BLOG TOUR TAPPA PERSONAGGI " Il principe" di Sylvain Reynard



Titolo: Il principe
Autore: Sylvain Reynard
Prezzo ebook: 3,99 
Prezzo cartaceo: 7,50
Pagine cartaceo: 128
Data pubblicazione: 30/05/19

La presentazione di inestimabili illustrazioni alla Galleria degli Uffizi a Firenze espone il professor Gabriel Emerson e la sua amata moglie, Julianne, a un misterioso nemico.
Il professore sembra aver acquisito le illustrazioni solo da pochi anni, ma, a sua insaputa, queste sono state rubate un secolo prima al sovrano del mondo sotterraneo di Firenze.
Ora uno degli esseri più pericolosi della città è determinato a reclamare le sue proprietà ed esige vendetta sugli Emerson, ma non prima di aver scoperto qualcosa di inquietante su Julianne...
Una novella che collega la serie Gabriel’s Inferno alla nuova serie Il fiorentino, una favola dark che mescola sensualità e romanticismo in una città italiana avvolta nel mistero. 
Da non perdere il primo romanzo della serie, Il corvo, disponibile a partire da ottobre 2019.



Benvenuti su Opinioni Librose, oggi vi presentiamo la terza tappa del Blog tour dedicato alla novella "Il Principe" di Sylvain Reynard. 
La tappa riguarda due personaggi principali di questa storia, Gabriel Emerson e sua moglie Julianne Emerson.
Eccoli per voi!!!!


Egocentrico, misterioso adulatore e decisamente arrogante, stiamo parlando di Gabriel Emerson, il professore che ha fatto sognare migliaia di lettrici lo ritroviamo anche nel "Il Principe". 
Stimato professore della Toronto University specializzato in Dante. Un genio letterario, sempre nel suo ruolo da predatore, è disposto a dare la vita per la sua bella Julianne.
Orgoglioso e pieno di se e senza rivali, Gabriel Emerson, continua a tener stretta a se la sua studentessa.  
Ma questa volta, una forza oscura lo farà vacillare!


Julianne Emerson, moglie devota di Gabriel, dolce, ingenua, bellissima è la luce di suo marito, donna virtuosa e di bontà d'animo.
Da studentessa succube a donna forte e ostinata, la bella Julianne è custode di un segreto! 
Non voglio svelarvi altro, vi invito a leggere la novella e la serie, perché vi stupirà.

«Deh, bella donna, che a' raggi d'amore ti scaldi, s'i' vo' credere a' sembianti che soglion esser testimon del core, vegnati in voglia di trarreti avanti», diss'io a lei, «verso questa rivera, tanto ch'io possa intender che tu canti. Tu mi fai rimembrar dove e qual era Proserpina nel tempo che perdette la madre lei, ed ella primavera». - Dante, Purgatorio 28.045-051.


Buona lettura!


Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni