REVIEW PARTY "Ricatto Proibito" di Catherine Bc

Titolo:  Ricatto Proibito
Autrice: Catherine Bc
Editore: self
Genere: Romanzo erotico
Prezzo cartaceo: 6,01€
Prezzo ebook: 0,99€
Data pubblicazione:
Pagine: 206
Serie: Forbidden Trilogy Vol.2

Quando si conosce il proprio nemico, non si temono gli scontri. Quando le regole sono chiare, non rimane che elaborare la propria strategia. Come si fa, però, quando le carte in tavola cambiano all’improvviso? Come si reagisce di fronte ad un avversario che si spoglia delle sue vesti e si fa pericolosamente vicino?
Elisabeth conosce Paul da sempre: era il compagno di sua sorella ed è il padre di suo nipote Stephen. Un uomo egoista e cinico, abituato a giocare sporco, con cui si è confrontata più volte, uscendone vincente. Lui ora vuole vendicarsi, invadendo ogni suo spazio, fino a ricattarla sia nel lavoro che negli affetti, in modo vile.
Proprio a quel punto, tuttavia, il destino interviene nelle loro vite in modo inatteso, confondendo i ruoli, mostrando lati dell’uno e dell’altra del tutto nuovi, fino a far loro capire che la soglia fra l’odio e l’amore, a volte, può essere davvero labile.

Catherine BC (Katy Policante) nasce e vive in provincia di Verona. Compie un percorso di studio variegato sia per attitudine che per esigenze personali. È attratta dalla scrittura fin dall'adolescenza. Ha partecipato a contest e concorsi organizzati da riviste e siti letterari. Ha scritto diversi racconti e qualche poesia, una delle quali è stata pubblicata su un settimanale femminile.
Nell’agosto del 2013 ha autopubblicato “Il sapore del proibito” (Forbidden Trilogy), il suo romanzo d’esordio. Dal 12 dicembre 2013 un suo racconto natalizio è comparso tra le pagine dell’antologia “Natale e dintorni” edita dalla Alcheringa Edizioni . Nello stesso periodo un altro suo racconto “Un nuovo inizio” è stato inserito nell’antologia “Halloween’s Novels”, curata da Le passioni di Brully e pubblicata su Amazon. Nel gennaio del 2014, ancora da self publisher , presenta il racconto, “La sindrome di Stendhal”. Nei primi mesi del 2014 un altro suo lavoro, “L’amore sa di tappo” è stato scelto dalla Butterfly Edizioni per far parte di un’antologia che è uscita il 16 dicembre 2014. Sempre nello stesso giorno è uscito anche un suo racconto, “Samhain, la soglia” per la Delos Digital. Il 13 maggio del 2015 un suo racconto “Pietre leggendarie” è stato pubblicato all’interno dell’antologia “Italia. Terra d’amori, arte e sapori” di EWWA. Nell’agosto del 2015 ha auto pubblicato il secondo romanzo della Forbidden Trilogy, “Ricatto proibito”. Nell’ottobre del 2015 è uscito “La più dolce tentazione”, un romance con sfumature erotiche edito dalla Rizzoli per la collana You Feel. Nel settembre del 2016 un altro suo racconto “Riemergere dal passato” è stato inserito nell’antologia “Racconti dal Veneto”.
Dopo un periodo di inquietudine, il 20 ottobre del 2017 torna con il suo primo romanzo a quattro mani, “Scars – Frammenti di noi” scritto con Emma Altieri.

Ben trovati cari Lettori e Lettrici, eccomi per parlavi per del secondo volume di Forbidden Trilogy: Ricatto proibito di Catherine BC.
Questo capitolo è dedicato a Elisabeth, la zia di Stephen che lo ha cresciuto con tanto amore e che nel precedente romanzo ha usato le unghie per aiutare il nipote.
Cercherò di rispettare la scelta dell’autrice e quindi parlerò di questo romanzo evitando spoiler sul precedente… ci provo, non prometto!
Erano anni che non si vedevano, o meglio il loro ultimo incontro era stato piuttosto recente, diciamo solo che Paul avrebbe dovuto essere una presenza costante nella vita di Elisabeth, ma aveva deciso di prendere le distanze.
Sono nemici, si odiano, Elisabeth lo odia con tutta se stessa, prova rabbia verso Paul, e ora che a causa della sua recente ascesa politica deve avere a che fare con lui non è per niente serena.

“«Che cosa vuoi, Paul?» «Voglio il tuo prezioso tempo. Voglio costringerti a passarlo con me, tentando di convincermi. Avanti, Lizzie, so quanto sai essere persuasiva quando vuoi!» «Sei uno stronzo!» «Tu invece sei molto eccitante anche quando ringhi per la rabbia!» «Non sono in vendita.» «Certo che no. Ti avrei già comprato altrimenti. Voglio però farti scendere dal piedistallo sul quale sei da una vita. Ora sei furiosa perciò ti lascio andare. Quando però sarai più calma, valuta la mia offerta. Una serata, una sola cena con me e molte famiglie avrebbero un futuro più certo. Non ho ancora toccato la tua anima da martire?»”

È fiera della sua vita, e poter diventare un rappresentante per la sua comunità è un grande onore per lei, ma non ha calcolato di dover avere a che fare con lui: il demonio!
Parlare di Paul equivale aprire un enorme vaso di Pandora sul passato di Elisabeth, lei molto credente e devota al marito si ritrova in una sottile trappola fatta di ricatti ingegnosi. Paul la desidera, la vuole da sempre, ed è disposto a giocare tutte le sue carte per averla, il fine giustifica i mezzi giusto?

“«Lo so, ma sento anche il desiderio di riscattarmi. Nella vita si fanno sempre delle scelte: alcune sono buone, altre si rivelano sbagliate. Delle seconde si pagano le conseguenze e si ricomincia, altrimenti ci si annichilisce. Vorrei solo che tu mi dessi questa possibilità, Lizzie, almeno il beneficio del dubbio. Non voglio fare del male a nessuno di voi.»”

La loro è una scoperta di anime, la scelta di calare le maschere che ognuno indossa da anni, di collaborare e avere uno scopo comune.

“Entrambi si erano lanciati nel vuoto, ben consapevoli dell’inesistenza di una rete di protezione o di qualunque altro appiglio. La ragione aveva perso la sua battaglia e il desiderio stava per venir a capo dell’intera battaglia.”

Anche in questo romanzo le scelte stilistiche di Catherine BC sono impeccabili, curate e attente.
I personaggi sono ben delineati e nonostante la scelta di raccontare la loro storia in terza persona, si riesce a essere coinvolti dalla lettura.
Devo dire che questo romanzo, forse perché più adulto e maturo l’ho preferito al primo, ho trovato la trama molto intrigante e interessante.
Le scene erotiche, secondo il mio parere, rimangono comunque troppe e vanno quasi a coprire una storia che invece è piena di significato.
Un romanzo molto attuale che consiglio a chi ama gli amori travagliati, pungenti e a tratti ironici, gli amori che prima di essere tali erano oscurati dall’odio!

“«Ognuno trova la sua via all’amore. La strada per arrivarci non è una soltanto. Spesso ci porta su sentieri del tutto imprevedibili.»”




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni