BLOG TOUR "Brucia l'inverno" di Elle Eloise








La sera, prima di andare a dormire, mi ritrovo sempre nudo, di fronte allo specchio della mia stanza. Analizzo ogni centimetro del mio corpo per capire se sono come voglio. Mi piace il mio fisico, mi piace la mia faccia. Eppure, ho sempre la sensazione di non essere perfetto, che ci sia una nota stonata nell'armonia apparente. Basta girare le spalle e gettare uno sguardo alla mia schiena per capire quale sia la nota stonata, quella che rovinerà la melodia anche se la si ripeterà mille volte.



Per cui, un bel giorno, ti ritrovi appiccicata in fronte l’etichetta del fratello timido, il fratello silenzioso, il fratello buono, il fratello fragile. Lui bruno e io biondo, lui casinista e io ubbidiente, lui il diavolo e io l’acqua santa. Se, oltre a tutto questo, si aggiunge anche il fatto di essere stato protetto da lui innumerevoli volte per colpa di un padre stronzo, allora la quadratura torna, il gioco di ruolo diventa la tua vita e tu non riesci più a uscire dai panni del personaggio che credono tu sia. In ogni caso, rimarrai sempre meno “uomo” di lui.











Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni