#LoSapeviChe 4 - Emma Altieri, Tiziana Lia e Serena Brucculeri


Emma Altieri
Nel secondo libro della Smartness Series ossia Restless il personaggio di Ian non esisteva quando l'idea della trama mi venne in mente, poi una notte ho sognato i due gemelli a confronto e tutta la storia è cambiata completamente. Praticamente metà del libro è stato riscritto di sana pianta con una trama completamente diversa dall'originale. Per assurdo al momento sembra anche il personaggio più amato della duologia.

Amazon






Tiziana Lia
Allegra e di buone speranze, nel 2009 ho pubblicato la prima versione del mio primo romanzo. Aveva un altro titolo, aveva una storia molto breve e soprattutto la protagonista, Francesca, aveva un altro diminutivo. Ricordo che in quel periodo le mie figlie più grandi vedevano un film per ragazzine ambientato in Australia, dove una delle protagoniste aveva lo stesso nome della mia eroina, ma tutte la chiamavano Frankie. Quel diminutivo proprio non mi piaceva e allora alla mia diedi Fran. Una lettrice, che all'epoca aveva un blog, mi scrisse in privato dicendomi: "sei proprio certa che in inglese il diminutivo sia Fran?" Oh cavoli, avevo semplicemente abbreviato un'abbreviazione, se così potevo dire. Non mi ero proprio posta il problema. Il mio romanzo era ambientato in America, sempre una nazione anglofona come l'Australia no? A quanto pare mi sbagliavo... Per diverso tempo non feci nulla, ma il tarlo in testa mi corrose. Rimisi mano al romanzo, scoprendo che in America Francesca si abbrevia in Fanny. A quel punto ho rivisto tutto il romanzo e ne è nato uno più articolato, più profondo e intenso. Con un titolo diverso visto che l'intera storia alla fine aveva preso una piega differente. Ed io non sarò mai grata abbastanza a quella lettrice per avermi fatto notare il mio assurdo errore se pure fatto in buona fede.
Amazon

Serena Brucculeri
Costruire, o meglio,  delineare il personaggio di Jensen, protagonista di A... come amore, in realtà non è stata per niente una passeggiata. Jensen è un uomo ferito, deluso dalla vita e dalle donne. Calarsi nei suoi panni e accompagnarlo per mano al cambiamento che solo l’amore ti può donare è stato un percorso in salita, perche ho dovuto renderlo graduale. Ciò però mi ha  insegnato tanto come persona e come autrice. Sono felicissima del risultato tanto che mi sono un po’ innamorata di Jensen Harper. Spero che a voi capiterà la stessa cosa ❤️

Amazon



Se ti sei perso gli episodi precedenti, clicca qui

Alla prossima!

Commenti

Post popolari in questo blog

RECENSIONE - "Io sono mio fratello" di Giorgio Panariello

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Le parole che ho trovato per te" di Alessio Tavino

RECENSIONE IN ANTEPRIMA - "Io non ti lascio solo" di Gianluca Antoni