RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "L'indomabile Virginia – Palermo 1906" di Fabiola D'Amico

Titolo: L'indomabile Virginia – Palermo 1906
Autrice: Fabiola D'Amico
Editore: Self
Genere: Racconto
Prezzo ebook: 0.99 €
Data Pubblicazione: 24 febbraio 2019
Pagine: 33 pagine
Serie: Autoconclusivo
Pagina Autore

ORDER



Palermo 1906. Virginia è una giovane donna dal carattere forte ed indipendente, abile automobilista vorrebbe partecipare come pilota all'evento dell'anno: la prima Targa Florio. Peccato che il regolamento preveda che le donne possano partecipare solo come secondo.
Andrea è un uomo maturo e responsabile, ha visto crescere Virginia e l'ha amata a distanza. Tra i fasti della belle Epoque, in una Palermo ricca e sfavillante i due s'innamoreranno e realizzeranno i propri sogni.

  
Buongiorno Lettori, oggi vorrei parlarvi di un racconto della nostra amata Fabiola D'Amico.
Per chi come me è amante dei suoi libri non può lasciarsi sfuggire anche questo romanzo breve.
Devo ammettere che mi è piaciuto e l'ho letto molto volentieri, ma vediamo meglio di cosa parliamo.

Ci troviamo in Sicilia, a Palermo, nei primi anni del 1900, un'epoca sicuramente diversa da quella a cui siamo abituati oggi. Dalle donne di quei tempi ci si aspettava che stessero a casa, a fare i lavori domestici e ad accudire marito e figli. Ma quello è anche il periodo in cui le donne avevano iniziato a farsi sentire e valere, l'epoca delle famose suffragette, anche se ci vorrà ancora qualche anno perché le donne abbiano la loro indipendenza.

In questa Palermo del 1906 troviamo Virginia, una giovane donna cresciuta dal padre e da sempre amante dei motori, sin da piccola se ne andava in giro comportandosi da maschiaccio, in mezzo a macchine e officine. Il padre ha permesso alla nostra protagonista di imparare a guidare e per Virginia è stato amore a prima vista. Infatti questa donna diventerà un abile automobilista.
Il suo più grande sogno? Partecipare come primo pilota alla famosa gara Targa Florio. Ma come abbiamo anticipato prima, le donne di quel periodo non avevano questa facoltà, secondo il regolamento al massimo, infatti, avrebbero potuto fare da secondo pilota. Ed è così che Virginia cerca di ideare un piano per riuscire a partecipare all'evento dell'anno.

A una cena in favore dei piloti che parteciperanno alla gara, Virginia rincontra Andrea. I due infatti si conoscevano già da piccoli, lui che la prendeva in giro e lei innamorata persa. Poi Virginia si trasferirà per qualche anno e sarà proprio in quest'occasione che Andrea si accorgerà di provare qualcosa per lei. 

I nostri protagonisti si vedranno in più di qualche occasione e il loro amore verrà alla luce, facendo vivere ad Andrea e Virginia il loro amore e chissà forse riuscirà a far avverare i loro sogni...
Non mi resta che lasciare a voi il piacere di leggere questo romanzo.

CONSIDERAZIONI

A livello stilistico il libro è scritto in terza persona, sarà proprio la voce del narratore a darci una visione completa della storia. Non ho trovato errori troppo gravi di ortografia, anche se devo ammettere che qualche distrazione si notava, ma non ha compromesso la lettura del racconto. 
Fabiola ha una dote invidiabile, in alcuni momenti mi sembrava di stare tra le vie di Palermo e vedere esattamente quello che i personaggi guardavano con i loro occhi. 
Romanzo molto carino, scorrevole, trama ben strutturata. Ovviamente per un'amante dei romanzi come me, mi piacerebbe sapere che ne sarà dei nostri protagonisti, delle loro avventure future, ecc. Ma vedrò di accontentarmi di questo racconto :)
Complimenti Fabiola anche questa volta hai fatto centro! 
Libro consigliato! 

Buona Lettura! 

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

REVIEW TOUR - RECENSIONE - "Disgraceful" di Autumn Grey

RECENSIONE - "Deacon" di Veronica Scalmazzi