REVIEW PARTY - RECENSIONE "Cattleya" di Debora C. Tepes

Titolo: Cattleya
Autrice: Debora C. Tepes
Editore: Self Publisher
Genere: Mafia Romance
Formato: ebook
Prezzo: € 2,99
Data Pubblicazione: 18 dicembre 2018
Protagonisti: Javier, Yamile
Pagina Autore

ORDER


Cattleya, è così che mi chiamava lui, come le orchidee che accarezzavo con dedizione. Ma i miei petali sono stati brutalmente strappati, lasciandomi spoglia e impaurita.
Lui si è nutrito di me fino all'ultimo respiro, lui mi ha ingannata senza pietà, lui ha implorato il mio perdono.
Sono trascorsi due anni e ora l'immagine riflessa allo specchio è quella di un'altra donna. Coraggiosa come una leonessa. Potente come il vento. Intoccabile come Dio.
Non sono più una fragile orchidea, ora sono una grandiosa Reina. Mi riprenderò ciò che mi spetta, scenderò a patti con il diavolo, mi sporcherò le mani di sangue.
E otterrò la mia vendetta.
 Debora C. Tepes è una scrittrice accanita, sognatrice e scrittrice. Ha pubblicato il suo primo romanzo "Predestined" nel 2014 e nel 2015 ha autopubblicato su Amazon "Sono sempre stata tua" riscuotendo un enorme successo. È stata prima in classifica per ben due mesi riuscendo a diventare bestseller su amazon e ha venduto moltissime copie.


Buongiorno Lettori, oggi vorrei parlarvi del sequel di Javier, che la nostra amata Debora ha scritto per noi amate lettrici che non potevamo non sapere come sarebbe andata a finire la storia dei due protagonisti Javier e Yamile. Anche questo romanzo parla di mafia e anche se si concentra più sulla storia d'amore complicata e imprevedibile dei due protagonisti.

Facciamo un rapido riepilogo per vedere dove eravamo rimasti... 
Javier è un ragazzo colombiano con un passato tragico, agente della DEA disposto a tutto per rivendicare la morte dei suoi cari. E sarà proprio per questa voglia di vendetta che accetta una missione speciale sotto copertura dove dovrà diventare un sicario per la famiglia Solano.
Proprio durante questa missione Javier incontra Yamile, la figlia del temutissimo boss Don Julio. Il suo incontro con Javier le cambierà la vita infatti sin dall'inizio tra i due si evince un'attrazione che ben presto si trasformerà in qualcosa di più. Tanto è grande quello che Yamile sente per Javier da farle tradire la sua famiglia e fare in modo che i suoi cari vengano arrestati. La vita dei nostri protagonisti si divide fino a quando Javier decide di tornare sui suoi passi, chiedere perdono a Yamile, scoprire di aver avuto una figlia. Il libro termina con Javier che riceve un colpo di pistola per mano del fratello di Yamile, lasciandoci con il fiato sospeso...

Ed ora passiamo al nuovo romanzo...
Questo libro inizia proprio così come era finito il precedente, dalla sparatoria avvenuta in casa di Yamile. Javier viene portato all'ospedale più vicino e se la cava, avrà infatti solo una frattura alla scapola che con una buona riabilitazione tornerà come  nuova. 
Javier decide di scappare con Yamile a Los Angeles dove vivono i genitori di lui. La nostra protagonista è elettrizzata e pensa di poter avere finalmente una famiglia come ha sempre sperato, lei, lui e la loro bambina Camila. Purtroppo però la paura ha il sopravvento su Javier, che decide di lasciarle dai suoi, abbandonandole nuovamente e riprendendo con il suo lavoro lontano da lì, creando una frattura profonda nel rapporto con Yamile.

"La famiglia che volevo con tutta me stessa non ci sarà mai perchè lui ha deciso così. Saremo nuovamente Camila e io, come lo siamo state dall'inizio. Apparentemente vulnerabili, ma forti come delle leonesse. Io e mia figlia."

Sarà proprio il dolore del nuovo abbandono da parte di Javier e una serie di avvenimenti che aumenteranno la sete di vendetta di Yamile nei confronti del nostro protagonista. Tanto da farle prendere delle decisioni circa il suo futuro, per proteggere sua figlia e se stessa.

"Cosa sono diventata? Un maledetto mostro? Un demone notturno assetato di sangue e sesso incapace di provare sentimenti? Dov'è finita la fragile piccola orchidea? È morta. Sì, è morta il giorno in cui l'amore della sua vita ha deciso di abbandonarla. E quella ragazza dall'animo gentile e dal cuore grande non ritornerà mai più in vita. Perchè è risaputo: nel mio sporco mondo, il male vince sempre sul bene."

Sarà troppo tardi quando Javier capirà il suo sbaglio? O le cose andranno meglio? I nostri protagonisti riusciranno a colmare la distanza tra di loro o la sete di vendetta sarà più grande?

Non mi resta che lasciare a voi rispondere a queste domande, non posso svelarvi altro ma augurarvi Buona Lettura!

CONSIDERAZIONI
Quando ho saputo che Debora avrebbe scritto il sequel sono stata elettrizzata all'idea di sapere cosa sarebbe successo tra i due protagonisti, anche perchè il finale del primo romanzo mi aveva lasciato dubbiosa, non poteva non esserci un seguito. Per questo ti ringrazio Debora, non potevi essere così cattiva con noi lettrici :)
Questo romanzo è scritto molto bene, è scorrevole, anche in questo caso nonostante sia solo una bozza quella che ho letto devo dire che non contiene errori eclatanti. 
L'autrice ha intervallato i vari capitoli tra i pensieri di Javier a quelli di Yamile, per permettere di avere un quadro completo della storia. Anche in questo caso, anche se il tema principale è la storia d'amore dei nostri protagonisti, Debora C. Tempes non ci lascia senza affrontare nuovamente il tema della Mafia, anche questa volta descritto in maniera esaustiva.
Mi è piaciuto molto, non sono riuscita a interrompere la lettura se non quando ero costretta. Grazie Debora, aspetto un tuo prossimo romanzo!

Buona lettura!




Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni