri inconsciamente e continuamente, ma è decisa, provocatrice, timida e sfacciata allo stesso tempo. Sa quello che vuole e non intende rinunciarci.

“Occorre una buona dose di coraggio per desiderare un uomo molto più grande, ma qualcosa in Scott mi rende audace. Violare le regole. Se lo confessassi, verrei giudicata, additata, isolata e alla fine separata da lui. Tenterebbero in tutte le lingue di convincermi che è un’attrazione sbagliata. Malata. Si impegnerebbero per distruggere le mie certezze. Ma cosa ne sanno gli altri?”



Scott è bello e affascinante, i suoi tatuaggi parlano di lui e descrivono la sua vita. Si è inciso sulla pelle il dolore per non dimenticare chi è, cosa ha perso e il suo scopo. Per arrivare dove è ora, ha venduto l’anima a un diavolo che gli ha messo le catene ed è come se lui avesse smesso di vivere.


Allison lo riporta alla realtà, gli fa tornare in mente com’era quando si sentiva libero e felice, lo fa sentire importate e lui non può fare a meno di quegli occhi azzurri che lo guardano con malizia, lo sfidano e lo supplicano.

“Il cuore si adombra di egoismo. È una bestia dura, che non tollera di essere presa in giro. Risucchia l'autocontrollo con una cannuccia e allo schiocco dell'ultima goccia, sono pronto a rivendicarla. Freno il respiro, portato in ginocchio dal colore del mio caos.”

Questo è un romanzo particolare che tratta l’amore proibito tra un adulto e una ragazza. Il tema non è facile, ma è espresso molto bene. La difficoltà di voler contrastare un sentimento incomprensibile e fortissimo, la sua illegalità, il timore delle conseguenze, sono tutti aspetti che creano un’atmosfera intensa e tormentata.
Tra Allison e Scott nasce qualcosa di impensato, torbido, liquido. Tra loro è tutto molto, molto erotico. Ma non c’è solo questo nella storia. L’autrice ci parla delle difficoltà che una ragazza di 16 anni deve affrontare a scuola, tra orribili amicizie e falsità,  e in una famiglia che non l’ha mai considerata. Ci parla anche delle difficoltà di un uomo, come Scott, incastrato in una vita che ha contribuito lui stesso a creare per raggiungere i propri obiettivi, ma che comincia a soffocarlo.



“Distrugge quello che non può esistere. Mentiva quando confidava di sacrificare solo la propria felicità per un interesse più grande. Sacrifica anche la mia.”


Altri personaggi riempiono il racconto, importanti ai fini della storia e del rapporto tra Allison e Scott. Non nego di averli odiati quasi tutti, l’autrice ha reso perfettamente l’idea di personaggi viscidi e manipolatori, capaci di condizionare la vita e le scelte altrui.

La psicologia e la storia dei protagonisti sono ben delineati. Con la narrazione in prima persona con punti di vista alternati, l’autrice di permette di conoscerli intimamente e di vederli l’uno attraverso gli occhi dell’altro. Lo stile è caratteristico, molto introspettivo, intenso, incalzante, duro e avvolgente allo stesso tempo. Mi ha tenuta avvinta alle pagine, infatti l’ho letto in pochissimo tempo. Avevo sempre voglia di andare avanti e scoprire cosa sarebbe successo tra loro, sentivo apprensione e curiosità, anche un pizzico di ansia ed eccitazione. Qui niente è rosa e fiori, e i pochi momenti di gioia e serenità sono come gocce d’acqua nel deserto. Ti dissetano solo per un momento, poi l’arsura torna più forte di prima. Questo romanzo mi ha regalato molte emozioni. La sofferenza di Allison, il dolore e il tormento di Scott, mi sono arrivati molto forti, come il loro bisogno di aversi. La copertina richiama un particolare che scoprirete solo leggendo il libro e, come sapete, apprezzo molto le cover con un significato e che non siano solo belle.

“Non importa se è proibito, l'unica cosa che conta è questo nostro momento, assaggiare di nuovo il sapore della sua bocca. Per l'ultima volta. Ultima. Come si torna indietro dopo un bacio del genere? È audace, famelico. È sufficiente a varcare la soglia del proibito”


Un genere diverso dal solito per quest’autrice, che mantiene comunque quelle caratteristiche che la contraddistinguono. Apprezzo un amore trattato in questo modo, senza miele, amaro e crudo, difficile da mandare giù ma dal sapore fortissimo e difficilmente dimenticabile. E la fine…..non sapevo che pensare fino alla fine.

Un libro davvero intenso che vi porterà oltre i confini della morale e dell’amore. Ve lo consiglio vivamente, soprattutto se amate questo genere, perché per me vale 5 libri.

Buona lettura!




Commenti

  1. Grazie al blog per la recensione. Sono onorata che il romanzo sia piaciuto. <3

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE - "A un millimetro di cuore" di Massimo Bisotti

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni